La lunga estate caldissima e cortissima

31.05.2022 19:55 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
La lunga estate caldissima e cortissima

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

Benvenuti nel tritacarne estivo, e no, non parliamo del caldo torrido di questi giorni. È iniziato il calciomercato e per Tiago Pinto inizierà una maratona lunghissima tra rinnovi di contratto, cessioni, eventuali cessioni in mancanza di rinnovo, acquisti, prestiti, giocatori che tornano dai prestiti e che non faranno parte del progetto. Un bel circo per il giovane 34enne General Manager giallorosso, arrivato nella Capitale tra lo scetticismo generale vista la poca esperienza e l’ancor breve carriera.
Tiago Pinto, invece, pur tra tante difficoltà, pur con un mercato, quello passato, difficile da gestire tra infortuni e cessioni non previste, ha portato a casa un trofeo finendo di sbandierare come un ultrà di curva sul pullman scoperto  durante i festeggiamenti. Una bella immagine per chi è abituato a vederlo sempre compassato, sobrio, mai inopportuno, sempre tranquillo e quasi stupito dalla baldoria romana. Un’apparente mitezza a cui, probabilmente, fanno da contraltare un’ambizione e una grinta che l’hanno portato – così giovane – a guidare l’area sportiva di un club importante come la Roma. Un dirigente probabilmente sottovalutato – Tiago Pinto – e che ora dovrà confermarsi e, anzi, migliorarsi perché l’asticella si è alzata e anche la difficoltà del suo lavoro. Il margine di errore si è ridotto mentre contemporaneamente si è alzata l’ambizione, si sono alzate le aspettative. Buon lavoro, quindi, in questa lunga estate caldissima (come cantavano gli 883 parecchi anni fa) e cortissima dato che, a causa del mondiale in Qatar, il campionato inizierà a metà agosto e ci sarà meno tempo per fare mercato e più pressione per farlo in fretta.