Lazio, Inzaghi: "Derby? Dovrò essere bravo a scegliere senza pensarci. Una Supercoppa Europea con la Roma sarebbe meravigliosa"

11.04.2018 18:02 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Sky Sport - lalaziosiamonoi.it
Lazio, Inzaghi: "Derby? Dovrò essere bravo a scegliere senza pensarci. Una Supercoppa Europea con la Roma sarebbe meravigliosa"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: "Settimana importante, quest'anno ne abbiamo avute tante. Domani abbiamo una partita importantissima, per noi vorrebbe dire entrare in semifinale. Mancano 90 minuti, abbiamo un piccolo vantaggio ma dovremo fare un'ottima gara. Difficile non pensare al derby? Dovrò essere bravo a cercare di capire quali saranno i giocatori che domani mi daranno maggiori garanzie, senza pensare a domenica ma pensando solo al Salisburgo. È la partita che dovremo fare nel migliore dei modi, per quanto riguarda domenica ci penseremo dopo. Riposo per Immobile? Dovrò valutare, viene da tante partite. Sicuramente due che giocheranno dall'inizio sono Radu e Parolo, che hanno riposato domenica. Supercoppa Europea Roma-Lazio? Non sarebbe male per la città di Roma, sarebbe una cosa meravigliosa. La Roma è un passo avanti rispetto a noi, noi dobbiamo ancora conquistare la semifinale. Sappiamo che incontriamo un avversario difficile da affrontare. Complimenti alla Roma, sono stati bravissimi: in coppa non ci si ferma ai 90 minuti e bisogna far bene nei 180. Speriamo che anche la Juventus possa andare avanti, ha nelle corde determinate partite. Domani toccherà a noi".

Queste le sue parole in conferenza stampa, riportate da lalaziosiamonoi.it.

Dal punto di vista strategico sarà complicata? Ha un pensiero per l'impresa della Roma?
"Complimenti alla Roma per la partita di ieri, testimonia il fatto che le partite di Coppa vanno giocate in 180 minuti e che anche quando si ha un vantaggio importante se si interpreta male la partita può finire male. Domani le tattiche e le strategie saranno molto importanti, all'andata abbiamo interpretato la gara in modo perfetto. Ma al di là di questo c'è stato un grandissimo spirito, insieme a una grande forza e coesione di gruppo. Ho detto questo ai ragazzi, di avere lo stesso spirito domani, troveremo uno stadio caldo e ostile che sosterrà la squadra. Da Roma arriveranno i nostri tifosi, si faranno sentire come sempre".

Perché non farete l'allenamento qui? La Roma tra le più forti d'Italia?
"Preferisco farlo la mattina a Formello, con le nostre attrezzature e sui nostri campo. Abbiamo fatto sempre così nelle gare esterne, anche in quelle dei gironi, a Bucarest e a Kiev. La Roma ha fatto benissimo, ci sono tante squadre forti in Champions e in Europa League".

Situazione infermeria? Il derby condizionerà le scelte di formazione?
"Ne ho convocati 20, tra poco li saprete, sono tutti utilizzabili. C'è qualcuno che ha giocato di più, altri meno. Domani sicuramente ci saranno Radu e Parolo, per gli altri dovrò parlare e valutare, cercando di schierare la formazione che mi possa dare le maggiori garanzie senza pensare a domenica. Pensiamo solo e soltanto al Salisburgo, possiamo centrare una semifinale molto importante per noi".

La qualificazione della Roma mette più pressione alla Lazio? 
"La mia pressione è solo per il Salisburgo, sono organizzati, hanno un tecnico preparato, servirà una partita importante e intensa. Domani troveremo uno stadio molto caldo. Siamo pronti, dovremo tirare fuori una grande prestazione per trovare la semifinale"

Come sta la Lazio? Dubbio Luis Alberto-Felipe Anderson?
"I ballottaggi ci sono in tutti i settori del campo, potrebbe darsi anche che giochino insieme o che non giochi nessuno dei due. Ripeto, tra i 20 che sono qui solo Lulic ha qualche problema, ma dopo stamattina abbiamo avuto buone sensazione. Domani sceglierò la formazione. Non vedo stanchezza fisica, i dati sono ottimi, potrebbe esserci la stanchezza mentale che si supera però vedendo gli obiettivi, noi li abbiamo e sono belli. Ci sono stati tanti viaggi e tante partite, ma so che la squadra con gli obiettivi davanti non avrà problemi di questo tipo".

La settimana più importante? Penserà ai diffidati? 
"Sono tanti diffidati, ma non mi farò influenzare nelle scelte. Parlerò coi calciatori, vedrò i dati anche dell'allenamento di stamattina. Avevo detto prima del Benevento che avremmo avuto tante partite importanti, sono tutte fondamentali per la classifica e le altre competizioni. Cercheremo di affrontarne una alla volta, domani non ci sarà turnover, schiererò gli uomini migliore. Il turnover significherebbe pensare al derby, ora esiste solo e soltanto il Salisburgo".