De Rossi: "Il rinnovo? I tifosi sapranno tutto perché mi hanno dato tutto. Vincere a Roma è la cosa più importante"

14.01.2012 23:17 di Greta Faccani   Vedi letture
De Rossi: "Il rinnovo? I tifosi sapranno tutto perché mi hanno dato tutto. Vincere a Roma è la cosa più importante"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

De Rossi a Sky
“Decideranno quando dovremo tornare. Se ci sarà una semifinale di Coppa Italia, non giocheremo, come speriamo. Sapevo che ero diffidato, è stato un gol importante perché il campo ha finito di rovinarsi, sarebbe stato difficile continuare. Non è un campo adatto alla Roma, ma anche al Catania. E’ molto tecnica anche se medio-piccola. Le regole non le ho capite bene, non so se potrò giocare il recupero, ma ci saranno i miei compagni. Il rinnovo? La parola fine la metteremo quando decideremo di rendere pubblico ciò a cui stiamo lavorando. L’ho detto due mesi fa, io sarò il primo a venire da voi a spiegare ai tifosi che hanno il diritto di sapere perché mi hanno dato tutto. Dire cose per dire non si fa. Sta diventando una telenovela e a me non piace, non ha senso e non voglio. Appena sapremo qualcosa... Poi la società è obbligata a dirlo”.

De Rossi a Mediaset
"L’abbraccio con Totti? Che questa squadra mi sia nella pelle è evidente e mi sembra inutile ripeterlo. Se ho le idee chiare? Sì senz’altro, ma non significa che le situazioni sono chiuse o sono aperte. A prescindere dal fatto che la squadra stia raccogliendo i frutti e i risultati si vedono sul campo, per me vincere a Roma è la cosa più importante, è il mio sogno, ancora vorrei tornare indietro a quello scudetto perso. Non ho già rinnovato, questa è una tua supposizione. L'amore che io ho per questa squadra non pregiudica delle decisioni importanti che magari uno potrebbe prendere. Però questo non vuol dire niente. Non sono un animale da riflettore: spero di andare sui giornali per le prestazioni, il resto mi infastidisce. Quando tutto diventa supposozione, illazione, scoop tirati a campare, lezioni di inglese, contratti firmati... Così diventa complicato essere sereno per me e fare una cronaca corretta per voi.... Ho un problemino da Udine e ho bisogno di un po’ di riposo e questa era la settimana migliore, però fino a sabato c’è tempo e giocheremo anche questa. L’idea di far giocare un centrocampista dietro al mister non dispiace, però abbiamo anche difensori forti. Io mi diverto in qualsiasi ruolo. Non è la prima volta che la Roma incappa in una serie di risultati buoni, dobbiamo riuscire a mantenere la stessa tensione anche quando le cose vanno male La Coppa Italia? Ne abbiamo solo due, dobbiamo giocarci la Coppa Italia come fosse la nostra Champions League".

De Rossi alla Rai
"Cosa significa il bacio alla maglia? Mi è venuto spontaneo, non salterò nemmeno la prossima partita. Ha fatto bene l’arbitro a sospendere la gara, anzi avrebbe potuto anche farlo prima. Per la prossima partita ci alleneremo per partire forte. Spalletti ha detto che resterò qui se alle spalle c'è un progetto vincente? Non c’è nessun altro allenatore che mi conosca come lui...
Luis Enrique? La sua grande qualità è stata quella di capire che tipo di gioco  tirare fuori da questa squadra e noi siamo riusciti a capirlo bene. Per quanto riguarda la mia posizione in campo io posso giocare sia in attacco che in difesa, la nostra caratteristica è che ognuno di noi può ricoprire tanti ruoli".