Siviglia, Sergi Gomez: "Con la Roma sarà una gara molto complicata. Vorremo vincere la competizione"

09.03.2020 15:00 di Alessandro Pau   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Siviglia, Sergi Gomez: "Con la Roma sarà una gara molto complicata. Vorremo vincere la competizione"

Il centrocampista del Siviglia Sergi Gomez ha rilasciato una lunga intervista al canale spagnolo Onda Cero. Qui uno stralcio delle sue dichiarazioni: "Siamo molto concentrati sul fatto che la migliore fase della stagione stia arrivando, che affrontiamo con la massima ambizione e l'atteggiamento possibile per vincere quelle partite importanti che stanno arrivando ora. Tutti i membri della squadra sono ugualmente importanti per ottenere i risultati. Quelli di noi che conoscono il calcio sanno che sta andando molto in giro e che la cosa semplice sarebbe quella di gettare la spugna o lasciarsi andare. La mia mentalità è sempre stata quella di continuare a lavorare e lavorare per aiutare la squadra sia se gioco cinque, venti o novanta minuti. Da quando sono venuto qui ho sempre fatto così, ansioso di dimostrare la mia versione migliore per difendere questo stemma e queste persone. Siamo consapevoli che grazie alla nostra gente sono state realizzate grandi cose. Ora abbiamo due partite importanti in casa, la Roma e il derby contro il Betis: senza il loro sostegno non sarebbe possibile. Questo è molto semplice, se focalizziamo la nostra forza e il nostro desiderio su qualcosa di diverso dalla palla e dal campo, cose che non possiamo controllare, è inutile. Siamo concentrati su una partita molto importante, il resto non dipende da noi, è inutile. Coronavirus? Per quanto ne parliamo non aiuterà. Siamo concentrati solo sull'allenamento e nel gioco. Purtroppo è qualcosa di brutto che sta accadendo nel mondo e che per quanto pensiamo, non ne abbiamo idea, non serve niente. Il finale di stagione? Viene dopo. Prima la Roma, che è molto importante per continuare in Europa. Roma, Roma e Roma. Mi piacerebbe sollevare l'Europa League, ma è inutile pensare a come finisce se non ci si concentra sulla prossima partita. E così facciamo, lavoriamo per raggiungere gli obiettivi di ogni match".