Castan, 2012 da incorniciare: dalla Copa Libertadores al primo gol in Serie A

09.12.2012 10:30 di Adriano Mazzone   vedi letture
Castan, 2012 da incorniciare: dalla Copa Libertadores al primo gol in Serie A
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Testa di Tachtsidis, incertezza di Viviano e pallone che sta per superare la linea di porta. È in quel momento che Castan vuole la sicurezza che la palla si insacchi alle spalle del portiere viola, e con la testa la spinge in rete. È il vantaggio giallorosso dopo sette minuti, ed è il primo gol in Serie A per il difensore brasiliano. Una gioia ulteriore in questo 2012 che potrebbe completare l'annata più bella della sua carriera fino a questo momento.
Dopo la vittoria del campionato brasiliano con la maglia del Corinthians nel 2011, che lo ha visto fra i protagonisti, Leandro Castan diventa idolo della tifoseria del Timao contribuendo con prestazioni da manuale alla conquista anche della Copa Libertadores nella scorsa estate, pochi giorni prima di passare alla Roma. L'approdo in giallorosso combacia con il momento più alto della sua carriera, e i 5 milioni pagati dalla Roma per portarlo nella Capitale confermano che la fiducia nel ragazzo non manca. Appena arrivato Castan dimostra personalità e ottime doti difensive che gli permettono di spiccare in un reparto arretrato che da sempre è la pecca delle squadre di Zeman. Il boemo però con lui e l'altro brasiliano Marquinhos riesce poco alla volta a trovare la quadratura del cerchio, riuscendo a dare un maggiore equilibrio alla squadra. Castan è roccioso e dotato di un gran senso della posizione. Difficilmente lo si vede in difficoltà e pare essere il compagno di reparto naturale del collega Marquinhos.
Queste sue caratteristiche non passano inosservate neanche al Ct della nazionale brasiliana Mano Menezes che il 27 settembre lo convoca per la prima volta nella Selecao per le amichevoli con Iraq e Giappone, ed è proprio contro i nipponici che il centrale giallorosso fa il suo esordio, nel 4-0 rifilato alla squadra di Zaccheroni.
Oltre le soddisfazioni sul campo, per Castan arriva poi la gioia di Gianluca, secondogenito nato a Roma il 28 novembre e meno di due settimane dopo, il primo gol in Serie A contro la Fiorentina, vera ciliegina sulla torta di questa avventura giallorossa che fin da subito ha fatto presagire belle sorprese, con l'augurio che il nuovo anno sia ancora meglio.