Svizzera, Shaqiri: "Anche il Brasile ha i suoi punti deboli"

28.11.2022 04:00 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: ANSA
Svizzera, Shaqiri: "Anche il Brasile ha i suoi punti deboli"
Vocegiallorossa.it
© foto di Uefa/Image Sport

(ANSA) - DOHA, 27 NOV - "Dico la verità, attendo con impazienza questa partita con il Brasile. Quando ero bambino mi piaceva tantissimo vedere le partite della Seleçao, e forse anche per questo sono diventato un professionista del calcio. E per questo sono rimasto felice per l'esito del sorteggio di questo girone". Il tecnico della Svizzera Murat Yakin, dopo aver preceduto l'Italia nel girone delle qualificazioni, ora sogna di beffare anche a Qatar 2022 un'altra grande, quel Brasile che ammira da sempre. "Credo che sarà una partita molto tattica - dice ancora Yakin - e dovremo giocare molto compatti". "Neymar non ci sarà, ma per noi cambia poco - continua il ct elvetico -, perché non possiamo focalizzarci su un singolo calciatore. Oltretutto, il Brasile ha talmente tanti giocatori che potrebbe formare tre nazionali". Accanto al suo ct, non sembra preoccupato l'ex interista Xherdan Shaqiri. "Anche il Brasile ha i suoi punti deboli - spiega -, nonostante abbia talmente tanti buoni giocatori che è difficile sceglierne uno. Ma anche nel 2018 contro di loro eravamo sfavoriti e invece finì in parità (1-1 ndr). I brasiliani hanno giocato molto bene nel loro match d'esordio, ma noi sappiamo bene come comportarci contro le grandi squadre". Per conferme, viene da aggiungere, chiedere all'Italia di Mancini. (ANSA).