Il tridente delle meraviglie guida la Roma

05.11.2020 08:00 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Budite
Il tridente delle meraviglie guida la Roma
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Dopo un inizio stentato, con due pareggi, di cui uno tolto dal giudice sportivo, la Roma ha ingranato la marcia. Tre vittorie in campionato, una in Europa League e i pareggi contro Milan e CSKA Sofia. I giallorossi sono cresciuti di partita in partita, trovando le proprie certezze e aumentando l'entusiasmo. A guidare la squadra di Fonseca c'è il trio delle meraviglie in attacco, il tridente composto da Mkhitaryan, Pedro e Dzeko. Qualità ed esperienza, i tre tenori si fanno sentire e stanno guidando la stagione giallorossa sui giusti binari. I tre sono entrati in ben 11 dei 15 gol stagionali firmati dai giallorossi, il 73% delle reti complessive. Sono tre pedine fondamentali per Paulo Fonseca, praticamente irrinunciabili. Tre leader su cui poggia gran parte delle aspirazioni giallorosse per questa stagione.

FURIA GIALLOROSSA - L'impatto di Pedro sulla Roma è stato a dir poco devastante. Arrivato con qualche interrogativo di troppo, per via di un problema alla spalla, l'ex Chelsea ha subito spazzato via qualsiasi riserva, calandosi alla perfezione nel nuovo contesto. Tra i migliori già contro Verona e Juventus, Pedro ha trovato la prima gioia stagionale contro l'Udinese, siglando il decisivo gol vittoria con una perla da fuori area. Sono già tre i gol siglati dallo spagnolo, gli altri due con Benevento e Fiorentina. Ancora nessun assist, ma due rigori procurati, sempre contro i campani e a Milano, entrambi poi realizzati da Veretout. Pedro è entrato quindi in ben 5 dei 15 gol messi a segno dalla Roma, il 33%. Un terzo dei gol segnati dai giallorossi porta la firma, anche indiretta, dell'ex Barcellona.

L'UOMO-ASSIST - Trascinatore nella seconda parte della scorsa stagione, Mkhitaryan ha ricominciato da dove aveva finito: da leader della Roma. Manca ancora il gol all'armeno, ma sono già cinque gli assist messi a segno dall'ex Arsenal. Uno a Veretout contro la Juventus, due a Dzeko col Benevento, poi quello per il gol decisivo di Kumbulla in Svizzera e infine l'ultimo servito a Pedro contro la Fiorentina. Mkhitaryan non ha mai nascosto la sua passione nel servire i compagni di squadra e in questo inizio di stagione ne sta dando ampiamente prova. Come nel caso di Pedro, un terzo dei gol segnati dalla Roma porta la firma, in termini di assistenza, di Mkhitaryan.

IL CAPITANO - Passano gli anni, ma Dzeko rimane sempre il faro di questa Roma. Dopo un inizio con qualche difficoltà, con qualche errore di troppo sottoporta, soprattutto contro la Juventus, il bosniaco è tornato a fare la differenza. Tre i gol messi a segno finora, due contro il Benevento e uno col Milan, più l'assist per Bruno Peres contro gli Young Boys. Ma la vera differenza la fanno le prestazioni di Dzeko, sempre di altissimo livello.

IL TRIDENTE DELLE MERAVIGLIE - I numeri mostrano il peso del tridente nella Roma, ma non esauriscono il discorso. Dzeko, Mkhitaryan e Pedro hanno realizzato il 40% dei gol della Roma e hanno partecipato al 73% delle reti complessive. 11 gol su 15 totali portano la loro firma, tutti esclusi il rigore di Veretout con la Juventus, le azioni personali di Carles Perez e Spinazzola rispettivamente contro Benevento e Fiorentina e il gol di Kumbulla a Milano. Oltre questi numeri ci sono però le prestazioni, sempre impeccabili dei tre. La Roma ha trovato un tridente importante, tra i migliori in Serie A. Tre giocatori di altissimo livello, con tantissima esperienza e in grado di guidare la squadra con la loro leadership. Certamente la carta d'identità un po' preoccupa, ma finché regge il tridente delle meraviglie la Roma avrà sempre una marcia in più.

Prossima partita: Roma-Cluj, giovedì 5 novembre ore 18:55
Probabile formazione (3-4-2-1): Pau Lopez; Fazio, Kumbulla, Jesus; Bruno Peres, Cristante, Villar, Spinazzola; Pedro, Pellegrini; Borja Mayoral.
Ballottaggi: Pedro/Mkhitaryan Pellegrini/Mkhitaryan.  
In dubbio: -
Squalificati: Mancini.
Diffidati: -
Indisponibili: Pastore (infortunio all'anca sinistra), Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro), Diawara (COVID-19), Calafiori (COVID-19), Santon (fastidio al flessore), Perez (problema al flessore coscia sinistra)