COVID-19 - Brasile, lo stato di San Paolo proroga il lockdown. Boom di contagi in Regno Unito. Francia, serata test per le discoteche a Parigi. 97 positivi nel Lazio

23.06.2021 23:38 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Brasile, lo stato di San Paolo proroga il lockdown. Boom di contagi in Regno Unito. Francia, serata test per le discoteche a Parigi. 97 positivi nel Lazio
Vocegiallorossa.it

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Come di consueto, il Ministero della Salute ha condiviso il bollettino contenente gli aggiornamenti relativi alla diffusione del COVID-19 in Italia. Sono 951 i nuovi contagi, mentre le vittime nelle ultime 24 ore sono 30. Il tasso di positività è pari allo 0,5%Vocegiallorossa.it vi aggiornerà LIVE con tutte le principali notizie.

23:37 - “Le discoteche non sono tutte il Billionaire e i proprietari non sono tutti Briatore. Ci sono locali a gestione familiare, gente che non lavora da 17 mesi ed è letteralmente sul lastrico. Fateci aprire. Oppure, se non volete farci aprire, manteneteci, perché di ristori noi non ne abbiamo visti”. Così, a LaPresse, il presidente dell’associazione discoteche Sardegna, Piero Muresu, che lamenta l’assoluta mancanza di sostegno al settore da parte della politica. Eppure, le discoteche l’economia la fanno girare eccome. In Sardegna i locali da ballo ufficiali sono 42, con 2.000 dipendenti fissi a cui vanno aggiunti indotto e lavoratori stagionali “che non si trovano, o meglio si trovano ma non qualificati”, lamenta Muresu. “Qualcuno ha mai sentito dire qualcosa di positivo a sostegno delle discoteche da parte dei politici? Mai, evidentemente non paga. Ma noi lavoriamo e creiamo lavoro, ed è ingiusto additarci come responsabili dei contagi, come strumentalmente è stato fatto per Briatore. Perché non è la verità. Molti sono sull’orlo della disperazione, ma evidentemente manca la volontà del governo”.

23:15 - Lo Zimbabwe ha posticipato di due settimane la riapertura di scuole e altri istituti di apprendimento per l’aumento dei contagi da COVID-19. Lo rende noto la Bbc, specificando che le scuole avrebbero dovuto riaprire due giorni fa, ma i sindacati degli insegnanti e gli operatori sanitari avevano chiesto un rinvio per prevenire la diffusione del virus. Quest’anno è la seconda volta che lo Zimbabwe posticipa la riapertura delle scuole. La ministra dell’Informazione, Monica Mutsvangwa, ha anche annunciato misure di confinamento nella città sud-occidentale di Bulawayo, con l’invio di forze di sicurezza per far rispettare le restrizioni. L’aumento dei casi positivi al virus, infatti, è attribuito dal governo alla noncuranza delle linee guida sanitarie. Lo Zimbabwe segnala a oggi 42.714 contagi e 1.691 decessi. Secondo i dati del ministero della Salute, sono state vaccinate un totale di 706.158 persone.

22:50 - L’utilizzo di vaccini m-Rna su adolescenti e giovani adulti produce benefici che «superano i rischi». Lo rileva un gruppo di lavoro dell’agenzia federale statunitense Centers for Disease Control and Prevention.

22:31 - Sono 33 i morti legati alla pandemia registrati in Francia nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto la Sanità pubblica francese, secondo cui sono meno di 10mila, 9.771 per la precisione, i pazienti attualmente ricoverati, un numero mai così basso dall’ottobre 2020. Le persone in terapia intensiva sono 1.509, ovvero 51 in meno rispetto a ieri, mentre i nuovi casi di COVID-19 sono 2.320. Dall’inizio della campagna di vaccinazione, in Francia sono 32.677.781 le persone che hanno ricevuto almeno una dose e 17.601.838 quelle immunizzate.

22:11 - Lo stato di San Paolo, il più colpito tra quelli brasiliani dalla pandemia di COVID-19, ha prorogato le misure restrittive fino al prossimo 15 luglio. Le misure prevedono, tra l’altro, il coprifuoco dalle 21 alle 5 del mattino, l’apertura degli esercizi commerciali dalle 6 alle 21 con una occupazione massima del 40% della capienza. “La proroga si è resa necessaria a causa degli indici di contagio ancora alti, così come quelli di mortalità e di ricovero”, ha detto il governatore dello stato paulista, Joao Doria, che nei giorni scorsi ha annunciato la sua candidatura alle primarie del suo partito in vista delle presidenziali del 2022. Il tasso di occupazione dei posti di terapia intensiva negli ospedali di San Paolo è del 78,9%, con 10.597 pazienti attualmente ricoverati in gravi condizioni.

21:53 - La Tunisia ha registrato sei casi di variante Delta. Lo ha comunicato il ministero della Salute di Tunisi, aggiornando i dati sulla rapida ascesa del virus nel paese nordafricano.

