COVID-19 - Spagna, Re Filippo VI in quarantena. Il Premier Conte: "Se continuiamo così, a fine mese nessuna zona rossa". Nel Lazio 2.341 nuovi contagi. Predisposto vademecum per test rapidi presso studi medici

23.11.2020 22:38 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
COVID-19 - Spagna, Re Filippo VI in quarantena. Il Premier Conte: "Se continuiamo così, a fine mese nessuna zona rossa". Nel Lazio 2.341 nuovi contagi. Predisposto vademecum per test rapidi presso studi medici
Vocegiallorossa.it

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Per quanto riguarda il nostro paese, nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono 22.930, che portano il totale a 1.431.795  Nello specifico, rispetto alla giornata precedente, +22.930 attualmente positivi (796.849 il totale), +31.395 guariti (553.098 il totale) +630 i decessi (50.453 il totale). I tamponi effettuati sono stati 148.945 con un'incidenza del 15,4% (il giorno precedente era stata del 15%). Vocegiallorossa.it propone nuovamente ai nostri lettori tutti i principali aggiornamenti legati alla pandemia.

22:38 - Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, in audizione, ha illustrato alcuni aspetti della prossima manovra: "Significativa espansione di bilancio di circa 39 miliardi, 24,6 miliardi con le misure nell'ambito del maggior deficit e ulteriori 14,5 attraverso l'impiego delle risorse del Next generation Eu”. 

21:52 - "Ipoteticamente, dovremmo essere in grado di somministrare il vaccino antii COVID-19 alla gran parte delle persone vulnerabili entro Pasqua". Lo ha detto il Premier britannico, Boris Johnson, in conferenza stampa. Lo riporta Sky TG 24.

20:55 - Il re spagnolo Filippo VI è in quarantena dopo aver avuto un contatto con un positivo al COVID-19. Lo ha annunciato il Palazzo reale.

20:24 - Ai microfoni di Otto e Mezzo su La7, il premier Giuseppe Conte ha parlato del momento dell'Italia: "Abbiamo affrontato la seconda ondata con consapevolezza, tutta Europa è stata però sorpresa, non solo noi. A luglio ho chiesto la proroga dell’emergenza e sono stato duramente attaccato, non è facile mettere d’accordo tutti. Dobbiamo proseguire lungo questa linea, con un Governo che interviene con misure adeguate. Sullo spostamento tra regioni a Natale, ci stiamo lavorando ma se continuiamo così a fine mese non avremo più zone rosse. Tuttavia, il periodo natalizio richiede misure ad hoc. Si rischia altrimenti di ripetere il Ferragosto e non ce lo possiamo permettere: consentire tutte le occasioni di socialità tipiche del periodo natalizio non è possibile. Non possiamo concederci vacanze indiscriminate sulla neve. Anche per gli impianti da sci, il problema del protocollo è un conto ma tutto ciò che ruota attorno alle vacanze sulla neve è incontrollabile. Con Merkel e Macron in Europa stiamo lavorando ad un protocollo comune europeo. Non è possibile consentire vacanze sulla neve, non possiamo permettercelo. Vaccino? Al momento non c'è l'orientamento per l'obbligatorietà ma raccomandiamo che tutti facciano il vaccino. È una scelta forte quella dell'obbligatorietà, io sono favorevole alla facoltatività. Io lo farò, quando sarà disponibile vorrà dire che sarà sicuro. Vorrei che lo facessero per prime le categorie più esposte e deboli, ragionevolmente da fine gennaio".

20:01 - Sono 2.341 i nuovi contagi da Coronavirus nel Lazio. secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 48 morti. "Su oltre 20.000 tamponi (-4.319) si registrano 2.341 casi positivi (-192), 48 i decessi (+28) e +357 i guariti" informa l'assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato nel bollettino al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle ASL e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù. "Sale leggermente il rapporto tra i positivi e i tamponi, calano le terapie intensive. Dimezzata l’incidenza cumulativa per 100mila abitanti passiamo da 558 a 275 casi. Il virus rallenta la sua corsa, ma bisogna continuare con le misure adottate".

