Sabatini: "Le parole di Totti? Non pretendo ci sia omologazione di pensiero. Borini? Il Liverpool lo vuole e stiamo valutando". Dodò: "La Roma ha mostrato un interesse reale" FOTO!

Dagli inviati a Riscone di Brunico, Alessandro Carducci, Greta Faccani ed Emanuele Melfi
10.07.2012 11:50 di Yuri Dell'Aquila   Vedi letture
Greta Faccani
Greta Faccani

Oggi si è tenuta la prima conferenza stampa da calciatore giallorosso di Dodò che ha raccontato questi primi giorni di ritiro. Davanti ai giornalisti presente anche il ds giallorosso Walter Sabatini.

Le parole di Sabatini
"Questo ragazzo alla mia sinistra è Dodò, è un '92, terzino sinistro, un ragazzo che viene dal Corinthians ma noi l'abbiamo visto al Bahia, dove ha giocato in prestito e dove ha subìto un grosso infortunio, dal quale sta recuperando. Un ringraziamento anche al Corinthians".

"Dodò è un giocatore straordiario,  ha corsa, tecnica, capacità di giocare con la squadra e per la squadra, sarà un orgoglio per tifosi romanisti. E' stato fortunato perché ha saltato una settimana di grandi sacrifici..."

Un commento alle dichiarazioni di Totti di ieri?
"Non pretendo e non penso ci debba essere un pensiero omologato. Avrei preferito che avesse semplicemente detto di essere alla guida di un gruppo che vuole ottenere grandi risultati, anche se poi ha detto anche tante altre cose. Francesco ha seguito il flusso perché tutti chiedono campioni e grandi giocatori".

Borini è cedibile?
"C'è un reale interesse del Liverpool per Borini, stiamo valutando con Franco".

Tachtsidis, Bradley, Jung?
"Non si sono arenate queste trattative, dobbiamo solo fare degli aggiustamenti. L'ultima è un'ipotesi".

Il big potrebbe essere Destro?
"Noi siamo sempre stati molto attenti alle vicende di Destro. Siamo vigili, né fuori né dentro".

 

Le parole di Dodò

Ti aspettavi una squadra così importante anche dopo il grave infortunio?
"Ho avuto molte proposte ma la Roma ha mostrato un reale interesse, mi seguiva da tempo e questo è stato decisivo".

Quando pensi di riaggregarti al gruppo?
"Procede abbastanza bene, è chiaro che mi manca forza fisica e muscolare e per questo mi sto allenando mattina, pomeriggio e sera. Sto facendo lavoro fisico più leggero per poi rientrare in gruppo".

Senti la responsabilità di giocare nella Roma?
"E' chiaro che senta una certa pressione ma sono abbastanza abituato perché giocavo in un club importante".

Perchè hai scelto il 27?
"Ho scelto questo numero perché è importante per me, per ragioni personali"

Quali sono le tue caratteristiche?
"Vorrei aiutare la squadra a costruire la manovra partendo da dietro, tramite la mia tecnica e velocità".

Ti senti pronto per fare il titolare? Cosa conosci del campionato italiano? Come vedi la Roma?
"La preparazione è appena iniziata, non mi alleno con il gruppo, sono decisioni che spettano al mister. La Roma è forte può lottare per le zone alte della classifica, per la Champions"

Come pensi di trovarti con il mister?
"Per quanto riguarda gli schemi tattici capirò meglio cosa vuole il mister con i primi allenamenti. In Brasile giocavo sempre con il 4-2-2, in Nazionale anche con il 4-3-3 ed è un modulo che conosco. Sono qui da pochi giorni, il ritiro ha di buono che c'è convivenza e ci si può conoscere bene. Con il mister ho svolto solo lavoro fisico, ma so che è una persona onesta che cercherà di fare il meglio".

Come è andata la trattativa con la Roma? C'è un giocatore a cui ti ispiri?
"La trattiva con la Roma viene da lontano, il tempo per prepararmi psicologicamente l'ho avuto. Totti è uno dei giocatori più conosciuti in Brasile, mi ispiro a lui".

Un giudizio su Castan
"Mi ispiro a Roberto Carlos, è un mio modello, è stato mio compagno, mi ha sempre aiutato molto. Non sono certo io a dire quello che ha fatto, è il miglior terzino sinistro della storia. Castan? E' un giocatore forte e rapido che aiuterà la Roma a raggiungere obiettivi importanti".

C'è una tabella di marcia sul tuo recupero. Hai già in mente una data in cui tornare in campo?
"Non c'è una data esatta, spetterà al mister decidere se posso scendere in campo o meno. Sto lavorando bene per essere a disposizione il prima possibile".

Ti è capitato di seguire il campionato italiano? C'è un giocatore che ti piace al di là della Roma?
"Il campionato italiano in Brasile è molto seguito. Dei grandi giocatori che giocano in Italia seguo su tutti Thiago Silva e Pato".

 

Sabatini e Dodò
Sabatini e Dodò
Sabatini e Dodò
Sabatini e Dodò
Dodò
Dodò
Dodò
Dodò