Cambio Campo - Gennari: "Mi incuriosisce molto il duello tra Zapata e Smalling. Alla Roma toglierei Mkhitaryan"

18.12.2021 09:15 di Danilo Budite Twitter:    vedi letture
Cambio Campo - Gennari: "Mi incuriosisce molto il duello tra Zapata e Smalling. Alla Roma toglierei Mkhitaryan"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L'ospite di oggi è Fabio Gennari giornalista di Bergamopost.it, con il quale abbiamo parlato di Atalanta-Roma.

Che partita ti aspetti? Tatticamente dove si deciderà il match?
"Mi aspetto una partita bella e aperta. Mi aspetto qualche sorpresa da Mourinho, non è in una condizione particolarmente favorevole con le assenze, quella di Pellegrini è pesante, ma ha giocatori come Mkhitaryan e Abraham, che non può continuare a prendere pali ogni volta che tira. L'Atalanta deve continuare a fare l'Atalanta, Gasperini non cambierà molto, il match può decidersi nella zona offensiva dei bergamaschi e difensiva della Roma, con i giallorossi che hanno qualche problema":

Il posto in Champions è l’obiettivo dell’Atalanta in campionato, ma c’è anche un sogno scudetto per i bergamaschi?
"Non se ne parla fino a marzo-aprile. C'è tanta scaramanzia, poi è diventato anche un gioco non parlare di Atalanta in grande. Fa specie vedere l'Atalanta associata a grandi obiettivi, ma quello principale rimane la Champions League, anche se la classifica fa guardare in avanti. Il sogno c'è, è bellissimo, ma comunque bisogna pensare alla Champions almeno fino ad aprile".

Quali sono i punti deboli dell’Atalanta che la Roma può sfruttare per far male ai nerazzurri?
"Faccio fatica a individuare punti deboli nell'Atalanta, la squadra viene da una vittoria d'importanza cruciale a Verona, dove ha saputo reagire alla sconfitta in Champions League. Il punto debole è legato proprio a quella partita, se l'Atalanta non approccia al meglio la sfida può rischiare, come capitato col Villarreal, ma poi la squadra ha dimostrato di saper reagire come fatto a Verona. La gara di domani è troppo importante per pensare che l'Atalanta non l'approcci bene dal punto di vista mentale. Poi i nerazzurri sono una squadra che segna tanto, ma che concede anche tanti gol quindi dovrà fare attenzione, anche perché la Roma ha valori in attacco".

Che peso avranno i duelli individuali nel match? Quale sarà un duello chiave?
"I duelli individuali saranno decisivi per come gioca l'Atalanta. Sono molto curioso di vedere il duello tra Smalling e Zapata e di quello tra Mkhitaryan e de Roon, con l'olandese che se concentrato può limitare l'armeno, altrimenti lì i giallorossi possono fare male".

Quest’anno l’Atalanta ha fatto la sua miglior partenza della gestione Gasperini: in cosa è ulteriormente migliorata la squadra?
"Questa è la migliore partenza nella storia dell'Atalanta, credo sia dovuta soprattutto alla capacità di saper vincere le partite anche senza prestazioni eccezionali, ma portandole a casa col cinismo delle grandi squadre. Se l'Atalanta inizia a vincere con continuità queste partite qui, come quelle a Napoli e Torino, può fare il salto di qualità perché finora erano mancate".

Un giocatore che toglierebbe alla Roma?
"Mkhitaryan senza dubbio, ha una qualità superiore, può colpire in ogni momento".