Dalle polemiche ai fatti, dalla discussione sul campo al campo

15.09.2022 22:00 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini
Dalle polemiche ai fatti, dalla discussione sul campo al campo
Vocegiallorossa.it
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

“Sarà la prima volta che giocherò in Finlandia e lo faccio con piacere, curiosità e rispetto. Purtroppo però sarà un altro campo di plastica. Speriamo di avere la fortuna di giocarci presto e non a novembre, altrimenti sarebbe doppiamente dura”. José Mourinho aveva commentato così il sorteggio del girone di Europa League, che aveva messo di fronte alla Roma l’HJK Helsinki. Nella passata stagione la Roma ha sofferto molto le due partite giocate in casa del Bodø/Glimt sul campo sintetico, definito – anche in quell’occasione – “un campo di plastica” dall’allenatore portoghese.

La frase non deve essere piaciuta all’Helsinki, che ieri – dopo la rifinitura svolta all’Olimpico – ha twittato: "La condizione del manto erboso è tutt'altro che la migliore possibile, ma questo non ci infastidisce". Come a voler sottolineare come il campo in erba della Roma sia tutt’altro che migliore del sintetico su cui si giocherà a novembre. Difficile dar loro torto, anche Mourinho e Sarri hanno sottolineato in questo inizio di stagione le pessime condizioni del manto erboso dell’Olimpico, rimarcando come una situazione del genere sia inaccettabile. Se il campo sintetico di Helsinki sarà una preoccupazione di novembre, ora l’attenzione è tutta sull’Olimpico. L’Helsinki potrebbe essere svantaggiato dal campo diverso, per quanto le cattive condizioni del terreno potrebbero avvantaggiare i finlandesi, che giocheranno una partita difensiva, provando a colpire con veloci ripartenze. La Roma, invece, terrà di più il possesso del pallone e le difficili condizioni del campo non aiuteranno il giro palla dei giallorossi. Inoltre, non è neanche corretto dire che l’HJK non sia abituato a giocare su campi in erba . Nel campionato finlandese, infatti, ci sono sia campi sintetici sia campi in erba e anche in Finlandia è aperta la polemica su quale sia il campo migliore. In particolare, l’Helsinki si è spesso lamentato delle condizioni dei campi in erba di altre squadre, troppo rovinati dal clima e dalle tante partite giocate. Dalle polemiche sul campo, al campo, dalle parole ai fatti, questa sera si dovranno mettere da parte le discussioni e l’attenzione sarà tutta sulla partita. La Roma, che punta a passare da prima il suo girone, deve vincere, l’Helsinki proverà a stupire e a regalarsi un’impresa. La parola, ora, passa al campo.