Zoff: "Norma sul razzismo territoriale molto dubbia"

13.03.2014 19:02 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: Radio Manà Sport
Zoff: "Norma sul razzismo territoriale molto dubbia"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Le parole di Dino Zoff, rilasciate alle frequenze di Radio Manà Sport: "La signora Scirea è sembrata drastica con le sue parole, ma presupponeva un comportamento generale adeguato della gente allo stadio. La risposta nel comunicato dei tifosi della Juventus è stata brutale e mi è sembrata oltremodo esagerata. Gaetano ha giocato una vita alla Juve, è stato un giocatore e un uomo straordinario, dispiace questa polemica che si è venuta a creare. Il calcio attuale? Si parla di imbarbarimento, ma negli anni '70 secondo me la situazione era peggiore di adesso. Spesso tornavamo dalla trasferta con i vetri del pullman rotti. C'era una violenza incredibile, solo che i fatti non venivano messi in risalto. Adesso è stata tirata fuori la storia del razzismo territoriale, secondo me è molto dubbia. Condanno i cori su Superga e sull'Heysel, ma gli sfottò pesanti non possono essere considerati razzismo. Questo campanilismo c'è sempre stato, anche nei paesi. Bisogna essere freddi nel giudicare. Il mio rapporto con i tifosi? Bisogna vedere di che genere di tifoseria si parla. Io ho fatto sempre la mia professione con tranquillità, cercando di rispettare il mio ruolo. Non sono mai venuto a compromessi per avere un applauso in più in campo".