COVID-19 - Il bollettino odierno: +4401 positivi, +589 guariti, +969 decessi. Chelsea, Hudson-Odoi guarito. Primo Ministro inglese positivo. FIR chiude stagione senza assegnare scudetto

27.03.2020 22:40 di Ludovica De Angelis Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
COVID-19 - Il bollettino odierno: +4401 positivi, +589 guariti, +969 decessi. Chelsea, Hudson-Odoi guarito. Primo Ministro inglese positivo. FIR chiude stagione senza assegnare scudetto

L'allarme Coronavirus continua a tenere banco in Italia, tanto da costringere il Governo ad attuare la chiusura di tutta l'Italia. Sul territorio nazionale i positivi sono 86.498, 36.653 persone sono isolamento domiciliare con lievi sintomi o senza, 3.732 invece sono terapia intensiva. Nella giornata di oggi si sono registrati 969 deceduti, che portano il numero totale a 9.134. 10.950 sono invece i guariti. Vocegiallorossa.it ha aggiornato LIVE tutte le notizie al riguardo.

22:40 - In una lettera diffusa agli oltre 200 membri dell'ECA, Andrea Agnelli ha esposto le sue considerazioni sulla crisi che sta attraversando il mondo e in esso il calcio: "Siamo tutti responsabili del benessere e della sostenibilità delle società che gestiamo e che devono affrontare una minaccia esistenziale. Dato che il calcio è fermo, lo sono anche i flussi di entrate da cui dipendiamo per pagare i giocatori, il personale e gli altri costi". Lo riporta tuttomercatoweb.com.

22:15 - (ANSA) - BUENOS AIRES, 27 MAR - Nolberto Solano, allenatore della nazionale under 23 del Perù e assistente del ct di quella maggiore Roberto Gareca, è stato arrestato dalla polizia di Lima per aver violato la quarantena imposta fino al 12 aprile dalle autorità per il coronavirus. Solano, beniamino dei tifosi del Newcastle quando giocava in Inghilterra, è infatti andato a una festa in una villa dove la polizia, accorsa dopo una chiamata dei vicini per la musica ad alto volume, lo ha trovato in compagnia di molte altre persone. Per entrare gli agenti hanno dovuto scavalcare il muro di cinta, poi oltre a Solano hanno portato via un altro ex calciatore che si trovava con lui, Pablo Zegarra. I due hanno provato a giustificarsi dicendo di essere stati invitati a cena da un'amica, ma i poliziotti non hanno voluto sentire ragioni. (ANSA).

20:10 - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha tenuto in discorso, trasmesso in diretta dalla Rai. Queste le sue parole: “Mi permetto nuovamente, care concittadine e cari concittadini, di rivolgermi a voi, nel corso di questa difficile emergenza, per condividere alcune riflessioni. Ne avverto il dovere. La prima si traduce in un pensiero rivolto alle persone che hanno perso la vita a causa di questa epidemia; e ai loro familiari. Il dolore del distacco è stato ingigantito dalla sofferenza di non poter essere loro vicini e dalla tristezza dell’impossibilità di celebrare, come dovuto, il commiato dalle comunità di cui erano parte. Comunità che sono duramente impoverite dalla loro scomparsa. Sono indispensabili ulteriori iniziative comuni, superando vecchi schemi ormai fuori dalla realtà delle drammatiche condizioni in cui si trova il nostro Continente. Mi auguro che tutti comprendano appieno, prima che sia troppo tardi, la gravità della minaccia per l’Europa. La solidarietà non è soltanto richiesta dai valori dell’Unione ma è anche nel comune interesse. Ho auspicato, e continuo a farlo, che le risposte all’emergenza del coronavirus possano essere il frutto di un impegno comune, fra tutti: soggetti politici, di maggioranza e di opposizione, soggetti sociali, governi dei territori. Unità e coesione sociale sono indispensabili in questa condizione”.

