Roma-Cagliari 3-2 - Scacco Matto - Veretout bravissimo ad attaccare la profondità e i lanci dalla difesa

24.12.2020 19:15 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
Roma-Cagliari 3-2 - Scacco Matto - Veretout bravissimo ad attaccare la profondità e i lanci dalla difesa
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo la batosta di Bergamo, la Roma torna alla vittoria contro il Cagliari grazie al 3-2 firmato Veretout, Dzeko e Mancini

LE SCELTE - Fonseca tiene a riposo Smalling e Ibanez, buttando nella mischia Kumbulla e Cristante (centrale difensivo) con Mancini sul centrodestra. A centrocampo, Bruno Peres è preferito a Calafiori mentre Karsdorp va a destra. In mezzo, spazio a Villar e Veretout, con Pellegrini acciaccato e, inizialmente, in panchina. In avanti, Pedro e MKhitaryan agiscono dietro a Dzeko.
Di Francesco sceglie di cambiare sistema di gioco e si mette a tre con Walukiewicz, Ceppitelli e Godin. Sugli esterni Zappa e Lykogiannis mentre Marin, Rog e Nandez fanno densità a centrocampo. Joao Pedro e Simone formano la coppia di attacco.

INIZIO - Il Cagliari, nei primi minuti, rimane racchiuso nella propria metà campo con la Roma che fa la partita. I sardi provano a ripartire sfruttando la fisicità di Joao Pedro o l'intesa tra Nandez e Zappa sull'out di destra. I giallorossi sanno però colpire rapidamente e, in ripartenza, sprigionano tutta la propria qualità: Dzeko addomestica benissimo il pallone, Veretout serve Mkhitaryan (molto largo) e corre per attaccare lo spazio. Mkhitaryan cambia gioco e pesca Karsdorp libero a destra, che crossa in mezzo e (ri)trova Vereout, che porta in vantaggio i giallorossi. Contropiede da manuale.

CIRCOLAZIONE DELLA PALLA - Il Cagliari tenta a volte di pressare ma la Roma fa circolare palla con naturalezza, sia grazie al movimento dei calciatori senza palla e sia grazie alla qualità dei centrali, in particolare di Mancini e Cristante. Entrambi, infatti, sono bravi nel primo tempo a pescare l'uomo dietro la linea difensiva sarda mentre sarà Ibanez, nella ripresa, a dare il via all'azione del gol di Dzeko.

BARICENTRO BASSO - Con il passare dei minuti, nella ripresa la Roma abbassa colpevolmente il proprio baricentro, consentendo al Cagliari di attaccare con continuit, trovando il pareggio in un momento in cui gli errori dei calciatori giallorossi era tanti e tutti per aver mentalmente staccato.

CAMBI - I giallorossi cambiano volto con l'ingresso di Pellegrini al posto di un Pedro sciupone mentre Ibanez prende il posto di Kumbulla e proprio il giovane difensore braviliano pesca così bene Karsdorp a metà ripresa, con l'olandese che fa andare in gol Edin Dzeko. L'ingresso di Smalling ha dato ancora più sicurezza alla difesa capitolina, mentre la sostituzione di Dzeko ha solo consentito al bosniaco di risparmiare qualche minuto di fatica.