PINZOLO - Gerson: "Barcellona? Anche la Roma è un grande club". Baldissoni: "Nessuna clausola di vendita in caso di Pallone d'Oro". FOTO! VIDEO!

10.07.2016 14:55 di Claudio Lollobrigida Twitter:    Vedi letture
Fonte: dagli inviati Alessandro Carducci, Luca d'Alessandro e Gabriele Chiocchio
PINZOLO - Gerson: "Barcellona? Anche la Roma è un grande club". Baldissoni: "Nessuna clausola di vendita in caso di Pallone d'Oro". FOTO! VIDEO!

Il nuovo acquisto Gerson è il protagonista della prima conferenza stampa del ritiro di Pinzolo. Vocegiallorossa.it propone la diretta testuale dell'evento, con tutti i contributi del caso.

Prende la parola il DG Baldissoni: "Oggi presentiamo un ragazzo, Gerson Santos da Silva, di soli 19 anni ma che ha già conquistato un discreto prestigio internazionale. Un ragazzo che ha esordito con il Fluminense a 17 anni e con cui ha disputato 63 partite segnando ben 8 gol. Vanta 8 presenze con Nazionale brasilana Under 20 e con cui è stato protagonista nel Sub20 sudamericano, torneo che lo ha portato all'attenzione di club di livello mondiale. Diversi club hanno tentato di prenderlo, non solo spagnoli e stranieri. Per noi è un onore essere riusciti a convincerlo a diventare romanista, con la speranza che replichi il successo di altri suoi connazionali che hanno segnato una parte importante della storia della Roma. Con piacere dò il benvenuto a Gerson".

Iniziano le domande per Gerson: puoi descriverti e indicarci il tuo ruolo?
"Mi piace giocare, costruire assist e fare passaggi decisivi ma anche arrivare alla conclusone da fuori. Per me è un onore essere qui, vestire la maglia di una importante squadra europea. Farò del mio meglio".

Sei il 39mo brasiliano della storia della Roma. Cos'è per te la Roma?
"La Roma è una grande squadra con una grande tradizione con i brasiliani, vorrei lascare un segno come tanti in passato. Anche per questo sono onorato e devo dimostrare il mio valore".

In Europa in centrocampisti devono fare entrambe le fasi: ti senti pronto per questa nuova interpretazione del ruolo? Spalletti ti ha parlato?
"Mi ha detto che i ruoli sono diversi qui in Europa, ma sono pronti a dare il meglio con o senza la palla".

Ti voleva il Barcellona. Cosa ti ha convinto a venire alla Roma?
"Ho scelto la Roma perché la Roma è una grande squadra. Non è stato difficile, credevo fosse la migliore per me".

Ti ispiri a un giocatore del passato? Pensi di trovare difficoltà in Italia?
"Falcao è stato un grande, gja fatto la storia del club ma non l'ho mai visto giocare. Se farò del mio meglio non avrò problemi".

Senti la responsabilità di dover fare subito bene?
"Ringrazio tutti per la considerazione e gli elogi, questo comporta grandi responsabilità ma sono pronto".

E' vera la clausola del diritto di acquisto del Barcellona in caso tu vinca il Pallone d'Oro?
Baldissoni: "Rispondo io: no".

I tuoi obiettivi personali? Le tue prime impressioni?
"La Roma è una grande squadra, in una competizione vuole vincere. Spero di contribuire in questo senso. Ringrazio i compagni per l'accoglienza, sono felice".

Che rapporto c'è con tuo papà? Perché avete deciso di non venire prima in Italia, magari in un altro club?
"Il rapporto con mio padre è ottimo, parliamo molto. Sono tornato in Brasile a seguito di colloqui coi dirigenti della Roma: abbiamo ritenuto fosse la scelta migliore, sono stato contento ma con la testa di tornare a Roma e restarci".
Baldissoni: "La Roma non poteva tesserarlo in corso di stagione per la regola degli extracomunitari, sarebbe stato molto complicato mandarlo direttamente dal Fluminense in prestito a una squadra italiana. E non sarebbe stato possibile farlo passare dalla Roma in prestito a una squadra italiana, alla fine il ritorno in Brasile sarebbe stata la soluzione ideale per farlo continuare a giocare".

Hai parlato con Totti della tua foto con la maglia numero 10?
"Quella maglia è stata un regalo che ho accettato molto volentieri. La mia felicità era massima nel ricevere una maglia col numero di uno dei giocatori più famosi del Mondo, a qualsiasi giocatore farebbe piacere riceverla e mostrare la gioia mostrandola con una foto".

Sabatini ha dato consigli? Perché il numero 30?
"Intanto rigrazio il Direttore, farò del mio meglio per non deluderlo. La mia prima maglia da professionista è stata la 30".

Gerson
Gerson © foto di Vocegiallorssa.it
Gerson
Gerson © foto di Vocegiallorssa.it
Gerson
Gerson © foto di Vocegiallorossa.it
Gerson
Gerson © foto di Vocegiallorossa.it