19:39 - Lo Schalke 04 ha raggiunto un accordo con i propri giocatori per la riduzione degli stipendi. Con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale, il club annuncia che "i giocatori avevano già dato la loro disponibilità a sostenere il club e i suoi dipendenti in questi tempi di crisi. I professionisti hanno concordato con la direzione del club di rinunciare parzialmente ai loro salari e premi e di sospendere ulteriormente i loro stipendi in percentuale fino al 30 giugno 2020".

19:15  -"Correre il Tour de France 2020 a porte chiuse è una possibilità". Roxana Maracineanu, Ministro dello Sport francese, ne parla ai microfoni di France Bleu. "Tutti gli scenari sono possibili. Siamo in costante contatto con gli organizzatori, anche se ad oggi è probabilmente prematuro fare previsioni". Secondo Maracineanu la "Grande Boucle" potrebbe anche essere chiusa al pubblico rendendola dunque esclusivamente un prodotto fruibile dalla televisione: "Il modello economico di una corsa come il Tour de France non si basa sugli incassi da biglietteria, ma sui diritti televisivi. In questo periodo di confinamento, tutto il mondo sta rispondendo in modo cosciente e responsabile. Tutti hanno capito i benefici di restare a casa e dunque si privilegia lo spettacolo televisivo a quello live. Alla fine non sarebbe così penalizzante seguire il Tour in televisione". La partenza del Tour è al momento programmata per il 27 giugno da Nizza. ASO ha stimato che nel 2019 dai 10 ai 12 milioni di tifosi si sono riversati per le strade francesi ad assistere alle 21 tappe della "Grande Boucle".

18:51 - Intervista ai canali ufficiali del Liverpool per Jürgen Klopp. Il tecnico dei Reds ha raccontato quanto gli è accaduto nella giornata di ieri: «Mi è stato inviato un video di persone in ospedale nei pressi della terapia intensiva che cantavano "You’ll never walk alone" e ho iniziato a piangere. E’ stato qualcosa di incredibile. Non potrei ammirare di più di così quelle persone. Non solo si tratta di persone che lavorano ma che hanno anche un grande spirito. Sono abituati ad aiutare gli altri e per farlo si mettono in pericolo aiutando chi sta male».

18:22Gabriele Gravina, presidente FIGC, ha parlato a Radio Sportiva: "L'obiettivo primario è riprendere la stagione, abbiamo tracciato uno scenario che prevede la ripresa dei campionati perché credo che sia la scelta più giusta. Questa è un'ipotesi che abbiamo il dovere di portare avanti ma stiamo lavorando anche su ipotesi alternative per dare risposte concrete alle nostre società e ai nostri tifosi". QUI l'intervento integrale. 

18:07 - In risposta alla crisi del Coronavirus, il Paris Saint-Germain continua a sostenere gli operatori sanitari che combattono in prima linea ogni giorno l'epidemia. Il club ha lanciato la maglia "Tous Unis" (tutti uniti) disponibile sul negozio online ufficiale del club, con il logo di Assistance Publique - Paris Hospitals (AP-HP), Greater Paris University Hospitals e 100.000 operatori sanitari. I fondi raccolti serviranno a sostenere gli operatori sanitari, aiutandoli ad affrontare la crisi attuale, oggi e in futuro. Al momento sono stati raccolti 200 mila euro che andranno dunque al personale infermieristico degli ospedali di Parigi. In tutto 1.500 magliette in edizione limitata saranno disponibili per l'acquisto 175 euro ciascuna , con tutti i proventi destinati all'Assistenza Publique - Ospedali di Parigi.

17:43 - Ecco il consueto bollettino diramato dalla Protezione Civile: quest’oggi sono risultate positive +4401 persone, che porta il totale a 66.414. Il numero dei guariti è di +589, che porta il totale a 10.950. Infine, rispetto a ieri, i decessi sono +969, per un totale di 9.134. In terapia intensiva 3.732 persone, +120 rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 36.653 persone.

