Emergenza a centrocampo, le soluzioni di Ranieri: il rilancio di Pastore o Schick

24.04.2019 08:34 di Andrea Cioccio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Andrea Cioccio
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Emergenza a centrocampo, le soluzioni di Ranieri: il rilancio di Pastore o Schick

Archiviato l'ottimo pareggio in chiave Champions League contro l'Inter, l'attenzione della Roma passa subito alla prossima sfida, in programma sabato 27 alle 18:00, allo stadio Olimpico, contro il Cagliari. È un'occasione ghiotta per gli uomini di Ranieri, poiché nella stessa giornata si affrontano Torino-Milan, Sampdoria-Lazio e Juventus-Inter: tra le concorrenti per il quarto posto, la partita (sulla carta) più facile ce l'hanno proprio i giallorossi che potrebbero, a 4 giornate dal termine del campionato, posizionarsi nell'ultimo slot libero per la Champions per la prima volta dall'inizio della stagione. Tuttavia, Ranieri ha diversi problemi di formazione, soprattutto in mediana: oltre all'infortunato De Rossi, mancheranno sicuramente Zaniolo e Cristante, squalificati. Il tecnico testaccino si ritrova senza mezzo centrocampo e ha meno di una settimana di tempo per ridisegnare la squadra. Andiamo dunque a vedere le possibili soluzioni che potrebbe adattare contro il Cagliari per sopperire a questa emergenza.

4-4-2 CON DZEKO E SCHICK: oltre a Nzonzi e Pellegrini, non ci sono altri centrocampisti di ruolo, quindi molto probabilmente saranno loro i titolari in quella zona di campo. Con il 4-4-2, modulo già utilizzato da Ranieri in questa stagione, sulle fasce alte si rinnoverebbero i ballottaggi tra Ünder e Kluivert sulla destra e tra Perotti ed El Shaarawy a sinistra, anche se il Faraone parte in vantaggio visto il suo stato di forma. Scelte obbligate anche in attacco, dove verrebbe riproposto il tandem Dzeko-Schick, in assenza di altre punte centrali. 

4-4-2 CON EL SHAARAWY A SUPPORTO DI DZEKO: dato che la soluzione con il doppio attaccante di ruolo fatica a dare i risultati sperati, Ranieri, in mancanza del trequartista che possa dare le giuste garanzie, potrebbe affiancare all'insostituibile Dzeko il capocannoniere della squadra in campionato, ossia Stephan El Shaarawy, che contro l'Inter ha raggiunto la doppia cifra (per la prima volta da quando veste la maglia della Roma). In tal modo, il Faraone sarebbe più libero da compiti difensivi e più libero di scambiare con il suo partner.

4-2-3-1 E IL RILANCIO DI PASTORE: non è stata una stagione facile per l'argentino. Tanti infortuni, tante esclusioni tecniche, ma anche brutte prestazioni. Da lui ci si aspettava molto di più. Ranieri tuttavia sa rivitalizzare i suoi giocatori e l'ex PSG è l'unico giocatore di una certa esperienza disponibile per il ruolo di trequartista, nel 4-2-3-1: potrebbe essere la partita perfetta per il suo rilancio. Pastore con Ranieri non ha ancora mai toccato il terreno di gioco e non scende in campo dal derby del 2 marzo perso 3-0, l'ultima gara in campionato di Di Francesco sulla panchina della Roma. In più, il Flaco non gioca titolare da quasi 3 mesi, dalla sciagurata sconfitta 7-1 contro la Fiorentina in Coppa Italia del 30 gennaio. La palla passa all'allenatore.

4-2-3-1 CON PEROTTI TREQUARTISTA: qualora Pastore non dovesse convincere il tecnico ex Leicester, un'altra ipotesi è la trequarti con uno tra Ünder e Kluivert sulla destra, El Shaarawy a sinistra e un insolito Perotti dietro la punta. Il Monito ha già giocato in quel ruolo in passato, e garantisce il giusto equilibrio di strappi e tecnica, caratteristiche fondamentali per il trequartista moderno. Il modulo potrebbe anche diventare in corsa un 4-4-2 classico con l'argentino leggermente più avanti, libero di svariare al fianco di Dzeko

4-4-2 CON UNO TRA ÜNDER E KLUIVERT AL FIANCO DI DZEKO: ipotesi più remota, quella di affiancare a Dzeko uno tra Ünder e Kluivert, per dare maggiore velocità all'attacco. Sarebbe una novità per l'olandese, abituato (nella sua breve carriera finora) ad agire sulla fascia, meno per il turco, spostato alcune volte verso il centro da Di Francesco nella passata stagione.