Neri: "Zaniolo mi ricorda un po' Ibrahimovic da giovane. Ha la giusta arroganza, quella positiva"

03.08.2020 08:18 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Neri: "Zaniolo mi ricorda un po' Ibrahimovic da giovane. Ha la giusta arroganza, quella positiva"

L'ex preparatore della Roma dal 1999 al 2004, Massimo Neri, ha parlato a La Gazzetta dello Sport di Nicolò Zaniolo. Di seguito uno stralcio dell'intervista.

Forza, esplosività e resistenza. Quali i parametri dove eccelle?
"La forza che manifesta nei gesti specifici del calciatore, la capacità di cambiare passo e accelerare palla al piede. Come con la Juve, dove nell’azione del 3-1 ha dimostrato anche di sapersi difendere con il corpo, reggendo i contrasti. Lì mi ha ricordato un po’ il giovane Ibrahimovic, che quando partiva si scrollava di dosso gli avversari. Giocatori così non ce ne sono tanti. Mi sorprende il cambio di marcia, della velocità in corsa. Quando va in progressione non lo tieni, è la forza motrice delle gambe".

Giocatori così spaccano in due le partite.
"È il prototipo del giocatore moderno. Come forza quando lo vedo giocare mi viene da pensare subito ai calciatori di colore che giocano in Inghilterra o in Francia. E poi ha anche personalità. Anche qui un po’ mi ricorda Ibrahimovic, con la differenza del ruolo ovviamente. Mi sembra abbia la giusta arroganza, quella positiva. Oltre a cattiveria agonistica".