COVID-19 - Superato il milione di vaccini in Italia. 16,146 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Pochettino positivo. Le consegne dei vaccini Pfizer subiranno dei rallentamenti. D'Amato: "Da domenica Lazio in zona arancione"

15.01.2021 20:31 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Come di consueto, il Ministero della Salute ha condiviso il bollettino contenente gli aggiornamenti relativi al Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore. Sono 16.146 i tamponi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 477. Entrambi i dati sono in calo rispetto a ieri, quando si erano registrate 522 vittime e 17.246 nuovi casi. Si segnala un calo delle terapie intensive (-35) e dei ricoveri ordinari (-269). Crolla il rapporto positivi/tamponi che si attesta al 6%.

20:32 - Come comunica la struttura Commissariale per l'emergenza Covid diretta da Domenico Arcuri "Alle 15,38 di oggi la Pfizer ha comunicato unilateralmente che a partire da lunedì consegnerà al nostro Paese circa il 29 per cento di fiale di vaccino in meno rispetto alla pianificazione che aveva condiviso con gli uffici del Commissario e, suo tramite, con le Regioni italiane. Non solo: ha unilateralmente deciso in quali centri di somministrazione del nostro Paese ridurrà le fiale inviate e in quale misura. Analoga comunicazione è pervenuta a tutti i Paesi della Ue. La Pfizer ha altresì annunciato che non può prevedere se queste minori forniture proseguiranno anche nelle prossime settimane, ne' tantomeno in che misura".

19:26 - Mauricio Pochettino è risultato positivo al coronavirus dopo il test effettuato nelle ultime ore. Come comunica il Paris Saint-Germain, il tecnico rispetterà il protocollo e andrà quindi subito in isolamento e sarà soggetto al protocollo sanitario appropriato. Al suo posto, nella trasferta contro l'Angers, ci saranno i suoi assistenti Jesus Perez e Miguel D'Agostino.

19:03 - Nelle ultime 24 ore, nel Regno Unito, sono aumentati sia i morti che i nuovi casi di coronavirus. I decessi sono 1.280 a fronte dei 1.248 di ieri e i nuovi positivi sono stati 55.761, mentre ieri erano stati 48.682. Il numero totale di decessi dall'inizio della pandemia sale a 87.295. 

18:33 - Le consegne dei vaccini Pfizer ai Paesi dell'Ue subiranno ritardi a causa di lavori presso l'impianto in cui vengono prodotti. Lo ha confermato la stessa casa farmaceutica, precisando che le consegne rallenteranno il tempo necessario per modificare il processo di produzione e aumentare il ritmo le settimane successive

18:04 - CLICCA QUI per leggere il bollettino di oggi.

17:42 - Sono 1.002.044 i vaccinati in Italia. Le donne sono 627.474, gli uomini 374.570. Il dato, aggiornato alle 17.15 di oggi, è contenuto nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria.

17:00 - Il premier britannico, Boris Johnson, ha lanciato un appello a rispettare il lockdown nazionale. Nel Paese il numero di morti per Covid continua a crescere in modo sostenuto, mentre i nuovi casi diminuiscono. "Vi prego di pensarci veramente due volte prima di uscire da casa questo fine settimana: fatelo solo se assolutamente necessario", ha detto Johnson in un video postato su Twitter. Gli ultimi dati mostrano una impennata del 50 per cento dei morti a livello settimanale ma non è ancora finita: il picco è previsto tra una settimana/dieci giorni

16:15 - Il laboratorio americano della Pfizer ha avvertito che dalla prossima settimana ci sarà un calo nelle consegne di vaccini anti-Covid in Europa, in attesa di migliorare le proprie capacità di produzione. Lo ha reso noto l'Istituto norvegese di sanità pubblica.

15:34 - Massimo Galli, direttore del dipartimento malattie Infettive dell'ospedale Sacco ha parlato ai microfoni di Sky TG24, bocciando le linee guida del governo: "Il sistema a colori che è stato applicato, con le caratteristiche che ha avuto fino ad ora, non ha funzionato. Non ha funzionato soprattutto per la concezione, quasi automatica, delle riaperture al raggiungimento di certi parametri, prima che questi in realtà si consolidassero".

14:56 - I ragazzi delle scuole superiori delle regioni gialle e arancioni torneranno in presenza al 50% da lunedì 18 gennaio: è quanto prevede il nuovo Dpcm firmato dal premier Conte. Per quel che riguarda le zone rosse, invece, si andrà avanti con la didattica a distanza. Lo riporta l'Ansa.

14:19 - Si osserva un aumento complessivo del rischio di una epidemia non controllata e non gestibile nel Paese dovuto ad un aumento diffuso della probabilità di trasmissione di SARS-CoV-2 in un contesto in cui l'impatto sui servizi assistenziali rimane alto nella maggior parte delle Regioni/PPAA. Lo riporta l'Ansa, citando la bozza del monitoraggio settimanale del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità.

13:30 - L'indice di trasmissibilità RT medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,09 (range 1,04-1,13) in aumento da cinque settimane. Lo evidenzia la bozza del monitoraggio settimanale ministero della Salute-Istituto supeiore di sanità- 

13:00 - Nelle strutture sanitarie della Lombardia, nella giornata di ieri, sono state effettuate 21.488 vaccinazioni anti-Covid. Lo comunica la Regione. Il dato complessivo sale quindi a 148.971 somministrazioni dall'inizio della campagna, e comprende anche 835 vaccinazioni effettuate nei giorni scorsi e rendicontate ieri.

