Galante: "Corsa Champions? La Lazio ha il calendario più difficile rispetto a Inter e Roma"

18.04.2018 17:24 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: RMC Sport
Galante: "Corsa Champions? La Lazio ha il calendario più difficile rispetto a Inter e Roma"
Vocegiallorossa.it
© foto di Lorenzo Marucci

Fabio Galante, ex difensore dell'Inter, nel suo intervento ad RMC Sport all'interno del programma Quelli della Notte ha parlato così della vittoria dei nerazzurri sul Cagliari: "È stata una partita che l'Inter ha vinto in maniera molto facile, sbloccata subito e il Cagliari ha fatto poco o niente. È stata una partita portata a casa molto facilmente. I nerazzurri sono pronti per lo sprint finale".

All'ultima giornata ci sarà Lazio-Inter. Match che può essere decisivo per la Champions? 
"Da interista spero che non possa essere decisivo, nel senso che i nerazzurri possano arrivare a quella partita già qualificati in Champions. Con la Roma e la Lazio credo sarà un duello fino alla fine. Non sarà facile arrivare all'ultima giornata con 3 punti di vantaggio".

Che giudizio dai a Karamoh? Ha avuto anche la possibilità di segnare...
"Peccato che non ha fatto gol, ma è un ragazzo giovane e credo che stando con tanti campioni possa sempre migliorare".

Perisic con il gol contro il Cagliari pensi possa riprendere il suo cammino a livello di reti?
"Sia Perisic che Icardi sono fondamentali per questa squadra. L'Inter è difficile affrontarla, quando gioca contro le grandi squadre credo non abbia mai perso, quindi vuol dire che le partite vengono preparate bene e quando giocano contro l'Inter hanno tutte difficoltà".

Se l'Inter non dovesse entrare in Champions che riflessioni faresti su Spalletti? Potrebbe avere delle responsabilità?
"A questo non ci penso neanche, al di là dell'amicizia che ho con Luciano, perché è stato bravo con il suo staff a fare un ottimo lavoro. Non era facile arrivare in un ambiente che l'anno prima non era andato benissimo. Credo che il lavoro di Spalletti sia stato importante e spero che possa arrivare fra le prime quattro".

Questa sera la partita della Lazio con la Fiorentina è la più delicata e difficile in chiave Champions?
"Si, ma anche guardando il calendario la Lazio ce l'ha più difficile rispetto ad Inter e Roma. Quindi a questo punto la vedo più svantaggiata rispetto alle altre due, a partire dalla prossima sfida con la Fiorentina"

Scudetto già deciso?
"Si. Se vince la Juventus ha grandi meriti perché la ritengo la più forte".

Il Livorno ce la farà a salire in B?
"Credo che solo il Livorno può perdere questo campionato perché è la squadra più forte. Le altre squadre hanno meno qualità rispetto al Livorno. Questo campionato è stato riaperto solo per i problemi che ha avuto il Livorno, cambiando allenatori e riprendendoli, cambiando dirigenti e riprendendoli. Spinelli ha fatto di tutto e di più. Ora però a 3 partite dalla fine sono tornati primi e il destino ce l'hanno nelle proprie mani. Credo che possa farcela ma questo campionato è talmente imprevedibile che fino a quando la matematica non dirà così è meglio non parlare".

Il futuro?
"Per il momento non c'è nulla. Guardo le partite, mi aggiorno e poi vediamo, se viene fuori qualcosa di carino sicuramente mi farò trovare pronto per allenare, fare il collaboratore o il direttore sportivo".