17:30 - Callum Hudson-Odoi, il primo calciatore della Premier League contagiato dal coronavirus, è "completamente guarito", come ha rassicurato il tecnico del Chelsea, Frank Lampard. L'esterno inflese era risultato positivo a inizio marzo: "Gli ho parlato per tutta la prima settimana, è stato un periodo strano. Per fortuna non ha sofferto e siamo felici che sia uscito fuori", ha detto il manager. Lo riporta tuttomercatoweb.com.

17:12 - (ANSA) - MILANO, 27 MAR - "Entro lunedì vi faremo avere il piano collettivo per gli stipendi". E' questo - apprende l'ANSA da fonti vicine al dossier - quello che il presidente e l'ad della Lega Serie A, Paolo Dal Pino e Luigi De Siervo, hanno detto al presidente dell'Aic, Damiano Tommasi in un colloquio in conference call. Il piano prevederebbe una sospensione degli stipendi per i calciatori di Serie A, una misura transitoria per gestire in maniera coordinata e condivisa la situazione in attesa di capire quando si ricomincerà a giocare. (ANSA).

16:55 - Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha parlato a Radio 24: "Molti sport seguiranno il rugby. Calcio in estate? Dipende da FIFA e UEFA. "Io non penso che il nostro campionato possa perdere di valore in questo momento, anzi. Non si chiede certo l'integrazione degli stipendi dei campioni, ma in questa fase puoi chiedere qualcosa di diverso, come riaprire alle dinamiche del betting. Poi puoi chiedere sgravi fiscali, ritenute d'acconto sulla valorizzazione dei vivai e facilitazioni per la costruzione degli stadi".
L'INTERVISTA INTEGRALE 

16:05 - La stella della Danimarca e del Barcellona Caroline Graham Hansen ha voluto fare qualcosa di concreto per aiutare sta maggiormente soffrendo durante l'emergenza sanitaria dovuta alla Pandemia Coronavirus aderendo al movimento #SocialResponsibility a cui hanno aderito altre sue connazionali come Ingrid Syrstad Engen, Marie Dølvik Markussen, Andrine Tomter e Heidi Ellingsen. Un movimento che prevede la rinuncia al 10% del proprio salario da devolvere a chi è stato colpito dal Coronavirus o si trova in difficoltà economiche in questo momento. Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

15:33 - Dopo il Primo Ministro Boris Johnson, che nelle scorse ore ha annunciato la sua positività al Coronavirus, anche il Ministro della Sanità britannico Matt Hancock è risultato infettato dal Covid-19. Le due positività arrivano poche ore dopo l’annuncio del contagio anche del Principe Carlo. Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

15:25 - Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, ha parlato al Corriere della Sera della situazione all’interno dei confini regionali: “Con tutta la cautela e la prudenza possibili, davanti ai segnali che indicano come l’epidemia stia rallentando la sua crescita, devo dire che il nostro sistema sanitario ha funzionato, nelle strutture, nel personale medico e dirigenziale. Quando si tornerà alla normalità? Ora siamo ancora alle prese con un lockdown necessario per proteggere il Sud e le regioni contigue a quella del focolaio della Lombardia. Ma è ora di iniziare a ragionare su come differenziare le misure di contenimento sul territorio. Una cosa sono Bergamo e Brescia, un’altra il resto d’Italia. Mi auguro dopo la fine di aprile”.

14:00 - "Tamponi anche per i monosintomatici, non più solo per colori che hanno più sintomi riconducibili al Coronavirus". E' l'annuncio del Governatore della Lombardia Attilio Fontana, che in conferenza stampa ha fatto il punto sull'emergenza Coronavirus nella Regione maggiormente colpita dal COVID-19 e ha confermato quanto detto anche dall'ISS. "Anche oggi - prosegue - ci sono stati più tamponi rispetto i giorni precedenti, ma si assiste a una riduzione del numero di contagi. E' la dimostrazione che bisogna fare la media di almeno cinque giorni per avere una visione e la visione ci conferma che quello di ieri è stato un episodio particolare. Non sta crescendo la linea dei contagi e io credo che stia iniziando la discesa. Questo non deve far alzare la guardia, fare sacrifici costa fatica ma porta ottimi risultati. Dalle celle telefoniche s'è accertato che la percentuale degli spostamenti s'è ridotta, di un 7% rispetto alla scorsa settimana e anche questo va nella direzione giusta".

