L'AVVERSARIO - Il Lecce di Serse Cosmi rende meglio in trasferta

03.04.2012 17:00 di Luca Bartolucci   vedi letture
L'AVVERSARIO - Il Lecce di Serse Cosmi rende meglio in trasferta
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Il prossimo avversario della Roma è il Lecce, una squadra in lotta per uscire dalla zona retrocessione. I pugliesi non hanno particolari punti di forza, salvo un paio di giocatori interessanti; l'aritmetica non condanna ancora i salentini, anzi, in un campionato così strano la salvezza rimane un obiettivo possibile. Gli uomini di Cosmi lotteranno con il coltello tra i denti, punto su punto e come tutte le squadre con l'acqua alla gola, la sfida di sabato sarà imprevedibile. Vediamo le statistiche dei giallorossi del Salento.

Classifica
18°, 12 punti

Statistiche
6 vinte, 10 pareggiate, 14 perse
In casa: 2 vinte, 6 pareggiate, 7 perse
Fuori casa: 4 vinte, 4 pareggiate, 7 perse
Gol fatti: 31 (17 in casa, 14 fuori casa)
Gol subìti: 45 ( 22 in casa, 23 fuori casa)
Primo tempo: 14 gol fatti, 24 gol subìti
Secondo tempo: 17 gol fatti, 21 gol subìti

Ultime 5
Lecce-Genoa 2-2
Milan-Lecce 2-0
Lecce-Palermo 1-1
Novara-Lecce 0-0
Lecce-Cesena 0-0

Punti di Forza
ll Lecce ha in squadra un paio di giocatori che, se in giornata, possono mettere in difficoltà con ottime giocate molte squadre. Muriel, colombiano classe ’91 in prestito dall’Udinese, è sicuramente un giocatore che può creare dei problemi alla squadra avversaria, è dotato di grande tecnica e quest’anno, anche se a fasi alterne, lo ha dimostrato. Anche Cuadrado (arrivato sempre dall’Udinese), ha dimostrato grandi capacità, segnando 3 reti, non poche per uno che di mestiere non fa la punta in una squadra nella quale il capcocannoniere ne ha segnate 8. Dalla sua parte il Lecce può avere la motivazione di chi vuole salvarsi, anche se nelle ultime due partite, che erano scontri diretti con le altre due in zona retrocessione, i salentini non sono riusciti ad andare oltre il pari.

Punti Deboli
Il Lecce è una squadra modesta, tolta qualche individualità. E’ interessante notare come fatichi più in casa che in trasferta (2 le vittorie casalinghe, 4 quelle fuori casa, mentre le sconfitte sono 7 in entrambi i casi). La squadra salentina non riesce ad imporre il proprio gioco e manca spesso di personalità: ne è esempio la partita d’andata Lecce-Milan, nella quale la squadra allora allenata da Di Francesco andò in vantaggio di tre lunghezze, salvo poi subire il pareggio in meno di un quarto d’ora (tripletta di Boateng) e prendere il quarto a dieci minuti dalla fine.

Ex
Il Lecce ha in squadra ben 5 ex calciatori della Roma. Il primo è il portiere Julio Sergio, passato in prestito quest’estate al Lecce; definito da Spalletti “il miglior terzo portiere” fece il titolare nella stagione 2009/2010, quella della corsa allo scudetto; si è infortunato a inizio anno e la sua stagione è finita. A centrocampo c’è Andrea Bertolacci, 21enne cresciuto nel vivaio romanista e andato in prestito ai salentini la scora stagione; dopo essere andato in ritiro con la Roma, Luis Enrique ha deciso di mandarlo in prestito un altro anno al Lecce per farlo crescere ancora. In attacco i salentini schierano un altro prodotto del vivaio romanista: Daniele Corvia. Cresciuto nella Primavera giallorossa, Corvia arriva a collezionare 13 presenze in campionato nella stagione 2004/2005. In rosa il Lecce ha anche Manuele Blasi (anche lui cresciuto nel settore giovanile della Roma e attualmente in prestito ai salentini dal Parma) e Diamoutene, difensore, difensore maliano che la Roma prese in prestito proprio dal Lecce per 6 mesi nel 2009.

Probabile formazione
(3-5-2) Benassi; Oddo, Miglionico, Tomovic, Cuadrado, Giacomazzi, Blasi, Bertolacci, Brivio, Muriel, Di Michele
Panchina: Petrarchi, Di Matteo, Esposito, Grossmuller, Delvecchio, Corvia, Bojinov

Ballottaggi
Nessuno

Indisponibili
Carrozzieri, Julio Sergio, Obodo

Squalificati
Nessuno

Diffidati
Corvia, Muriel, Carrozzieri, Brivio, Giacomazzi