Tottenham, Conte: "La Roma e noi vogliamo contrastare le superpotenze che comandano in Inghilterra e in Italia. La UEFA non è stata leale con noi escludendoci dalla scorsa UECL"

29.07.2022 12:31 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Tottenham, Conte: "La Roma e noi vogliamo contrastare le superpotenze che comandano in Inghilterra e in Italia. La UEFA non è stata leale con noi escludendoci dalla scorsa UECL"
Vocegiallorossa.it
© foto di Getty/Uefa/Image Sport

Queste di Antonio Conte, tecnico del Tottenham, avversario di domani della Roma, a La Gazzetta dello Sport: “Siamo felici di giocare contro una grande squadra come la Roma. Le ruggini con Mourinho? Ora abbiamo un rapporto di reciproco rispetto, la storia del calcio ha dimostrato quello che siamo. In passato, comunque, sia io che lui abbiamo avuto problemi anche con altri tecnici. Abbiamo la massima stima l’uno dell’altro. Domani ci saluteremo in modo normale. La Roma e noi abbiamo lo stesso obiettivo: contrastare le superpotenze che comandano in Inghilterra e in Italia. Entrambi stiamo lavorando bene e quindi può essere un buon paragone. Noi ce la dobbiamo vedere con Manchester City, Liverpool, Arsenal, Manchester United, mentre i giallorossi con squadre importanti come Inter, Milan e Juve. Non ho trovato leale da parte della UEFA estrometterci dalla Conference. Siamo stati esclusi non per volontà nostra, ma perché non si è trovata una data per giocare a causa del Covid. Non è stato onesto per il club e i calciatori. Potevamo essere protagonisti e arrivare fino in fondo. Visto che non l’abbiamo vinta noi, comunque, sono contento che l’abbia vinta la Roma. Ho parlato con il club e i giocatori per i piani della prossima stagione. Sappiamo quello che ci serve. Il nostro progetto è quello di diventare più competitivi che nel passato. Posso dopo passo, aumentare le qualità e il livello dei giocatori . Stare fra le prime quattro aiuta a esser più competitivi. Io provo a fare questo. È un progetto appena cominciato, quella scorsa è stata una buona stagione. Dobbiamo continuare a costruire calciatori e a migliorare, perché è una squadra giovane”.