13:35 - Gustavo Dybala e la sua compagna sono stati denunciati per aver violato la quarantena e sono stati iscritti al registro degli imputati dalle autorità di Cordoba. Rientrati in Argentina il 12 marzo dopo aver fatto visita al fratello a Torino, Gustavo e la compagna sarebbero dovuti restare in autoisolamento per 14 giorni, ma appena due giorni dopo l'inizio della quarantena hanno iniziato a lasciare ripetutamente il complesso nel quale erano ubicati beccandosi quindi la denuncia.

13:15 - Nel corso della lunga intervista concessa a La Gazzetta dello Sport, il difensore dell'Inter Alessandro Bastoni ha commentato anche l'emergenza Coronavirus raccontando la sua personale esperienza: "Vorrei tornare a giocare, è la mia e la nostra speranza, scendere in campo il prima possibile. Ma la priorità adesso è la salute di tutti. Non sono ossessionato dal virus, né ipocondriaco. Ma guai a sottovalutarlo. E aggiungo: quando si tornerà a giocare, lo si faccia col pubblico. Senza la gente il nostro sport è perdente».

E, per quanto riguarda le giornate d'isolamento, la routine sembra essere sempre la stessa: "Sto al telefono con Skriniar. E alla playstation con Esposito: giochiamo a FIFA insieme. Chi è più forte? Nettamente io".

12:50 - Intervistato da La Gazzetta dello Sport, l'attaccante dell'Hellas Verona Fabio Borini ha parlato così dell'emergenza Coronavirus e della positività al tampone del suo compagno di squadra Mattia Zaccagni: "Ora è il momento dell’attesa per rispettare le regole della convivenza con il mondo: figlia e moglie in Inghilterra, io qui. Anche se... Mi manca il contatto fisico. Mia figlia Stella ha quasi sette mesi e sta iniziando a fare una serie di prime esperienze che mi sto perdendo".

E sul tampone di Zaccagni ha aggiunto: "Sapevo che sarebbe potuto accadere a qualcuno di noi, però siamo sportivi, di giovane età, in forza. Mi dispiace se chi, anche fuori dal calcio, è stato trovato positivo sia stato isolato moralmente. Si dovrebbe rafforzare il legame seppure a distanza".

12:30 - Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha parlato della Legge sugli stadi. Queste le sue parole riportate da La Gazzetta dello Sport: "Quella attuale, al di là di cosa se ne pensi, non ha prodotto risultati perché in nessun caso si è riusciti a portare a compimento l’operazione. Tutti i nuovi stadi sono stati costruiti o ristrutturati prima della legge".

12:15 - L'Espanyol taglia gli stipendi, di comune accordo coi tesserati. Come annunciato dallo stesso club catalano sui propri canali, i biancazzurri in queste ore hanno presentato un Expediente de Regulación Temporal de Empleo (ERTE) che coinvolgerà prima squadra, seconda squadra, giovanili e squadra femminile (giocatori più staff tecnico) per motivi di forza maggiore. La misura richiesta consiste nella riduzione del 70% dell'orario di lavoro in questo periodo di emergenza, con al contempo piani di allenamento individuali fintanto che la stagione possa essere ripresa. A pronunciarsi in via definitiva sulla richiesta dell'Espanyol, che precisa di aver ricevuto comprensione totale da parte di tutti, sarà ora l'Autorità del Lavoro spagnola.

11:50 - Il Primo Ministro inglese, Boris Johnson è risultato positivo al coronavirus. Per lui è scattato l'isolamento domiciliare in Downing Street. Come riporta la BBC, resterà a capo del governo per gestire la crisi. 

11:30 - Bellissimo gesto di Marcelo Bielsa e di tutti i giocatori del Leeds. Come comunicato dal club primo in Championship, la Serie B inglese, il tecnico e  a tempo pieno o part time. Questa decisione consentira ai 272 lavoratori di ricevere normalmente i loro salari nei prossimi mesi.

