Juventus-Roma 2-0 - La moviola: Rabiot stende Villar, era rigore per i giallorossi

06.02.2021 19:40 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
Juventus-Roma 2-0 - La moviola: Rabiot stende Villar, era rigore per i giallorossi
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Vocegiallorossa.it vi propone la lettura di alcuni episodi del match. L'arbitro si può avvalere del VAR (video assistant referee) e del suo assistente per quattro tipologie di casi: controllo della regolarità dei gol, possibili falli da calcio di rigore, possibili cartellini rossi diretti e scambi di identità di destinatari di provvedimenti disciplinari.

SECONDO TEMPO

62' - Situazione singolare: Ronaldo simula di aver subito fallo su un contrasto di Mancini, la Roma non riesce a concretizzare l'azione d'attacco e allora Orsato fischia la punizione e ammonisce il portoghese.

54' - Arriva un'ammonizione per Kumbulla, che commette fallo da dietro su Morata che stava ripartendo: provvedimento corretto.

PRIMO TEMPO

41' - Proteste della Roma dopo un calcio di punizione battuto con Cristiano Ronaldo non a distanza regolamentare, che devia il pallone: clamoroso abbaglio di Orsato che non ferma il gioco. La distanza, infatti, deve essere sempre rispettata, non solamente quando il gioco riprende con il fischio dell'arbitro.

37' - Giusto anche il giallo ad Arthur, che stende da dietro Mkhitaryan che stava viaggiando palla al piede.

35' - Corretta l'ammonizione inflitta a Mancini, che con un fallo interrompe un contropiede che Rabiot stava lanciando.

15' - Villar va giù in area dopo un contrasto con Rabiot, che col piede sinistro lo aggancia prima di prendere il pallone: manca un rigore alla Roma.

10' - Fischiato un fuorigioco a Cristiano Ronaldo, col piede di poco oltre la linea mediana: decisione corretta.

9' - Chiellini sbroglia una situazione pericolosa calciando il pallone verso Szczesny, che blocca con le mani. La discriminante è la volontarietà, che Orsato non ravvisa, non fischiando il calcio di punizione indiretto per la Roma. Decisione dubbia, ma probabilmente corretta.