Sawiris: "Siamo stati ad un passo dall'acquistare la Roma". Ma Unicredit smentisce

12.07.2011 14:30 di Yuri Dell'Aquila   Vedi letture
Fonte: Mf-Dj - Centro Suono Sport - Radio IES - Retesport
© foto di Alberto Fornasari
Sawiris: "Siamo stati ad un passo dall'acquistare la Roma". Ma Unicredit smentisce

"Sono un tifoso della Roma e non cambio, resteremo anche se ci sará un cambio della proprietá. Anche mio figlio è un grande tifoso e siamo orgogliosi di essere sponsor". Parola di Naguiib Sawiris, il magnate arabo che, come riporta MilanoFinanza-DowJones, in conferenza stampa ha dichiarato di essere stato vicinissimo ad ultimare l'acquisto della società As Roma, aggiungendo: "Avevamo avviato una trattativa con la banca in cui in pochi hanno preso parte. Siamo stati molto vicini ad una conclusione, poi la banca ha deciso di coinvolgere altri soggetti in un momento in cui avevamo presentato giá un'offerta ed era giá nota. Secondo noi non c'è stato un buon approccio. Oggi c'è un nuovo compratore e noi pensiamo di restare per il momento solo come sponsor".

Il magnate è stato poi intervistato ai microfoni di Centro Suono Sport: "Abbiamo reso nota e presentato la nostra offerta, l'hanno inizialmente accettata ma poi hanno cambiato idea con l' intenzione di affrontare un processo più ampio. Non è di certo stata colpa nostra perchè non siamo noi ad aver sbagliato. Inizialmente abbiamo parlato da soli con la banca ed eravamo comunque vicini alla chiusura. Quello che non ci è piaciuto è che la banca abbia deciso di orientarsi verso altri compratori quando noi eravamo ad un passo dalla chiusura".

Fonti vicine a Unicredit hanno però risposto alle dichiarazioni di Sawiris, come riferisce Radio IES: "La procedura di vendita è sempre stata chiara e non sono state condotte trattative riservate al di fuori di quella nota".

Il responsabile della comunicazione di Unicredit, Renato Vichi, ha parlato a Retesport riguardo le dichiarazioni di Sawiris: "La storia risale ormai ad un anno fa, e Unicredit ha già dato tutte le risposte del caso a tempo debito".