17:26 - Clicca qui per leggere il bollettino di oggi in Italia.

13:00 - È stato predisposto il vademecum, realizzato congiuntamente da ministero della Salute, Istituto superiore di sanità, Inail e Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, che fornisce gli elementi essenziali per lo svolgimento in sicurezza dei test rapidi antigenici presso gli studi medici o le strutture individuate come idonee, in collaborazione con le autorità locali sanitarie e civili.

12:30 - Il Wolverhampton giocherà stasera nel posticipo del nono turno di Premier League contro il Southampton e Nuno Espirito Santo, secondo il Telegraph, dovrà rinunciare a un giocatore, positivo al COVID-19. Secondo il quotidiano britannico, il giocatore in questione - di cui non è stata svelata l'identità - è stato contagiato durante la sosta per le nazionali, situazione che ha lasciato "scontento" il tecnico portoghese.

12:00 - Questo il Bollettino Medico N. 298 del 23 novembre 2020 diramato dalla Direzione Sanitaria dello Spallanzani: "262 pazienti ricoverati, 46 in terapia intensiva". 

11:30 - “I ritardi nella campagna vaccinale del Lazio sono attribuibili esclusivamente alla mancata fornitura di circa 500 mila dosi di vaccino VAXIGRIP TETRA da parte della società Sanofi Pasteur che si è aggiudicata la gara per fornire 1,4 milioni di dosi e finora ne ha consegnate 823 mila. Mancano all’appello oltre 500 mila dosi. La Sanofi è stata già diffidata da parte della Centrale acquisti regionale a consegnare tutto ciò che è stato contrattualizzato ed ora è stata attivata anche l’avvocatura regionale. Nessun ritardo può essere attribuito alla Regione Lazio che è stata tra le prime regioni italiane a bandire la gara con tutto il dovuto anticipo. Tale ritardo nelle forniture sta causando un notevole rallentamento della campagna di vaccinazione e disorientamento degli utenti, soprattutto la fascia degli ultra 65 anni. E’ prevista per oggi invece la consegna di oltre 66 mila dosi dell’altro vaccino previsto dalla gara della società Seqirus il FLUCELVAX TETRA che verrà immediatamente distribuito ai medici di medicina generale e i rimanenti 22 mila dalla prossima settimana a completare la fornitura prevista. Ad oggi nel Lazio sono stati somministrati oltre un milione di dosi di vaccino antinfluenzale superando la precedente stagione vaccinale”.

Lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

10:50 - Gravi accuse al Grosseto quelle che piovono dal Livorno, dopo il derby di sabato vinto dai maremmani allo scadere di gara. Come infatti riferisce il Corriere dello Sport, "Il Livorno sostiene che il derby di Grosseto doveva essere uno 0-3 dopo che un giocatore maremmano era stato trovato positivo al controllo della pandemia. Ed era scattata una quarantena per tutti i giocatori. Il presidente amaranto Heller dice: «C’è stata una violazione alla quarantena e al limite la partita avrebbe dovuto essere stata rinviata»".

10:24 - Altra buona notizia per Simone Inzaghi e la Lazio sul fronte Coronavirus. Dopo Ciro Immobile e Thomas Strakosha anche Luiz Felipe è infatti risultato negativo al tampone ed è arrivato da pochi minuti alla clinica Paideia per le visite mediche per l'idoneità sportiva, prima di tornare a disposizione dei suo allenatore.

10:15 - Sembra prevalere la linea del rigore da Palazzo Chigi, da dove filtra che "affrontare le festività natalizie senza cautele aggiuntive sarebbe da irresponsabili". Il timore che è tra Natale e Capodanno possa accadere quanto successo in estate, causando una nuova impennata e il via alla terza ondata: "Anche se a dicembre quasi tutto il Paese sarà in fascia gialla o arancione, dovremo mantenere misure nazionali rigorose e valutare come rafforzarle tra Natale e Capodanno", le parole del Ministro della Salute, Roberto Speranza, riportate da Il Corriere della Sera.