Gervinho: "Mondiali? Voglio superare il primo turno. Il mio momento deve ancora arrivare"

14.01.2014 18:00 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Fonte: fr.fifa.com
Gervinho: "Mondiali? Voglio superare il primo turno. Il mio momento deve ancora arrivare"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

L'attaccante giallorosso Gervinho ha parlato della sua esperienza con la nazionale ivoriana:

Punto fondamentale per la Costa D'Avorio?
“So di essere un giocatore importante per la squadra. Ci sono poi giocatori che stanno in Nazionale da più tempo di me, penso a Drogba, Kolo Toure, Zokara e Boubacar Barry. Ascolto i loro consigli ma anche io delle volte mi faccio sentire in campo”.

La gara di andata contro il Senegal (3-1) il momento migliore della tua avventura con la Costa D'Avorio?
“No, ho avuto anche altre circostanze importanti con la maglia ivoriana. Non è stato il punto più alto, anche se è stato veramente importante, mi sono molto divertito. Ogni partita con la Nazionale è un piacere, per me indossare questa maglia è importante, amo anche il suo colore: bianco-arancio-verde è bellissimo”.

Ricordi la semifinale della Coppa d'Africa 2012 contro il Mali, vinta per 1-0?
“Non più. Il mio grande momento deve ancora arrivare. Voglio vincere una coppa con la Costa D'Avorio, senza segnare necessariamente il gol partita. Questo grande momento spero di viverlo in futuro, perché ancora non è arrivato”.

Credi alla Coppa del Mondo?
“Spero di arrivare il più lontano possibile. La Coppa del Mondo è un sogno e un'altra sfida, ci sono altri giocatori e altre selezioni più forti. Il mio obiettivo principale è quello di passare il primo turno. Spero di vincere qualcosa con i miei compagni, anche una Coppa d'Africa, prima che il mio tempo in Nazionale finisca. È un trofeo che ci manca dal 1992, spero di vincerlo prossimamente”.

La finale di Coppa d'Africa del 2012 persa contro lo Zambia il tuo peggior momento in Nazionale?
“Ah, l'avevo dimenticato (ride, ndr). Non è stato il peggiore, anche se è stato un momento di grande tristezza, perché è stato un peccato non vincere la competizione anche alla luce del mio errore dal dischetto. Spero che la prossima volta possiamo riscattarci”.

Te la sentivi di tirare il rigore?
“No. Ma il mio ct Zahoui mi ha chiesto di prendere una decisione e l'ho fatto. Ero così concentrato che alla fine ho sbagliato. Il rigore non è nel mio stile, ma quando uno fa di mestiere il calciatore li deve saper tirare. Così, da quel momento, mi sto allenando a tirarli”.

Potresti affrontare il tuo compagno nella Roma Benatia nella prossima edizione della Coppa d'Africa...
“Sì ma è ancora lontana questa Coppa d'Africa. Prima bisogna finire in bellezza con il club, poi c'è il Mondiale e infine la Coppa d'Africa... Lui è già qualificato, io devo combattere di nuovo”, le sue parole rilasciate a fr.fifa.com, versione francese del sito della Fifa.

FR.FIFA.COM, GERVINHO: "IL MIO MOMENTO DEVE ANCORA ARRIVARE"