Conferenza stampa - Cristante: "De Rossi si sta rivelando la soluzione giusta. Futuro? Non sento questa esigenza di muovermi. Abbiamo una bella consapevolezza europea". VIDEO!

22.02.2024 08:01 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Bryan Cristante
Bryan Cristante
© foto di Andrea Gonini-Vocegiallorossa

Queste le parole di Bryan Cristante, centrocampista della Roma, in conferenza stampa ieri alla vigilia del match contro il Feyenoord, valevole per il ritorno dei playoff di Europa League:

Record assoluto di presenze allo stadio Olimpico: quanto può fare la differenza?
“La fa sicuramente, l'ha fatta negli ultimi anni è sempre uno spettacolo giocare con lo stadio così pieno, dobbiamo solo ringraziare tutti i tifosi che creano un’atmosfera così all’Olimpico, l’unico modo per ripagare questo regalo è vincere e passare il turno”.

Hai cambiato ruolo in questa stagione, giochi da mezzala con inserimenti. È un ruolo che ti piace, è una nuova scoperta oppure preferisci fare il playmaker?
“Non è una scoperta perché ci ho giocato fino a pochi anni fa, mi sono adattato con esperienza e con tante partite a capire cosa chiede un ruolo e l'altro, ormai penso di saper gestire le diverse richieste tra i due ruoli, quindi non c’è problema tra l'uno e l'altro”.

Ti immagini qui anche alla fine della carriera o hai l’esigenza di fare un’esperienza diversa?
“Qui sono contento, sono tanti anni che sono qui, è un posto dove mi trovo bene e sto bene con la squadra, sono concentrato sul fare bene adesso, sul chiudere bene la stagione e raggiungere gli obiettivi di squadra, siamo ancora in corsa per tutto. Non sento necessità di muovermi, poi sappiamo il calcio com’è ma non ho questa esigenza particolare”.

Come hai trovato De Rossi come allenatore? Ti hanno fatto effetto le sue urla a Frosinone all’intervallo?
“L’ho trovato bene, il mister è arrivato e non ha bisogno di presentazioni a nessuno perché lo conoscono tutti. Non è facile arrivare a metà stagione, era una situazione un po' difficili, con giocatori che aveva già conosciuto, poteva avere le sue insidie ma penso abbia trovato gli equilibri perfetti dal pirmo giorno per gestire il gruppo e la situazione che era tutt’altro che semplice. Siamo contenti di quello che stiamo costruendo giorno dopo giorno, sono idee nuove e situazioni nuove. Si sta rivelando la soluzione giusta, è stato preso dalla società in un momento difficile, poteva sembrare azzardata come scelta, è stato un grandissimo giocatore magari non con grande esperienza come allenatore e invece penso che si stia rivelando la scelta giusta”.

Hai vissuto grandi cavalcate europee con la Roma, siete consapevoli di poter arrivare fino in fondo?
“Chiaramente, giocando tante gare europee guadagni consapevolezza nelle gare da dentro e fuori, ogni partita è una storia a sé ma abbiamo una bella consapevolezza europea e nei momenti delicati sappiamo la scelta giusta da fare. Sarà una gara secca e dobbiamo mettere in campo la nostra esperienza”.

Credete a un’altra finale?
“Certo, è uno dei nostri obiettivi e abbiamo la possibilità di farlo. Siamo una squadra forte, ci troviamo benissimo con l’allenatore e vogliamo arrivare in finale e vincerla. Ci proveremo”.