Chris Smalling: l’insostituibile di José Mourinho

12.08.2022 20:20 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini
Chris Smalling: l’insostituibile di José Mourinho

Il calciomercato estivo della Roma ha alzato la qualità della rosa a disposizione di José Mourinho, che ora può contare su due giocatori di valore per quasi ogni ruolo. Proprio su quel “quasi” si stanno concentrando le forze di Tiago Pinto in questo ultimo mese di calciomercato. Il GM giallorosso, infatti, è alla ricerca di un attaccante (Belotti, ndr) – per avere un sostituto di Abraham di livello – e di un difensore – perché al momento ce ne sono solo quattro in rosa.

Se venissero ultimati gli ultimi acquisti, si completerebbe il “gioco delle coppie” a eccezion fatta per un giocatore, che rimarrebbe l’unico a non poter disporre di un ricambio ufficiale: Chris Smalling.

IL GIOCO DELLE COPPIE IN DIFESA – A conti fatti, il numero 6 giallorosso è l’unico giocatore dell’intera rosa che non avrà un vice designato. Al momento la difesa è composta dallo stesso Smalling, Mancini, Ibanez e Kumbulla. L’inglese agisce da centrale nella difesa a tre, mentre gli altri si alternano come braccetti di destra e sinistra, anche se tutti si trovano meglio a destra. Dal mercato è atteso un nuovo difensore, forse mancino, per poter riempire il vuoto nel centro-sinistra. Se invece dovesse arrivare un destro, questo si alternerebbe con Mancini, mentre Ibanez e Kumbulla si alterneranno a sinistra, dove nel precampionato è stato provato anche Vina con risultati non esattamente esaltanti.

SMALLING INSOSTITUIBILE – Cinque difensori per una stagione possono bastare e – a meno di grandi imprevisti – non dovrebbero esserci problemi numerici.  Andando quindi oltre il “problema” numerico, quello che appare evidente è che Smalling sia insostituibile proprio per le sue doti tecniche. Nella passata stagione, quando Smalling è stato assente, Mourinho ha utilizzato sia Ibanez che Kumbulla come perni centrali. Entrambi, però, non sono riusciti a dare lo stesso contributo dell’inglese. La problematica con Smalling è che nessuno riesce a garantire il suo stesso apporto. Attento in marcatura, preciso negli anticipi e abile a impostare da dietro, Smalling è certamente il difensore di maggior livello a disposizione di Mourinho. L’allenatore portoghese ne è consapevole e difficilmente ci rinuncerà, a partire dalla partita di questa domenica contro la Salernitana, in cui Smalling giocherà sicuramente da titolare.

Prossima partita: Salernitana-Roma, domenica 14 agosto alle 20:45
Probabile formazione (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Matic, Pellegrini, Spinazzola; Dybala, Zaniolo; Abraham.
Ballottaggi: Karsdorp/Celik, Zaniolo/Wijnaldum (con l’olandese in campo, Pellegrini avanza al posto di Zaniolo).
In dubbio: -
Diffidati: -
Squalificati: -
Indisponibili: Darboe (rottura legamento crociato anteriore del ginocchio destro).