11:10 -  A Codogno, comune del lodigiano fra i primi e più colpiti dall’epidemia Coronavirus, c’è timore che possa scoppiare un nuovo focolaio. Dopo giorni di crescita rallentata o addirittura zero, infatti, sono venuti fuori nuovi casi. Questo il pensiero del sindaco Francesco Passerini al Corriere della Sera: “Abbiamo sei positivi in più. Nelle ultime giornate eravamo fermi a 268 casi. Un segnale che i divieti introdotti avevano funzionato. Ci aveva sorpreso vedere che nel decreto del governo dello scorso 8 marzo la zona rossa veniva abolita. Che senso ha chiudere tutto se poi, appena arrivano i primi risultati positivi, si dà la possibilità di riaprire negozi e di spostarsi per lavoro praticamente ovunque?”.

10:50 -  Arrivano le prime sospensioni definitive. Non solo l'Italrugby, con un comunicato, ha annunciato in queste ore la conclusione anticipata del campionato. Sulla stessa lunghezza d'onda anche la B.League, ovvero la lega professionistica di pallacanestro del Giappone.
Assegnato il titolo alle squadre che, prima della sospensione, erano in vetta alle classifiche, bloccate le retrocessioni e promozioni limitate a due squadre. Questa la decisione della lega giapponese che ha motivato così la decisione: "Abbiamo provato in tutti i modi a riprendere la stagione, ma a causa della diffusione della nuova infezione da coronavirus abbiamo dato massima priorità alla salute mentale e fisica dei nostri giocatori e tifosi e abbiamo deciso di annullare tutte le partite in questa stagione. Ci scusiamo sinceramente con tutti coloro che hanno atteso con impazienza la ripresa delle partite".

10:30 - La FIR, Federazione Italiana Rugby, ha annunciato con un comunicato la sospensione definitiva della stagione 2019/2020. Nella giornata di ieri il consiglio federale si è riunito in video conferenza per prendere nuove decisioni dopo lo stop iniziale fino al 3 aprile e da qui è arrivata la sospensione definitiva. Questo un estratto del comunicato: “La decisione determina la mancata assegnazione dei titoli di Campione d’Italia previsti dai regolamenti e, al tempo stesso, di tutti i processi di promozione e retrocessione… Nell’assumere una decisione che non ha precedenti nella storia del rugby italiano dal secondo dopoguerra ad oggi il Consiglio ha tenuto in massima considerazione i valori fondanti del rugby italiano e il loro attivo impatto sulla siocietà civile e sui club, nell’intento di rispondere a tre aspetti imprescindibili:
- tutelare la salute
mostrare come il gioco di Rugby sia proto a rispondere eticamente alle condizioni complessive del Paese anche affrontando il sacrificio di una sospensione tnto incidente sull’attività agonistica nazionale
consentire ai club di ogni livello di operare in regime di chiarezza rispetto alle attività previste nei prossimi mesi

10:10 - Roma Capitale fa sapere che, in caso di avvistamento di assembramenti di persone, è possibile segnalarlo direttamente alle Autorità competenti per la vigilanza tramite il SUS (Sistema Unico di Segnalazione) attivo sul portale istituzionale di Roma Capitale.

10:00 - Gli Stati Uniti sono diventati il primo Paese al mondo per casi di COVID-19: secondo i dati del New York Times sono 81.488, in più di Cina e Italia, con 1.178 morti in tutto il Paese. 

09:50 - Il presidente del Barcellona Bartomeu manda in cassa integrazione i suoi giocatori. Il presidente ha annunciato l'avvio delle pratiche per l'Erte (Expediente de Regulacion Temporal de Empleo) ovvero il mezzo giuridico a disposizione delle aziende spagnole per ridurre i costi nei momenti di crisi. I calciatori in Spagna ricevono mensilmente una cifra molto bassa, col grosso dello stipendio che arriva in due tranche, di solito fissate a giugno e a gennaio. In tal modo ai blaugrana toccherebbe solo il 5% del salario di base.