La Roma saluta Italo Zanzi, il Global CEO sempre in prima linea

02.06.2016 09:00 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Claudio Lollobrigida
La Roma saluta Italo Zanzi, il Global CEO sempre in prima linea
© foto di Federico De Luca

Terminerà ufficialmente il prossimo 30 giugno l'avventura di Italo Zanzi nella AS Roma. Il Global CEO ha infatti rassegnato le proprie dimissioni per "perseguire nuove sfide" dopo tre anni e mezzo.

Zanzi entra infatti nella società di Trigoria il 18 dicembre 2012 con la nomina - appunto - di Global CEO, nonostante l'ufficialità dell'investitura sarebbe arrivata soltanto il seguente 28 febbraio: allora 38enne, Zanzi arriva a Roma con un curriculum di tutto rispetto, avendo lavorato come vice presidente nella Sales International Broadcast & Latin America/US Hispanic Marketing per la Major League Baseball, per la quale si è occupato di marketing e sponsorizzazioni. Ma non solo: dal 2008 al 2011 ha svolto il ruolo di Segretario Generale del Concacaf (Confederazione del Nord, Centro America e Caraibi). Queste credenziali convincono quindi Pallotta ad arruolarlo nel CdA con le deleghe operative che erano state di Mark Pannes.

Nemmeno 11 giorni dopo, Zanzi prende parte alla fondamentale firma del memorandum d'intesa tra la Roma, il costruttore Parnasi e il Campidoglio sull'area e i tempi di realizzazione del nuovo stadio. In seguito, nell'ottobre del 2013, Zanzi ottiene anche l'investitura dell'Assemblea degli Azionisti, distinguendosi da subito per la propria disponibilità e cordialità con l'intero staff giallorosso, e per la sua voglia di coesione e buona organizzazione all'interno dell'ambiente che lo ha portato a fissare incontri mensili chiamati "All together" per capire ogni minimo aspetto della società giallorossa

Altra data fondamentale del percorso di Zanzi nella Roma è il 13 marzo 2013: la società firma un accordo decennale con la Nike per la fornitura di materiale tecnico e di abbigliamento, come sognato per anni da tutto l'ambiente. Passo che viene seguito, il 22 maggio, dalla presentazione del nuovo logo della società capitolina, altro cambiamento epocale apportato dalla nuova proprietà. Insieme a Baldissoni, Zanzi è poi stato colui che si è fatto portavoce del pensiero di Pallotta in tutti gli incontri per il nuovo stadio avvenuti a Roma senza il presidente: tanti i viaggi a Boston per fare il punto della situazione, per poi esporre quanto discusso, ad esempio, all'allora sindaco Marino, quando il progetto era ancora in stato embroniale. L'11 luglio 2013, poi, il Global CEO si pone in prima persona nella presentazione dell'iniziativa benefica per la raccolta di fondi Roma Cares: in occasione della presentazione delle nuove maglie per la stagione successiva, Roma Cares viene presentata al pubblico e resa operativa nei mesi successivi.

Ma Zanzi non è certo uno che ama svolgere tutto il suo lavoro in un ufficio: sempre in prima linea nei confronti pubblici con i tifosi, in particolare al Cuore Sole Village, per un filo conduttore direttissimo tra tifo e società. In quest'ottica da menzionare anche gli incontri con l'Airc (Associazione Italiana Roma Club), per non far mai mancare alla gente un volto a cui far riferimento nel dialogo con l'AS Roma. Zanzi dirigente e uomo immagine, dunque, a tutto tondo: da ricordare, due anni fa, la sua presenza al fianco del tecnico Rudi Garcia al convegno "Respect Diversity 2014", organizzato dall'UEFA per la lotta al razzismo. Rapporto ravvicinato, il suo, anche con la stampa: per tante e tante volte il CEO ha introdotto le conferenze di presentazione dei nuovi acquisti, confidando ai giornalisti anche le sue sensazioni a caldo nei minuti successivi ai sorteggi delle coppe europee. Il farsi portavoce della società nelle occasioni più disparate è l'aspetto che ha forse contraddistinto maggiormente gli anni di Zanzi alla Roma.

Tre anni e mezzo molto intensi, dunque, che troveranno la loro conclusione il prossimo 30 giugno: qualunque sia il futuro di Zanzi e della Roma, il volto del Global CEO rimarrà legato a tanti dei progetti avviati e compiuti dalla società giallorossa.