Simone Altobelli: "Spinazzola per me è un top player, so che lo vogliono Real e Tottenham"

20.06.2021 16:30 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Simone Altobelli: "Spinazzola per me è un top player, so che lo vogliono Real e Tottenham"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

L'ex calciatore Simone Altobelli è intervenuto all'interno della trasmissione Bar Forza Lupi in onda su Centro Suono Sport.

Alla Sampdoria hai conosciuto l'attuale CT Roberto Mancini.
"Sono rimasto molto legato a lui, ci sentiamo ancora adesso. Ho un aneddoto da raccontare: quando mi operai dopo la rottura della caviglia e dei legamenti nel 1998 ebbi come regalo il libro di Mancini con la sua dedica. Penso che lui sia la persona più giusta per far crescere l'Italia, è un visionario, ha fatto giocare in Nazionale calciatori che non hanno mai giocato col club".

Si sta prendendo da CT le soddisfazioni che con la Nazionale non ha avuto da calciatore?
"Si, non ha mai avuto un gran feeling con la Nazionale da calciatore. Lui è sempre statoi visto come una testa calda, ma non lo è. Lui è una persona intelligente, lavora molto sul gruppo, lo tutela. Nella testa lui è ancora giocatore e per questo i ragazzi si trovano bene con lui".

La rosa azzurra?
"A Mancini piace il gioco dal basso, fa giocare bene la squadra e al suo interno eleva la qualità del singolo, valorizzandolo. L'Italia fa un gioco corale, partecipano e segnano tutti. Poi ci sono ex calciatori nel suo team, come De Rossi, tutte persone di calcio. La cosa più bella da vedere è l'armonia del gruppo".

Spinazzola?
"Per me è un top player, ma lo dico da quando stava alla Juventus. Fa paura perché riesce a saltare l'uomo negli ultimi 30 metri. Spero che la Roma non lo dia al Real Madrid. Io so che gli spagnoli e il Tottenham vogliono il giocatore. Penso che in questo momento sia al top della forma e sente la fiducia sia della Roma che di Mancini".

Calafiori?
"Anche lui mi piace, ha molta personalità. Si prende le responsabilità e a Roma non è facile".

Florenzi?
"Bisognerebbe stare negli spogliatoi per capire perché non possa restare a Roma, deve essersi rotto qualcosa. Un giocatore del genere, di alto livello, resta fuori solo per qualche problema".