Maria Sensi: "Guai a chi mi tocca Di Francesco. Pallotta dovrebbe ammettere che sono i tifosi ad avercela con lui"

15.09.2017 16:45 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Maria Sensi: "Guai a chi mi tocca Di Francesco. Pallotta dovrebbe ammettere che sono i tifosi ad avercela con lui"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Maria Sensi è intervenuta sulle frequenze di Radio Radio.

"Guai a chi mi tocca Di Francesco. Ha il culto del lavoro, lo dico con cognizione di causa. Quando cambia un tecnico e cambia un sistema di gioco i giovani sono pronti al sacrificio mentre ai più esperti costa di più perché dovrebbero lavorare di più. I giovani si vogliono affermare. I giovani della Lazio vogliono affermarsi, per esempio, così vanno via. Devono dare tempo a Di Francesco. A Boston giocavano dentro a quei palloni enormi, con cui si scontravano, non hanno avuto il tempo. La stampa? La Roma ora ha anche il giornale dato che lì lavorano persone accostate alla Roma in tutto e per tutto. Qui ci voleva mio marito, che diceva la verità. Il presidente dovrebbe ammettere che sono i tifosi ad avercela con lui, non la stampa, escluse due o tre radio. Chi dà sempre ragione alla società va invece bene. Forse mio marito ha sbagliato a non fare così dato che loro hanno tutta la stampa a favore, forse saremmo ancora lì noi. Il presidente dovrebbe avere il coraggio di dire di aver sbagliato a non dare i soldi per comprare alcuni giocatori oppure dovrebbe dire che c'è la possibilità di fare ulteriori acquisti. Come tifosa lo dico, soffro da morire e mi spiace per Di Francesco, non è giusto. Quelli del Sassuolo gli andavano dietro, diamo tempo ai giocatori della Roma".