COVID-19 - Conte: "A Capodanno coprifuoco sino alle 7". 23.225 nuovi casi in Italia, 993 decessi nelle ultime 24 ore. Vietati gli spostamenti tra Comuni il 25, il 26 dicembre e il 1° gennaio. Arcuri: "Un italiano ogni 36 è stato contagiato"

03.12.2020 22:01 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
COVID-19 - Conte: "A Capodanno coprifuoco sino alle 7". 23.225 nuovi casi in Italia, 993 decessi nelle ultime 24 ore. Vietati gli spostamenti tra Comuni il 25, il 26 dicembre e il 1° gennaio. Arcuri: "Un italiano ogni 36 è stato contagiato"
Vocegiallorossa.it

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Per quanto riguarda il nostro paese, nelle ultime 24 sono stati effettuati 226.729 tamponi e individuati 23.225 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 759.9821.248 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 993 persone affette da Coronavirus per un totale di 58.038 decessi dall'inizio dell'epidemia. Vocegiallorossa.it propone nuovamente ai nostri lettori tutti i principali aggiornamenti legati alla pandemia.

22:02 - Negli Stati Uniti sono stati superati i 14 milioni di casi di coronavirus. Emerge dall'ultimo aggiornamento di Johns Hopkins University che segnala 14.012.387 contagi. I decessi legati al COVID-19 sono almeno 274.648. Negli States ci sono voluti 248 giorni per raggiungere 7 milioni di infezioni, sempre stando a Johns Hopkins, e 69 giorni per gli altri 7 milioni.

21:18 - Il numero dei morti nel mondo per COVID-19 ha superato il milione e mezzo, secondo un conteggio dell'Afp.

20:35 - In conferenza stampa da Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte illustra i contenuti del nuovo DPCM: “Il sistema a colori ci consente di evitare un lockdown generalizzato e questo risultato ci conforta, ma non possiamo abbassare la guardia in vista delle festività natalizie. Se mantenessimo i limiti delle regioni gialle in quel periodo, sarebbe un rischio. È per questo che introduciamo ulteriori restrizioni, limitate dal 21 dicembre al 6 gennaio. La strada per uscire dalla pandemia è ancora lunga: dobbiamo scongiurare il rischio di una terza ondata. Dal 21 dicembre al 6 gennaio sono vietati tutti gli spostamenti da una regione all’altra, anche per raggiungere le seconde case. Nei giorni 25 e 26 dicembre e 1° gennaio sono vietati gli spostamenti da un comune all’altro. Su tutto il territorio resta il divieto di spostarsi dalle 22 alle 5 del mattino. Per capodanno il divieto sarà esteso fino alle 7 del mattino del primo gennaio”.

19:32 - Il Commissario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha parlato in conferenza stampa. Di seguito alcune delle sue dichiarazioni, riportate da ANSA: "Oggi è stato raggiunto il massimo di vittime dall'inizio dell'emergenza e risulta che un nostro concittadino ogni 36 è stato contagiato: sono numeri che fanno tremare e che non vanno dimenticati. Ma la curva si sta congelando, il virus è ancora forte ma siamo in grado di contenerlo. Proprio adesso alleggerire le misure di contenimento significherebbe rischiare con buona probabilità addirittura la terza ondata. Sarebbe davvero complicato realizzare la più grande vaccinazione di massa nel pieno della terza ondata".

18:55 - Ai microfoni di TeleLombardia, il presidente della regione Attilio Fontana ha commentato le nuove disposizioni riguardo gli spostamenti vietati sotto le festività: "Non ci si potrà spostare di comune in comune il giorno di Natale e Santo Stefano. Lo ritengo assolutamente inaccettabile perché non tiene conto della realtà lombarda. Sono cose che vanno nella direzione di una segregazione dei nostri cittadini, soprattutto degli anziani che rischiano di dover trascorrere le feste da soli".

18:23 - Superati i 60 mila decessi per Covid-19 in Gran Bretagna. È quanto risulta dai dati del governo britannico che confermano l'assegnazione al Regno Unito del triste primato di Paese più colpito in Europa. Lo riporta fanpage.it.

17:43 - Sono 23.225 i nuovi casi e 993 i decessi. Qui il bollettino del Ministero della Salute. 

17:25 - Attraverso il proprio sito web, il Corriere della Sera ha reso noto il pdf del testo pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Questi i passaggi sugli spostamenti: "Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti".

17:19 - Malumori per le modalità con cui si è arrivati a varare il decreto legge della scorsa notte: il documento, che comprende rigide restrizioni per gli spostamenti sui territori durante le festività, è stato approvato dal governo senza neppure parlarne con gli enti locali. È quanto emerge dalla Conferenza delle Regioni riunitasi nella giornata di oggi. Secondo la Conferenza, non c'è stato "spirito leale di collaborazione". Lo riporta l'ANSA.

16:22 - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte terrà una conferenza stampa alle 20.15 a Palazzo Chigi, nella quale illustrerà il nuovo dpcm. Lo rende noto la presidenza del Consiglio. 

