Spezia-Roma 2-2 - Cosa dicono gli xG - Primo tempo da assenti ingiustificati al termine di una stagione in debito. GRAFICA!

24.05.2021 21:06 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Spezia-Roma 2-2 - Cosa dicono gli xG - Primo tempo da assenti ingiustificati al termine di una stagione in debito. GRAFICA!

Negli ultimi anni è stato sviluppato un nuovo tipo di dato che può aiutare ad analizzare ciò che è successo nelle partite di calcio e il rendimento delle squadre. Si tratta del dato degli Expected Goals, vale a dire un numero che quantifica, in media, i gol che si segnano in una partita dai tiri che si prendono durante la gara. Un numero non indiscutibile, in quanto sono stati sviluppati diversi modelli che danno dei risultati diversi (anche se tendenzialmente simili), e al quale non si può ridurre l’intero andamento di un match, ma che può aiutare a dare contezza di determinate situazioni in modo più freddo. Ecco l’analisi di Spezia-Roma, con i dati di understat.com.

MAI SCESI IN CAMPO - Nel postpartita, Paulo Fonseca ha fatto notare (ammesso che ce ne fosse bisogno) come il primo tempo sia stato fortemente deficitario: “Non abbiamo fatto nulla”. I numeri lo confermano: il punteggio degli expected goals della sola prima frazione è di 2,42 a 0,62 per lo Spezia, una prestazione difensiva della Roma che si colloca tra le peggiori anche contro le altre 37 partite, tutte di 90 minuti. E il dato che evidenzia come i giallorossi fossero entrati in campo praticamente solo a livello materiale sono gli 1,27 xG creati dallo Spezia in appena 6 minuti, comprese l’occasione sprecata da Nzola a un passo da Fuzato (0,75 xG) e quella realizzata da Daniele Verde da 0,36 xG entrambe - tanto per cambiare - nate da errori individuali in fase di impostazione. Anche l’occasione del 2-0 realizzato da Pobega è ad altissimo coefficiente, 0,61 xG, e sommata a un’ulteriore chance di Verde da 0,32 porta il conto a 4 in 45 minuti.  Dall’altra parte, le migliori possibilità le hanno avute Mancini - 0,22 xG - ed El Shaarawy - 0,27 - senza però trovare la via del gol.

A GALLA NELLA RIPRESA - Nella ripresa la situazione si è ribaltata: a “vincere” la frazione è la Roma per 2,10 a 0,45 xG, dato che le ha consentito di riagganciare il pareggio e la posizione buona per la Conference League. Quattro le occasioni create da almeno 0,30 xG, con il gol del 2-2 di Mkhitaryan quasi speculare a quello di Pobega sia per modalità che per valore di tiro, anche in questo caso 0,61 xG. La prima rete era invece arrivata con un tiro da 0,28 xG, che non tocca la soglia degli 0,30 per pochissimo. Il totale fa 2,87 a 2,72, un sostanziale pareggio che si riflette anche nel risultato finale.

UNA STAGIONE IN DEBITO - La sensazione che ha lasciato la Roma in questa stagione è quella di aver più volte rovinato buone prestazioni con errori sia difensivi che offensivi e il dato degli expected goals complessivi lo conferma. Davanti, sono arrivati 68 gol da 72,11 xG: il dato negativo di 4,11 xG, tra le prime sette in classifica, è secondo solo a quello della Juventus, che ha “sprecato” ben 6,53 xG. Dietro, i 55 gol subiti sono arrivati da 50,33 xG, con un debito anche qui di 4,67 xG. Un dato che andando indietro nelle giornate era anche più alto di questo, a testimonianza di come nel girone di ritorno la qualità della fase difensiva si sia ridotta: Atalanta e Lazio hanno pagato di più, rispettivamente 7,06 e 6,16 xG.

Expected goals plot di Spezia-Roma
Expected goals plot di Spezia-Roma
Expected goals di Spezia-Roma
Expected goals di Spezia-Roma