Fonseca: "Abbiamo mostrato personalità. Dzeko-Mayoral? Non siamo preparati per giocare con due attaccanti"

23.04.2021 08:00 di Vincenzo Pennisi   Vedi letture
 Fonseca: "Abbiamo mostrato personalità. Dzeko-Mayoral? Non siamo preparati per giocare con due attaccanti"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il tecnico della Roma Paulo Fonseca ha analizzato ieri la gara contro l'Atalanta:

Fonseca a DAZN

Perché non vincete contro le big?
“Non è mai facile giocare contro questo tipo di squadre. Abbiamo sbagliato nei momenti decisivi, la squadra ha giocato bene ma non abbiamo vinto. Abbiamo affrontato una grandissima squadra”.

Preoccupato per la sofferenza o contento per il pareggio?
“L’Atalanta veniva da un bel periodo, abbiamo rischiato pressando alti, abbiamo rischiato di più e potevano segnare. Abbiamo sbagliato quando perdevamo i palloni e nella marcatura preventiva, penso che non sia facile giocare contro l’Atalanta. La squadra, però, ha dimostrato personalità”.

La partita di Cristante?
“L’ho messo su Malinovskyi, poi come ho detto abbiamo sbagliato un po’ di cose, penso che Cristante abbia fatto una buonissima partita. La marcatura preventiva devono farla tutti, ci sono stati errori”.

Dare spazio a Dzeko-Borja Mayoral?
“La squadra non è preparata per giocare con due attaccanti, ci abbiamo provato ma non mi è piaciuto”.

Non possono giocare insieme per una questione tattica?
“Cambi modi di giocare e l’identità della squadra, noi abbiamo solo un giorno per preparare le sfide e cambiare in questo momento è complicato”.

Dove avete sofferto?
“L’Atalanta ha giocato molto bene, quasi nessuna squadra tiene la palla contro l’Atalanta. Marcano bene e uomo contro uomo, non è facile uscire da questa forte pressione individuale, non abbiamo avuto tante occasioni nel primo tempo, è anche merito loro”.

A che punto è la Roma in vista del Manchester United?
“Abbiamo superato l’Ajax che è una squadra fortissima e non abbiamo avuto molto la palla. Non è facile tenere il possesso palla contro l’Atalanta, per me è importante controllare la partita”.

Fonseca a Sky Sport

Soddisfatto della reazione?
"Non sono soddisfatto perché non abbiamo vinto, ma sono soddisfatto della reazione. Abbiamo fatto una partita rischiosa, abbiamo fatto bene perché l'Atalanta non ha mai iniziato l'azione. Abbiamo lasciato però troppi contropiedi all'Atalanta, ma la squadra ha giocato con personalità contro una squadra fortissima".

Il primo tempo?
"Hanno avuto delle occasioni in contropiede, abbiamo sbagliate le marcature preventive. Però ho sentito sempre la squadra sul pezzo, sapevano che era importante giocare. I ragazzi hanno lottato molto".

Si deve ancora crescere in vista del Manchester?
"Questa partita mi ha dato segnali positivi, la squadra ha dimostrato personalità. Ora pensiamo al Cagliari, possiamo recuperare alcuni infortunati e poi vogliamo arrivare bene al Manchester".

Contro il Manchester si può prendere riferimento alla gara che ha fatto il Milan?
"Il Milan ha fatto due buone partite, io ho visto quasi tutte le partite del Manchester. Ora dopo il Cagliari inizierò a preparare al meglio la gara col Manchester, ma tutte le squadre che hanno giocato contro il Manchester lo hanno fatto in diversi modi e dovremo farlo nel migliore dei modi".

Fonseca a Roma TV

Il match?
"Abbiamo preparato una partita rischiosa, non abbiamo lasciato costruire l’Atalanta. Il problema è stato il contropiede e le nostre marcature preventive, loro hanno giocatori di grande qualità. Penso che la squadra ha dimostrato sempre personalità, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. Dopo l’espulsione abbiamo avuto diverse occasioni per fare gol”.

Sulle verticalizzazioni.
“Era importante arrivare veloci nella zona di finalizzazione, abbiamo creato diverse occasioni per fare il 2-1”.

Sui recuperi.
“I segnali sono tutti positivi, vediamo domani ma penso che possiamo recuperare giocatori anche per la gara con il Cagliari”.

Giocare a 4 è stata una prova per Manchester?
“Non ho pensato alla partita con il Manchester, pressare una squadra come l’Atalanta più in avanti era importante avere un giocatore come Cristante. In certi momenti poteva andare avanti e in altri momenti si poteva abbassare sulla linea dei difensori. Non so se faremo così anche contro il Manchester, non ci ho pensato. Cristante ha fatto una grandissima partita. La squadra ha mostrato aggressività  coraggio, non è facile tenere la palla contro l’Atalanta. Abbiamo dato una dimostrazione di personalità che mi è piaciuta”.

Fonseca in conferenza stampa

Tanta sofferenza?
“Non sono d’accordo. Non è facile affrontare una squadra come l’Atalanta. Ha vinto nove delle ultime dieci partite e noi abbiamo deciso di rischiare e pressare alto. Avevamo il problema dei loro contropiede. Nel primo tempo abbiamo comunque dimostrato personalità e nella ripresa, anche prima dell’espulsione, eravamo messi meglio”.

Spesso giocavate lanciando lungo, come mai?
“Sono situazioni diverse. Ho visto una squadra giocare contro l’Atalanta. La squadra giocava lungo solo quando c’era pressione in fase di costruzione, ma iniziare a giocare sempre dal basso con una squadra come l’Atalanta diventa rischioso. In determinati momenti non si può rischiare tanto, per questo andavamo su Dzeko”.

Sul primo gol preso.
“Non possiamo lasciare liberi i giocatori. Il nostro problema è sempre stato il contropiede, la marcatura preventiva non ha funzionato. Non reagivamo bene dopo aver perso il pallone. In termini di organizzazione abbiamo fatto bene”

Quanta fiducia può dare questa prestazione in vista del Manchester United?
“Abbiamo prima il Cagliari che vogliamo preparare per vincere, ma la squadra ha dato segnali positivi. Giocare contro l’Atalanta non è facile”.

C'è rammarico per non aver portato a casa i tre punti nel finale?
“Nel finale con un uomo in più abbiamo avuto le occasioni per fare il 2-1, ma dobbiamo essere onesti perché l’Atalanta nel primo tempo ha avuto tante occasioni. Il pareggio è un risultato giusto”.