Ag. Nico Lopez: "Domani parleremo con la Roma, l'affare si farà a 2 milioni"

08.11.2011 12:45 di Greta Faccani   vedi letture
Ag. Nico Lopez: "Domani parleremo con la Roma, l'affare si farà a 2 milioni"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Pablo Betancourt, procuratore di Nicolas Lopez, è stato contattato dalla redazione di gazzettagiallorossa.it e dalla Redazione Sportiva di RADIOIES e ha parlato dell’arrivo del suo assistito nella capitale.

Quando sarete a Roma?
“Domani in giornata arriveremo in città e incontreremo i dirigenti giallorossi”.

Che tipo di giocatore è Nico?
“Lui è un calciatore a mio avviso eccezionale, a soli 18 anni è già stato abituato a giocare di fronte a migliaia di persone nel campionato uruguayano, è in grado di prendersi le sue responsabilità nonostante la giovane età. Io lo seguo da quando non aveva 14 anni e ne curo i suoi interessi da circa tre. Ho una certa esperienza in Uruguay visto che lavoro sul mercato da 15 anni e ho scoperto tutta la nuova ondata di giovani campioni, da Cavani ad Hernandez, fino a Ramirez. Anche Lopez ha delle doti paragonabili a i suoi illustri connazionali”.

A chi si potrebbe paragonare?
“Lui è molto veloce, rapido nello stretto, si inserisce bene in zona gol e fornisce diversi assist; assomiglia a Pato Aguilera e un po’ a Daniel Fonseca, non solo per i denti. Almeno questi erano gli appellativi che gli davano in patria”.

Quale è la sua valutazione complessiva?
“Il National di Montevideo lo aveva valutato 6 mln di dollari; volevamo liberarlo a meno anche grazie ad una clausola ma il presidente del club ci ha fatto causa. Abbiamo vinto noi e siamo riusciti a prendere in mano la situazione. La Roma complessivamente lo pagherà circa 2 mln di euro, di cui 1 subito alla squadra uruguayana e il restante in premi formazione e commissioni. Ha avuto anche risonanza il caso in Sud America perché è stato il primo giocatore a liberarsi con clausola rescissoria dopo aver compiuto 18 anni”.

La Roma ha vinto la concorrenza di molti club?
“Sul ragazzo c’erano Udinese, Palermo, Bologna e anche la Fiorentina, visto che Corvino dopo averlo visto giocare dal vivo, decise di offrire dei soldi. Però con Walter Sabatini c’era un rapporto particolare già dai tempi di Abel Hernandez, visto che aveva creduto al ragazzo nonostante qualche piccolo problema di salute cardiaca. La correttezza del Ds giallorosso mi ha fatto propendere per la Roma”.

I termini del contratto sono già stabiliti?
“Domani parleremo con i Walter e metteremo tutto nero su bianco. Una percentuale del cartellino dovrebbe rimanere in mio possesso anche per il disocrso degli extracomunitari, ma di tutti questi particolari ne parleremo al momento opportuno. Posso solo dire che il contratto del giocatore sarà basso (ride, ndr) intorno ai 200.000 euro credo, con la possibilità di aggregarlo alla Primavera per la prima parte della sua esperienza romana, anche se secondo me lui è già pronto”.