Bologna, Donadoni: "Avremmo meritato la vittoria, l'assistente ha sbagliato a nostro sfavore"

21.11.2015 20:27 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Bologna, Donadoni: "Avremmo meritato la vittoria, l'assistente ha sbagliato a nostro sfavore"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Donadoni a Premium Sport

"Credo che il Bologna avrebbe meritato qualcosa in più del pareggio. Nel primo tempo saremmo dovuti stare 2-0, purtroppo l'assistente ha sbagliato a nostro sfavore. Nel secondo tempo i due calci di rigore ci hanno messo in condizioni di dover soffrire, c'è stata la reazione e la voglia di recuperare un risultato giusto. Son contento per quello che hanno fatto i ragazzi, hanno fatto la loro parte in modo egregio. Resta il rammarico per alcune scelte che hanno lasciato l'amaro in bocca, le condizioni del campo a volte non agevolano il compito. Il secondo rigore? Anche l'ultima punizione che abbiamo subito era vicino al fallo laterale e l'hanno battuta dieci metri più avanti. Sono decisioni che possono costare caro e far spendere energie inutili ai ragazzi. Cammino importante? Questi ragazzi hanno messo dal primo giorno grande disponibilità, grande voglia e desiderio di dimostrare le proprie capacità. Dal punto di vista psicologico pagavano la pressione, grazie alla loro bravura abbiamo fatto tre risultati utili. Se giochi sempre con questo spirito è chiaro che il cammino può diventare meno insidioso. Dipende da noi. Il pubblico? Ha tutto un significato particolare, non solo per quello che è successo in Francia e in Mali. Oggi si doveva suonare anche l'inno del Mali, sono cose che toccano anche la sensibilità di tutti quanti noi. Abbiamo solo la possibilità di dimostrare coi fatti che ciò che accade non deve toccarci più di tanto. Dobbiamo combattere con l'esempio. I giovani? Sono ragazzi di buone prospettive, meno parliamo di loro e più diamo loro la possibilità di crescere, hanno margini importanti dal punto di vista tecnico e comportamentale. Se loro riusciranno a lavorare con questo spirito sicuramente non ci saranno limiti. Come sono intervenuto? Dico semplicemente che ho trovato una squadra che soffriva psicologicamente, continuo a fare un lavoro che è frutto di esperienza accumulata in tanti anni, mi auguro di fare un cammino importante e venir fuori quanto prima dalla situazione complicata di classifica".

Donadoni a Sky Sport

“Ottima partita da parte nostra, l’arbitro ha sbagliato in alcune occasioni. La Roma non ci ha quasi mai impensierito, siamo stati bravi, siamo riusciti a metterli in difficoltà. Maietta? Ha preso due gomitate, ora sta sotto osservazione. Il campo non era nelle condizioni migliori però questi episodi vanno osservati con più attenzione, l’arbitro non è stato agevolato. I nostri giocatori, come Destro, Mounier e Giaccherini sono importanti, chiaro che possono crescere ancora ma con l’aiuto della squadra e dei compagni possono farlo bene. Dobbiamo giocare sempre così, avere questa mentalità, poi è vero che servono delle componenti, oggi il campo non era perfetto ma i ragazzi sono stati perfetti. Io cerco di lavorare sotto tutti gli aspetti, la cosa fondamentale era la disposizione dei ragazzi, loro sono estremamente professionisti, hanno lottato e fatto fatica ma sono stati determinati e questo è importante per ottenere risultati. Credo che il rigore a nostro favore meritasse un altro cartellino giallo per Torosidis, dunque espulsione. I giocatori di una certa esperienza possono darti un qualcosina in più, noi non volevamo accettare un risultato ingiusto. Destro? Il suo campionato è iniziato ad agosto, sta facendo un percorso che lo riporterà a essere il Destro che tutti conosciamo, mi è dispiaciuto per la sua ammonizione, non lo deve fare, non è da professionista togliersi la maglia e rimediare un giallo gratuito, domani gli tirerò le orecchie. La nostra missione è quella di portarlo alla Nazionale, è ovvio che un giocatore ci punti ma tutto passa attraverso il lavoro quotidiano, se continua così non ci saranno limiti. La partita? L’arbitro fa le sue prove e verifica se ci sono le condizioni, non dipende da noi, l’ultima parola spetta a lui anche se le condizioni erano difficili”.

Donadoni in conferenza stampa

“Non devo commentare quello che ha detto Garcia. Voglio solo dire bravi ai miei ragazzi, hanno giocato bene. Si impegnano tutti al massimo e lo spazio lo troveranno tutti. Questa sera il campo non era facile ma abbiamo dimostrato di voler disputare una partita di spessore contro una squadra come la Roma. Loro sono molto tecnici  ma anche noi li abbiamo, come Brienza, Giaccherini o Mounier. Però nel calcio bisogna anche sapersi adattare e i miei ragazzi lo hanno fatto bene. Una sconfitta stasera sarebbe stata una beffa per noi, soprattutto visti alcuni episodi in campo, tipo il gol che ci è stato annullato. Alcune scelte mi hanno fatto sorridere, tipo la punizione al 95’ battuta venti metri più avanti”.