Collovati: "Inter-Roma non è una gara così scontata. Inzaghi si gioca il posto"

01.10.2022 15:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Collovati: "Inter-Roma non è una gara così scontata. Inzaghi si gioca il posto"
Vocegiallorossa.it

Fulvio Collovati, doppio ex di Inter e Roma, è intervenuto a “Bar Forza Lupi”, trasmissione in onda su Centro Suono Sport. Queste uno stralcio delle sue dichiarazioni:

Il tuo passato alla Roma?
“Sono stati due anni indimenticabili nonostante non siano state grandi stagioni. In realtà siamo anche arrivati terzi o quarti in un campionato dove c’era il Napoli di Maradona e il Milan degli olandesi, la mia Roma è stata sottovalutata. Oggi se arrivi terzo o quarto fai una grande festa perché vai in Champions League, all’epoca solo una si qualificava per la Coppa dei Campioni”.

Quanto è importante un allenatore come Mourinho?
“È fondamentale avere giocatori e tecnici di primissima qualità, pensiamo anche a chi c’era nel secondo scudetto. Il carisma dell’allenatore è importante, Mourinho e Liedholm sono completamente diversi, Liedholm non si alzava mai ma emanava carisma solo con lo sguardo. Mourinho ha capito come sia la piazza di Roma, che ha bisogno di un gladiatore e si identifica perfettamente con la Roma. I giocatori scelgono la Roma nonostante faccia fatica a lottare per lo scudetto, se gli costruiscono la squadra che ha in testa sicuramente arriverà a lottare per lo scudetto”.

Perché c’è meno differenza tra le grandi e le piccole squadre?
“Mourinho ha ragioni quando dice che ci sono bravi allenatori, penso a Gotti, a Sottil. In Italia c’è una scuola importante, poi ci sono proprietà importanti come quella dell’Atalanta e dello Spezia che hanno un fondo americano, oppure la famiglia Pozzo dell’Udinese che è una società solida che fa Serie A da oltre 30 anni”.

Inter-Roma?
“È una partita delicata per la Roma, se l’Inter dovesse perdere si metterebbe male per Inzaghi che è stato abbastanza contestato, rischia il posto. Mourinho gioca in trasferta, è una partita complicata per tanti motivi, però all’Inter mancano Lukaku e Brozovic. Non è una partita così scontata, è aperta a 360°. In passato ci sono stati sempre tanti gol nelle partite tra di loro, secondo me può succedere di tutto ed è difficile pronosticare qualcosa”.