21:31 - "La mascherina è un bavaglio; il vaccino è una puntura che ci rende schiavi". Non sono posizioni di qualche no vax, ma dichiarazioni di autorevoli esponenti dell'auto battezzato centrodestra di governo. Naturalmente moderato". Lo scrive su Twitter il responsabile sicurezza del Pd, Enrico Borghi. 

21:04 - Il 50,1% della popolazione della Spagna è stato vaccinato contro il covid con almeno una dose: lo si apprende dagli ultimi dati pubblicati dal Ministero della Sanità. Si tratta di più di 23,7 milioni di persone. Quelle che hanno completato il ciclo di vaccinazione sono invece 15,1 milioni (il 31,9% della popolazione). L'ultimo rapporto del ministero mette inoltre in luce che ieri e' stato raggiunto un nuovo record di dosi  somministrate in un giorno: 680.540. "Il prossimo obiettivo è raggiungere il 50% della popolazione con il ciclo completo entro la settimana del 19 luglio", ha affermato in conferenza stampa la ministra della Sanità Carolina Darias. 

20:23 - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha espresso l'auspicio che chi arriva dal Regno Unito sia messo in quarantena in qualsiasi Paese dell'Ue. Lo riporta il Guardian.

19:34 - "Non è un liberi tutti: questa esperienza l'abbiamo avuta l'anno scorso; abbiamo avuto una lezione, ora dobbiamo imparare a essere pronti con infrastrutture, con logistica, con trasporti locali e soprattutto a individuare all'inizio i piccoli focolai che si possono creare e ad affrontarli rapidamente". Lo afferma sul Covid, in aula al Senato, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

19:04 - Sono 344 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, con un calo di 18 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 4 (ieri erano stati 10). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.140, in calo di 149 unità rispetto a ieri. 

18:32 - Sono ben 16.135 i nuovi contagi nel Regno Unito: numeri così alti non si registravano da febbraio.

18:24 - Secondo il bollettino odierno, sono 951 i nuovi casi su 198.031 tamponi. 30 i decessi. Il tasso di positività è dello 0,5%.

17:57 - Sono 47.373.720 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia, il 94,1% del totale di quelle consegnate, pari finora a 50.322.219.

17:32 - "Oggi su oltre 9mila tamponi nel Lazio (-402) e oltre 14mila antigenici per un totale di oltre 23mila test, si registrano 97 nuovi casi positivi (+23), si registrano 2 decessi (+1), i ricoverati sono 256 (-29). I guariti sono 204, le terapie intensive sono 75 ( = )". 

17:11 - "A causa della riduzione nazionale di Pfizer, a luglio rispetto a giugno, non sarà possibile al momento poter garantire in maniera continuativa la fornitura ai Pediatri di libera scelta per la fascia d'età 12-16 anni. Le somministrazioni potranno avvenire con regolarità da dopo Ferragosto presso i pediatri, a cui verranno inviate tutte le dosi necessarie, corrispondenti alle prenotazioni, consigliamo in questa fase di raccogliere le disponibilità delle famiglie". Lo comunicano l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, il Segretario della FIMPe, Teresa Rongai, Segretario regionale della federazione CIPe-SISPe-SINSPe, Teresa Mazzone. 

16:34 - Sono 55 i nuovi positivi al Coronavirus su quasi 16.500 tamponi eseguiti in Emilia-Romagna (0,3%) nelle ultime 24 ore e non si registra nessun decesso. Aumentano i guariti (+517), calano casi attivi (-462) e ricoveri (-7), mentre le vaccinazioni hanno raggiunto quota 3.553.965 per dosi somministrate, 1.289.972 per persone che hanno completato il ciclo. Il 95% dei casi attivi (4.438) è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. 

16:14 - Sulla base delle prove scientifiche disponibili, "la variante Delta è più trasmissibile di altre varianti circolanti e stimiamo che entro la fine di agosto rappresenterà Il 90% di tutti i virus SARS-CoV-2 in circolazione nell'Unione europea". Lo scrive il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) in un parere aggiornato sul rischio varianti del Covid. 

15:46 - Quella inglese (alpha) è la variante predominante presente in Friuli Venezia Giulia, seguita da quella indiana o Delta mentre a lunga distanza risulta esserci la brasiliana o gamma. A darne notizia è il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi al termine dell'operazione di sequenziamento compiuto dai laboratori del Friuli Venezia Giulia su un campione formato da 96 casi presi in esame. "I tamponi analizzati - spiega il vicegovernatore - fanno parte di un specifica coorte, un sottoinsieme di persone che nell'indagine sanitaria evidenziava la possibilità di presenza di una variante. 

