Garcia: "Abbiamo sofferto come mai all'Olimpico"

17.03.2014 23:19 di Gabriele Chiocchio  Twitter:    vedi letture
Garcia: "Abbiamo sofferto come mai all'Olimpico"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Garcia a Sky Sport

“Partita bella e complicata? Sì abbiamo fatto tante belle cose ma anche sofferto troppo, come mai prima qui. Così è il calcio, questa sera è andata in scena l'arte di mettersi in difficoltà da soli. Ma abbiamo trovato i tre punti e questo è quello che conta. Potevamo segnare di più, ma senza un grande De Sanctis potevamo anche subire. Totti e Destro insieme? Abbiamo segnato tre gol e potevamo farne altri, quindi sono contento della partita dei tre attaccanti. Sappiamo che il capitano era al rientro, non aveva una gara intera nella gambe, ma oggi ha illuminato il gioco. Se eravamo lunghi? Sì, bisogna sempre accompagnare le azioni d'attacco e la linea difensiva deve essere alta, oggi forse non lo abbiamo fatto bene, ma abbiamo comunque fatto troppi errori. Io però sono contento del gioco, non dimentichiamo che mancavano De Rossi e Strootman. L'Udinese ci ha sempre creduto? È vero, noermalmente dopo il 3-1 la partita è chiuso, oggi no. Bisogna essere più efficaci davanti e più cattivi in difesa. Dodò difficile da decifrare? Lui è un terzino che può attaccare di più e meglio, ma è molto concentrato sulla fase difensiva e ha ragione su questo. Dall'inizio della stagione è migliorato molto, ma deve ancora allenarsi molto per migliorare ancora. Se bisogna inventarsi qualcosa per sostituire Strootman? No, abbiamo Nainggolan e Taddei che stanno giocando ad poco tempo, loro hanno bisogno di giocare per capire bene gli altri compagni. Sul pian del gioco abbiamo giocato molto bene. Il fatto è che non si può giocare bene e regalare contemporaneamente occasioni agli avversari. Un messaggio a Strootman? Lui lo sa qual è il nostro messaggio. Lo aspettiamo per la Champions perché speriamo di raggiungere questo obiettivo”.

Garcia a Mediaset Premium

"Non è mai facile giocare l’ultima partita, soprattutto quando gli altri hanno già giocato e vinto. Abbiamo creato gioco, ma abbiamo regalato troppo all’avversario: l’Udinese ha qualità, ma è anche un problema di concentrazione, con troppi passaggi sbagliati. Oggi c’è stata l’arte di mettersi in difficoltà da soli. Preferisco questo atteggiamento di stasera: si può aggiustare la difesa, ma se non crei gioco… Potevamo segnare tre gol in più, ma anche subirne una in più. Bravo De Sanctis. Totti? Lui ha illuminato il nostro gioco: è una buona notizia vederlo con i compagni. Se sono soddisfatto? C’è sempre qualcosa da rivedere, ma dobbiamo preparare la partita contro il Chievo. Dobbiamo sbagliare meno su alcune cose facili. Il duello col Napoli? Preferisco stare qua che indietro: sono 4 punti, abbiamo vinto lo scontro diretto. La gara col Parma non è statat giocata e quindi neanche vinta. Calo mentale o fisico? E’ più facile risolverlo, intanto. Una gara si gioca su ogni secondo. E tutto ciò senza De Rossi e Strootman. La difesa? E’ una squadra senza molti assenti, dobbiamo imparare a giocare senza Kevin. Se ho visto il gol vittoria del Napoli? No, per fortuna non ho visto".

Garcia a Rai Sport

"Abbiamo sofferto in questa partita e in questo secondo tempo di più in questa partita che in 15 partite qui all’Olimpico. Oggi abbiamo avuto tante occasioni e mi fa piacere aver visto questa Roma segnare e dico che lavoreremo sul piano difensivo questa settimana. Non possiamo cambiare il passato, abbiamo regalato troppo stasera, l’arte di mettersi in difficoltà da soli stasera. Se Destro giocherà ancora? Come Totti, come Gervinho, come Ljajc e come Federico Ricci in attacco. Le assenze? Sopratutto abbiamo giocato con un centrocampo nuovo, dobbiamo imparare a giocare senza Kevin Strootman e Nainggolan è arrivato a gennaio, Rodrigo Taddei anche lui non ha giocato molto ma abbiamo visto nell’occasione del possibile 2-2 che Morgan De Sanctis ha fatto una grande parato. Abbiamo giocato molto bene ma abbiamo fatto anche delle cose brutte stasera".

Garcia in conferenza stampa

"Una partita strana, abbiamo creato tanto e giocato bene, ma anche regalato tanto all’avversario. Per frotuna De Sanctis ha fatto una grande gara. Mi è piaciuto segnare 3 gol e poterne segnare 2-3 di più, è più facile risolvere i problemi in attacco. Sono soddisfatto. Florenzi? Non è un giocatore difensivo, può giocare più al posto di Pjanic, che ha un altro ruolo. La squadra mi è piaciuta senza questi tre assenti, ma dobbiamo dare più tempo a questo centrocampo per avere più equilibrio, e abitudine a giocare insieme soprattutto. Quando uno sbaglia non è un problema tattico, ma di concentrazione: abbiamo regalato troppo stasera. Il cambio di Bastos? Non faccio mai un cambio quando l’avversario ha la palla, il cambio di Romagnoli è avvenuto in una situazione differente. Totti porta gol? Una buona analisi (ride, ndr). Va bene così, è difficile creare occasioni e stasera l’atteggiamento della squadra mi è piaciuta. normalmente sul 2-0 la partita è chiusa, non dibbiamo addormentarci ed essere concentrati. Questo è stato il nostro problema. Dodò e De Sanctis? Morgan ha fatto due grandi parate e su un nostro errore".

Garcia a Roma Channel

"De Sanctis? Per fortuna era al 100%, non ha sbagliato nulla. Abbiamo sbagliato cose facili, ma è una buona cosa per i ragazzi. Quando rivedremo questa partita diremo che nulla è facile e che nel calcio e serve concentrazione. La vittoria del Napoli mi ha caricato tanto. Dobbiamo anche dire che l’Udinese non ha mollato. Totti mi ha stupito sul piano fisico, mi aspettavo un calo prima ma stasera ha illuminato il gioco della Roma. Mi è piaciuto il fatto che ha segnato, ma anche Mattia lo ha fatto. Sono buone notizie per noi. Gervinho? Crea tanto, sul primo e sul secondo gol lui crea la giocata, l’ultimo o il penultimo passaggio è il suo, non deve mollare, deve raggiungere con noi l’obiettivo di arrivare almeno secondi".