Lazio, Inzaghi: "La Roma oggi ha fatto meglio di noi, ho fatto i complimenti a Fonseca. Ci teniamo questo punto sofferto"

26.01.2020 20:55 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Inzaghi: "La Roma oggi ha fatto meglio di noi, ho fatto i complimenti a Fonseca. Ci teniamo questo punto sofferto"

Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato nel postpartita del derby pareggiato. Di seguito le sue dichiarazioni.

Simone Inzaghi a Sky

Era lecito aspettarsi di più?
"Penso di sì, anche per come avevamo abituato tutti. C'è sempre da considerare però la squadra avversaria, la Roma oggi ha fatto meglio di noi. Ci teniamo questo punto sofferto. Ho fatto i complimenti a Fonseca, la Roma ha fatto una grande partita. Noi siamo migliorati nella ripresa, potevamo fare qualcosina in più, ma bisogna riconoscere i meriti degli avversari".

È mancata qualità nel palleggio e nell'impostazione?
"Sicuramente questa sera abbiamo sbagliato tanto tecnicamente, ma è stata una cosa generale non di alcuni singoli, quindi mi viene da pensare che la Roma abbia fatto una partita tosta, intensa e noi potevamo far meglio. Come ho detto prima, mi aspettavo di più ma va bene così, ci teniamo questo punto. Ora recuperiamo le energie, sperando che non ci si fermi nessuno, perché da adesso alla fine ci aspettano 18 finali".

Sono mancate le giocate dei singoli in attacco?
"No, penso che siamo arrivati ad una partita importante con Luis Alberto e Correa che non erano al meglio. Luis Alberto dopo 5 minuti del secondo tempo si toccava la gamba, qualche giocatore non era fisicamente al top. Avrei voluti sostituirli entrambi, ma non volevo finire i cambi".

Il cambio di Luis Alberto?
"Non è un problema se è arrabbiato, farà di tutto per vincere la prossima partita".

Simone Inzaghi in conferenza stampa

Deluso dalla prestazione?

"La Roma è stata più brava di noi, è giusto ammetterlo. Bisogna vedere dove vanno i nostri demeriti e dove i meriti loro, devo rivedere la partita per capirlo. Ho fatto i complimenti a Fonseca, hanno fatto una grande partita. Ci teniamo stretti questo punto e il fatto che abbiamo la stessa distanza dalla Roma, una squadra attrezzata che oggi ha potuto mettere in campo dalla panchina Kolarov, Perotti e Pastore".

Sorpreso dalla Roma?
"Siamo tutti abituati abbastanza bene, rispetto al solito abbiamo sbagliato tecnicamente e poi avevamo qualche giocatore non al meglio. Non siamo mai riusciti a uscire con la nostra solita pulizia da dietro. Under ha fatto un'ottima gara, da quella parte è stato un problema dall'inizio alla fine. Loro hanno tenuto un grandissimo ritmo per tutta la partita: è stata la copia dell'andata, in cui avremmo meritato di più".

C'è pericolo di una ricaduta per Correa?
"Ha sentito un indolenzimento, c'è la speranza che sia un campo. Mancava da venti giorni, ha giocato solo mezz'ora a Napoli. Negli ultimi tre allenamenti aveva fatto bene, non c'era alcun tipo di sentore che potesse accadere. Ho aspettato per cambiarlo perché era l'ultimo, non volevo rischiare di giocare in dieci se ci fosse stato un altro infortunio".

Che campionato sarà per la Lazio?
"Molto intenso, ci saranno 18 finali. Vorrei ritrovare tutti i giocatori, la prossima settimana avremo tre partite e vorrei avere tutte le rotazioni da fare. I punti ancora in palio sono tanti, dovremo essere molto concentrati perché Inter, Juventus, Roma e Atalanta sono grandi squadre".