15:17 - "Con i numeri e il ritmo della campagna vaccinale in corso e l'obiettivo dell'immunità di gregge per fine settembre è logico pensare che i ragazzi possano tornare in classe senza le mascherine, pur mantenendo la distanza tra di loro. E intanto per settembre tanti adolescenti saranno vaccinati". Lo ha detto all'ANSA il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. "E' importante che la politica dia dei traguardi, delle prospettive, altrimenti rischiamo di non essere credibili - ha aggiunto - dobbiamo alimentare un clima di fiducia verso i vaccini e con le vaccinazioni si può dire che si torna a una quasi normalità". 

14:35 - Una serata sperimentale anti-Covid verrà effettuata sabato sera in due sale concerti/discoteche di Parigi, con 2.000 persone vaccinate, ma senza mascherina, per valutare i rischi di trasmissione del coronavirus: è quanto annunciato oggi dalle autorità sanitarie francesi. I risultati dello studio scientifico sono attesi per fine luglio. Nei giorni scorsi, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha deciso la riapertura delle discoteche dal 9 luglio. 

14:00 - Sono oltre 150 i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari dello Houston Methodist Baytown Hospital di Baytown (Stati Uniti) che si sono dimessi o sono stati licenziati per aver rifiutato il vaccino anti-COVID-19.

13:30Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni all'interno della trasmissione "Restart 264" su Cusano Italia TV: "È importante uscire dallo stato di emergenza. Sarebbe un segnale fondamentale per il Paese, per i cittadini e significherebbe un ulteriore segnale di ritorno alla normalità. Noi tutti ovviamente vogliamo uscire dallo stato di emergenza, ma è chiaro che lo stato di emergenza permette di avere una struttura commissariale che ci consente di gestire il piano vaccinale con un'efficienza maggiore. E quindi credo che sia ragionevole ipotizzare un prolungamento almeno fino a quando non sarà completato l'obiettivo dell'immunità di gregge, e magari verificare che cosa succederà a settembre-ottobre con eventuali varianti".

13:00Massimo Clementi, professore ordinario di microbiologia e virologia al San Raffaele di Milano, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al Quotidiano Nazionale in merito al COVID-19: "La battaglia contro il Covid-19 è già vinta".

12:30 - Il consorzio di scienziati indiani INSACOG ha definito come "Delta Plus" il lignaggio originato dalla variante "Delta" del Coronavirus SARS-Cov-2. Questo ceppo del virus, individuato in dieci Paesi, presenterebbe alcune caratteristiche più pericolose della variante delta originale (ex indiana).

12:00 - Nella giornata di lunedì 28 giugno anche la Valle d'Aosta passerà in zona bianca abbandonando le ultime restrizioni rimaste ancora in vigore. L'Italia entrerà così interamente nella fascia di rischio più bassa a testimonianza che la situazione epidemiologica continua a migliorare.

11:30 - Sono 44 i casi accertati di positività alla variante Delta del COVID-19 registrati a Torre del Greco in provincia di Napoli. Il possibile focolaio sarebbe scoppiato in una palestra e da lì si sarebbe diffuso in due nuclei familiari. 

11:00 - Sono 15 i casi di positività alla variante Delta del COVID-19 registrati nel nord della Sardegna. I soggetti avrebbero contratto la variante indiana durante le riprese del film "La Sirenetta" della Disney.

10:45 - Come riportato dal sito di SkyTg24, Israele potrebbe reintrodurre a breve l'obbligo della mascherina al chiuso per contrastare l'aumento dei contagi per la variante Delta del COVID-19.

10:20 - "Per quanto riguarda la pandemia, rispetto alle mie Comunicazioni alle Camere del 24 marzo, il quadro epidemiologico in Italia e in generale in Europa è molto migliorato. La scorsa settimana in tutta l'UE abbiamo registrato circa 90 mila casi e ci sono stati 2.600 decessi dovuti al Covid-19. Due mesi fa, i casi erano circa un milione a settimana e i decessi settimanali erano sei volte quelli attuali. Questo miglioramento è merito della campagna vaccinale che procede in modo spedito". Queste le parole del Preseidente del Consiglio, Mario Draghi, alla Camera.

10:15 - "Per quanto riguarda la variante Delta, monitoriamo quotidianamente quello che succede in Gran Bretagna. È stata istituita una quarantena di 5 giorni per chi arriva dal Paese. Abbiamo fatto un grande investimento per potenziare il sequenziamento, perché in questa fase in cui ci sono pochi contagi abbiamo la possibilità di tornare a tracciare". Lo ha affermato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenuto a Restart 264 su Cusano Italia TV. "L'obiettivo più importante comunque è quello di continuare a vaccinarci perché i dati ci dicono che con due dosi siamo protetti oltre l'80% dalla variante Delta, questo ci aiuterà ad affrontare meglio eventuali problemi".

10:00 - "Oggi arriviamo a 4,7 milioni di dosi somministrate nella regione Lazio. Il 61% della popolazione maggiorenne ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 36% ha completato il percorso vaccinale". Queste le parole dell'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, riportate dal sito di SkyTg24.