De Rossi: "Abbiamo ammesso che il Bayern è più forte e modificato il nostro atteggiamento". VIDEO!

06.11.2014 05:55 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
De Rossi: "Abbiamo ammesso che il Bayern è più forte e modificato il nostro atteggiamento". VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

De Rossi a Mediaset

"Difficile giocare dopo il risultato dell'andata? Non era neanche facile prenderne altri 7, ce l'abbiamo messa tutta, abbiamo ammesso che loro sono più bravi e abbiamo cercato delle contromisure, non ce l'abbiamo fatta del tutto ma non abbiamo fatto brutta figura. Questa squadra per un anno e mezzo ha abituato ad altre prestazioni, questa era una sfida impossibile per noi, si riparte da domenica che è più importante. La sosta? Non dimentichiamo che mancano giocatori fondamentali ma è riduttivo parlarne, la squadra è forte anche così e può fare un grandissimo campionato".

De Rossi a Roma TV

“Non è stata una vergogna giocare in modo un po’ più difensivo, abbiamo giocato contro una squadra che ha dominato sul piano del possesso palla ma che di certo ha creato meno occasioni dell’andata. Garcia? Come mentalità è vicino a questo tipo di gioco, non prepara partita in maniera così difensiva, ma ci sono delle squadre a questi livelli che vanno affrontati così, hanno un potenziale economico che li aiuta. Il turnover? Non lo so, dovete chiedere al mister, quelli che hanno giocato hanno fatto bene, abbiamo fatto la nostra partita, ci siamo sacrificati in tutti i reparti, questi sono spunti positivi, preferisco perdere 2-0 che 7-1. Noi romani viviamo sempre con la pressione, ma è un onere che dobbiamo sopportare e conviverci tranquillamente, sicuramente mi dispiace che siano tifosi che sopportano la mia carriera. Qualcosa nel tempo si è rotto per mille motivi con una parte, ma questo sta nei nostri doveri, a 31 anni sappiamo conviverci. Per quanto riguarda il turnover, noi abbiamo una rosa all’altezza e dei sostituti che possano farci rifiatare o fare cambi di schema, non è lesa maestà stare in panchina a Napoli o stasera come toccato a Totti”.

De Rossi in zona mista

“Sconfitte piacevoli e soddisfacenti non le ho vissute, una sconfitta fastidiosa, con antipasto di quanto accaduto 15 giorni fa che te la fa vedere in maniera diversa, c’è la forza della squadra avversaria che conosciamo. Credo che abbiamo affrontato la partita in modo diverso, non ha portato punti ma un risultato diverso e uno spirito che mi è piaciuto. Diversa da quella del 2010? Non la ricordo bene, fu una partita simile, anche come modulo tattico. Non ricordo quella squadra, ma questo è uno dei più forti degli ultimi anni, se non è la più forte del mondo è la seconda o la terza. Ci sta prendere precauzioni, sarebbe stato da stupidi giocare a viso aperto e prenderne altri sette. Non potevamo essere più forti del Bayern. Crediamo di essere forti anche adesso, crediamo di essere tanto forti da poter vincere il campionato, non la Champions. Abbiamo un girone quasi impossibile, siamo ancora secondi. Continua a essere un quadro positivo. A Napoli ci hanno subito annichiliti, approccio non felicissimo. A Genova abbiamo fatto la nostra partita, su un campo allucinante, abbiamo visto anche la Juventus. Abbiamo rischiato di vincere, a Napoli partita maledetta. Strano dirlo oggi, ma resto fiducioso”.