Delio Rossi ok in casa contro la Roma da sette anni: analisi, statistiche e precedenti

09.02.2013 17:00 di Simone Francioli   vedi letture
Delio Rossi ok in casa contro la Roma da sette anni: analisi, statistiche e precedenti
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Giunto Andreazzoli sulla panchina giallorossa al posto dell'esonerato Zeman, la Roma tenterà di accorciare la classifica verso le zone alte nella trasferta di Genova, dove sarà opposta alla Sampdoria di Delio Rossi. Dal suo arrivo, i blucecerchiati hanno raccolto otto punti sui sei match disputati. Rossi sempre vincente nelle ultime cinque gare casalinghe al cospetto dei giallorossi, alla guida di Fiorentina, Palermo e Lazio: l'ultimo stop è lo 0-2 del 26 febbraio 2006 nel derby. Di seguito analisi, statistiche e precedenti.

Palmarès: 1 campionato (Salernitana 1997/1998 in Serie B); 3 promozioni (Salernitana 1993/1994 dalla Serie C1 alla B, Salernitana 1997/1998 dalla Serie B alla A, Lecce 2002/2003 dalla Serie B alla A); 1 Coppa Italia (Lazio 2008/2009).

Bilancio generale contro la Roma: 8 vittorie, 3 pareggi, 10 sconfitte; 31 goal realizzati e 36 subiti (tra Salernitana, Lecce, Atalanta, Lazio, Palermo e Fiorentina). Media punti conseguita (escludendo la sfida di Coppa Italia della scorsa stagione): 1,35.

La Tattica: tre i moduli utilizzati finora da Rossi. Il 4-3-1-2,  il 4-4-2 e il 3-5-2, soluzione che sarà riproposta anche nel match di domenica e che ha visto i blucerchiati imbattuti nelle circostanze in cui Rossi ha optato per la difesa a tre (Juventus, Pescara, Torino).
In difesa non ci sarà Angelo Palombo, ultimamente schierato da regista difensivo al centro della retroguardia: al suo posto dovrebbe giocare dal primo minuto Rossini. E’ lo svizzero il calciatore doriano con la più alta percentuale di passaggi riusciti (oltre il 91%). Ai lati, come di consueto, saranno protagonisti il capitano Gastaldello e Costa. Poche chance per il giovane tedesco Mustafi. Sampdoria che ha subito appena un gol con questa disposizione tattica difensiva: il rigore di Giovinco nella vittoriosa trasferta allo “Juventus Stadium”.
Centrocampo a ranghi completi e che non dovrebbe prevedere alcuna novità rispetto al 6-0 inflitto al Pescara nell’ultima gara casalinga. Sugli esterni agiranno De Silvestri a destra ed Estigarribia a sinistra: il paraguaiano è meno efficace e tecnico rispetto all’ex Lazio, ma risulta utile grazie alla facilità di corsa che gli permette di poter coprire adeguatamente tutta la fascia di appartenenza. Nessuno dei due ha all’attivo assist per i compagni. In mezzo torna dal primo minuto Obiang, il giocatore più talentuoso della squadra: già quattro i passaggi risolutori collezionati in stagione, che vanno a unirsi all’ottimo lavoro in interdizione che il nazionale spagnolo Under 21 sa offrire al team blucerchiato. A gestire la sfera in posizione centrale sarà Krstičić, con Poli occupato sul centro-destra. Maresca, topscorer tra i mediani a disposizione di Rossi, e Munari dovrebbero accomodarsi in panchina.
In avanti, out Éder per ragioni familiari, c’è una sola certezza: Icardi, capocannoniere della squadra a quota sette. L’argentino si è dimostrato sinora un ottimo finalizzatore ma, a differenza di Maxi López sembra essere meno efficace nel gioco spalle alla porta. Ballottaggio tra l’ex Milan e Soriano per decidere chi affiancherà Icardi: il tedesco verrebbe schierato poco dietro l’unica punta per colmare meglio la zona centrale del campo. López altresì garantirebbe più velocità nelle azioni di contropiede e, soprattutto, più capacità tecnica nell’uno contro uno e nelle conclusioni. Se Delio Rossi vorrà impostare una partita difensiva sarà Soriano ad avere la meglio. Il neo arrivato Sansone pronto a subentrare dalla panchina.

Goleador Sampdoria vs Roma:
Éder (Cesena e Brescia), Maresca (Piacenza e Fiorentina) e Munari (nel Lecce il primo) 2
Maxi López (Catania) 1

Goleador Roma vs Sampdoria:
Totti 14
Burdisso (Inter) 2
Osvaldo (Bologna) e Perrotta 1

Statistiche rilevanti Sampdoria:
- Possesso palla: dato medio 22':40". Peggio solo Siena e Genoa.
- Supremazia territoriale: 08':19" per match. Il Genoa l’unica ad avere un dato inferiore.
- Nessun gol realizzato nel primo quarto d’ora, come Pescara e Parma.
- 2 su 28, percentuale del 7%: le reti giunte grazie a colpi di testa. Meno produttive in tal senso solo Juventus (6%) e Milan (4%).
- 3: le volte in cui la Sampdoria, dall’arrivo di Rossi, ha mantenuto la porta inviolata (su 6 incontri disputati, il 50%). Sotto la guida di Ferrara i blucerchiati erano riusciti in questo solamente 2 volte (17 partite, 11%).

La probabile formazione della Sampdoria