12:40 - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo decreto della presidenza del Consiglio con le restrizioni anti contagio da Covid-19 che saranno in vigore da domani al 5 marzo. 

12:20 - Cresce la preoccupazione, fra gli scienziati britannici per la possibile virulenza e le incognite legate a una nuova, ulteriore mutazione del coronavirus riscontrata di recente in Brasile. "Le varianti brasiliane sono in realtà due", ha spiegato alla Bbc la professoressa Wendy Barclay, capo del G2P-UK National Virology Consortium. 

12:00 - La Lombardia dovrebbe entrare in zona rossa. A confermarlo è stato il presidente della Regione Attilio Fontana a margine di un evento a Concorezzo, in Brianza. "Ho appena parlato con il ministro Speranza, è una punizione che la Lombardia non si merita. Mi ha detto che farà fare ancora dei controlli"

11:30 - "Da domenica il Lazio entrerà in zona arancione". Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, durante la presentazione del nuovo direttore generale del policlinico Umberto I di Roma Fabrizio d'Alba spiegando che il valore Rt è "di poco sopra 1". 

10:55 - I vescovi siciliani esortano i cittadini a "rispettare le norme emanate dalle autorità al fine di prevenire il diffondersi del contagio, nell'attesa che la campagna vaccinale produca i suoi effetti". È una delle sollecitazioni emerse a conclusione della sessione invernale della Conferenza episcopale siciliana, proprio mentre la Regione chiede la zona rossa per due settimane a fronte di un inarrestabile aumento dei contagi. I lavori, inizialmente previsti in presenza, si sono svolti in modalità on-line "a causa del crescente numero di casi". 

10:36 - Con l'arrivo dell'ultima tranche da 16mila dosi Pfizer e in attesa di quelle di Moderna rallenta in Sardegna la somministrazione dei vaccini anti COVID-19. Dopo una brusca accelerazione dei giorni scorsi l'Isola riscende la classifica delle regioni italiane, dietro la Lombardia al 15/o posto con il 60% delle inoculazioni, cioè 19.994 effettuate sulle 33.330 dosi arrivate. Si tratta di circa il 4% in più rispetto al dato di ieri.

10:14 - Le persone che hanno già avuto il COVID-19 non vanno vaccinate. È la convinzione di Massimo Galli, direttore del dipartimento Malattie Infettive dell'ospedale Sacco, sentito da Sky Tg 24. "Sono fermamente per il no - spiega - è una decisione di comodo fare il vaccino, non c'e' uno straccio di dato che dica che in quelli che hanno già fatto l'infezione sia sicuro e utile vaccinare. La probabilità di avere una seconda infezione, dai dati che ci sono, anche se abbastanza frammentari, è forse meno dell'1%. 

09:58 - Gli Stati Uniti hanno registrato nella giornata di ieri 229.386 nuovi casi di Coronavirus e ulteriori 3.769 morti: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Lo riporta la Cnn. l bilancio complessivo dei contagi negli Usa è attualmente a quota 23.313.103, inclusi 388.692 decessi. Finora, secondo l'ente governativo che si occupa della salute pubblica nel Paese (Cdc), sono state distribuite a livello nazionale almeno 30.628.175 dosi di vaccini ed almeno 11.148.991 dosi sono state somministrate. 

09:33 - In Alto Adige non ci sarà una via autonoma in merito all'apertura degli impianti di risalita e quindi lunedì 18 gennaio la stagione sciistica non inizierà come aveva annunciato martedì 12 il governatore Arno Kompatscher. La decisione di non aprire gli impianti è stata presa dagli esercenti funiviari altoatesini. 

09:15 - Secondo i dati di Worldometer aggiornati al 15 gennaio, il primo Paese per numero di nuovi positivi giornalieri sono ancora gli Stati Uniti (oltre 230mila), seguiti da Brasile (oltre 68mila) e Regno Unito (oltre 48mila). Altre quattro le Nazioni europee nella lista: la Spagna al quarto posto (oltre 35mila), la Germania al sesto (oltre 22mila), la Francia al settimo (oltre 21mila) e il nostro Paese sul penultimo gradino (oltre 17mila).

09:00La Cina ha registrato 144 nuovi casi di contagio da COVID-19, il massimo dallo scorso 1° marzo. Oltre a nove contagi provenienti dall'estero, 90 casi si sono sviluppati nella provincia dello Hebei, che confina con Pechino, e 43 nell'estremo Nord-Est dello Heilongjiang, i due grandi focolai dell'ultima ondata di contagi. La commissione nazionale per la Sanità registra anche 66 nuovi casi di contagio asintomatici, conteggiati a parte rispetto al totale dei casi accertati. Le autorità stanno scoraggiando i cittadini dall'intraprendere viaggi, durante le prossime settimane di festività per il Capodanno lunare, che ricorre il 12 febbraio; secondo i dati diffusi dal vice general manager delle Ferrovie cinesi (China Railway Group), Li Wenxin, la prevendita di biglietti per i viaggi in treno durante le festività è crollata a 296 milioni, contro i 410 milioni del 2019, l'ultimo anno a non esser segnato dalla pandemia.   

08:40 - Sono 972.099 le persone finora vaccinate contro il COVID-19 in Italia, 607.846 donne e 364.253 uomini. Il dato, aggiornato alle 23.41 di ieri, è contenuto nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria. Hanno ricevuto il vaccino 734.969 operatori sanitari, 155.865 unità di personale non sanitario e 81.265 ospiti di Rsa. Il numero di dosi somministrate è pari al 69% del totale delle dosi consegnate su tutto il territorio nazionale (1.408.875).