Boniek: "Ecco come ripartirà il calcio in Polonia. Il problema sono le gare europee"

27.04.2020 11:28 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Boniek: "Ecco come ripartirà il calcio in Polonia. Il problema sono le gare europee"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Zibì Boniek, ex centrocampista della Roma e attuale presidente della Federcalcio polacco, ha rilasciato un'intervista a La Stampa. Eccone uno stralcio:

In Polonia ripartono i campionati: ci spiega la specificità del vostro protocollo?
"Prevede dalla prossima settimana ritiri per dei gruppi squadra composti da massimo 50 persone, tutte tenute a indicare giornalmente il proprio stato di salute. Si partirà con allenamenti individuali e atleti distanziati. Dopo un paio di settimane, se i test diranno che non ci sono contagiati, via libera alle sessioni collettive.

Che succede se dovesse spuntare un contagiato?
"Gli sportivi, venendo controllati quotidianamente e scrupolosamente, sono quasi dei privilegiati. Dato che il virus non spunta all’improvviso, ma ha una gestazione graduale, alla prima avvisaglia, potrebbe essere anche una tosse, scatterebbero isolamento e tamponi immediati per il sospettato e tutti i suoi compagni. Con l’esito negativo, però, possono riprendere a lavorare tranquillamente".

Che idea si è fatto dello spostamento ad agosto delle coppe europee?
"Il vero punto interrogativo, con l’attuale chiusura delle frontiere e la difficoltà negli spostamenti, resta sullo svolgimento di tutta l’attività internazionale. Per le disposizioni attuali, dovendo mettere in quarantena chi arriva dall’estero, in questo momento non potremmo neanche ospitare la finale di Europa League a Danzica. Speriamo che la situazione migliori nei prossimi mesi".