15:25 - Su 546 giocatori Nba testati ben 48 sono positivi al Covid. Questi sono i risultati dei tamponi effettuati nell'ultima settimana di novembre ed eseguiti dalle franchigie in vista dell'avvio della nuova stagione. I cestisti sono ora in isolamento secondo le regole stabilite dalla Lega americana, riassunte in 134 pagine di protocolli, e non potranno rientrare senza autorizzazione. Dovranno, inoltre, inanellare 12 giorni senza sintomi prima di poter allacciare le scarte e scendere in campo. Un ritorno che dovrà in ogni caso essere avallato dai medici. Durante la prima ondata la Nba è stata lodata per aver gestito al meglio la 'bolla' costruita ad Orlando, in Florida, e che ha permesso lo svolgersi delle ultime partite di regular season e dei playoff in sicurezza e senza registrare nuovi contagi.

15:06  - "Solo con l'immunità di gregge riusciremo ad uscire in qualche modo da questa tragedia". Lo ha detto il commissario straordinario per l'emergenza Covid 19 Domenico Arcuri nel corso di una audizione in videoconferenza davanti alle commissioni riunite Trasporti e Affari sociali della Camera dei deputati. "Il mio dovere è di mettere tutti gli italiani nelle condizioni di vaccinarsi - ha spiegato Arcuri - I nostri esperti dicono che dovrebbero farlo almeno il 60% delle persone per raggiungere un livello di contagiosità scarso. Noi auspichiamo che grazie ad una campagna di comunicazione massiva si possano superare le ritrosie a sottoporsi al vaccino che pure ci sono, non so se nella popolazione o in chi ritiene di rappresentarla sui media.

14:05 - La Regione Campania ha istituito una zona rossa nel campo rom lungo la Circumvallazione esterna di Scampia, a Napoli. La decisione e' stata presa dopo lo screening di tutta la popolazione del campo, che su 370 tamponi ha evidenziato 95 persone positive al virus, per un valore in termini percentuale del 25,68% della popolazione del campo rom. Per il lavoro di contrasto alla diffusione del contagio la Regione invita le forze dell'ordine a garantire il  rispetto dell'ordinanza, e nel caso del campo rom, anche l'isolamento sia diurno che notturno che e' subito scattato con il controllo delle forze dell'ordine e dell'esercito. 

13:30 - Secondo i dati dell'OMS aggiornati al 2 dicembre, la nazione che ha fatto segnare il maggior incremento giornaliero di casi di Covid-19 sono ancora gli Stati Uniti (oltre 151mila casi), seguiti da India e Russia. Nella lista, al quinto posto, c'è il nostro Paese (oltre 19mila). 

13:00 - Questi i dati odierni del Veneto: 3.581 i nuovi positivi rispetto alle 24 ore precedenti, per un totale di 154.490 casi Covid dall'inizio dell'epidemia, e 95 le vittime che portano il conteggio complessivo dei morti a 3.982.

12:30 - Il direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani, Giuseppe Ippolito, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla cura contro il coronavirus a Radio anch'io. “Chi ha già avuto il COVID-19 non dovrà vaccinarsi. Si dovrà controllare il livello degli anticorpi e considerare una vaccinazione solo quando questi saranno scesi” ha aggiunto

11:40 - "Il 29 dicembre e e 12 gennaio l'Ema si pronuncerà sulla documentazione fornita da Pfizer e Moderna sui vaccini anti Covid. Questo dovrebbe consentire di avere 3,4 milioni di dosi per vaccinare 1,7 milioni di persone. Nella seconda metà di gennaio è previsto l'inizio delle vaccinazioni, poi le dosi disponibili aumenteranno e, entro fine estate o inizio autunno, dovremmo aver completato la somministrazione della più grande campagna di vaccinazione di massa che abbia mai avuto corso nel Paese". Così Franco Locatelli, presidente del CSS e membro del comitato tecnico scientifico ad Agorà' su Rai 3. 

11:20 - Questo il bollettino odierno dello Spallanzani: "227 ricoverati, 38 in terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso
altre strutture territoriali sono a questa mattina 1.397". 

11:00 - Il sindaco di Mosca, Sergey Sobyanin, ha annunciato che la vaccinazioni di massa contro il Covid-19 prenderà il via da sabato. Si partirà con medici e insegnanti.

10.00 - "Il governo ha emanato il decreto che vieta gli spostamenti nel periodo delle festività natalizie. Nel testo è specificato che «dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute». Viene anche stabilito che «è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1°gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti", si legge oggi sul Corriere della Sera.

9:45 - La calciatrice della Juventus FemminileSofie Junge Pedersen, è risultata positiva al COVID-19. Questo il comunicato del club bianconero: "Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 della giocatrice Sofie Junge Pedersen al termine della gara disputata ieri con la Nazionale della Danimarca. La calciatrice resterà in Danimarca per osservare il periodo di quarantena. La Società è in costante contatto con le autorità sanitarie competenti".