BOSTON - Olsen: "In Svezia sono tutti felici per me perché sanno che la Roma è un grande club"

04.08.2018 18:19 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
BOSTON - Olsen: "In Svezia sono tutti felici per me perché sanno che la Roma è un grande club"
© foto di Vocegiallorossa.it

Alle 16.00 ore italiane (le 10.00 di Boston) di ieri, Robin Olsen ha tenuto la consueta conferenza stampa di presentazione. Vocegiallorossa.it ha seguito l'evento offrendovi la diretta testuale dell'evento.

Cosa rappresenta per te essere qui e come viene raccontato questo in Svezia?
"Prima di tutto è un piacere essere qui, un grande passo per la mia carriera, è stata una scelta facile. In Svezia sono tutti contenti perché sappiamo che la Roma è un grande club".

Quando hai eliminato l'Italia immaginavi che saresti venuto in Serie A? Sensazioni in questi primi giorni?
"Fu un match speciale per noi, molto duro, era difficile,siamo stati contenti ed è strano vedere che mi abbiano voluto lo stesso in Italia, dopo quanto accaduto (ride ndr). Abbiamo fatto il nostro lavoro e reso felici gli svedesi. Qui negli USA è tutto molto bello, abbiamo fatto diversi allenamenti molto intensi. Poi il match contro il Barcellona, sta andando tutto alla grande".

Quali sensazioni ha nel raccogliere l'eredità di Alisson?
"Alisson è un portiere fantastico, ho un grande rispetto per lui ma il club ha scelto di prendere me. Si parla molto di questo, ovviamente, ma è tempo di concentrarsi sul mio lavoro qui".

Quale è la tua migliore caratteristica?
"Ho esperienza in Champions e nel mondiale. Do sempre tutto, anche in allenamento, e lotto per quello che voglio".

Sensazioni sui primi giorni di lavoro con il preparatore Savorani?
"Penso sia bravo con noi, è duro, ti parla direttamente, non nasconde le proprie emozioni e ti dà così l'opportunità di migliorare. Mi piace questo tipo di preparatore".

Pensi di poter migliorare con Savorani o pensi di mantenere il tuo stile scandinavo?
"Voglio migliorare con Savorani. Tutto è nuovo qui, mi confronto con stili diversi ma quando si riesce a fare un mix tra la tecnica scandinava e quella italiana c'è una crescita del portiere. Mi piace lo stile di Savorani".