Roma-Atalanta 1-1 - Le pagelle del match

23.04.2021 15:16 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
Roma-Atalanta 1-1 - Le pagelle del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Pau Lopez 7: nel primo tempo tiene viva la partita parando tutto ciò che fosse possibile parare.

Mancini 6: a inizio gara riesce a limitare molto bene Zapata. Poi cala nella ripresa e commette qualche leggerezza.

Cristante 7: inizia da difensore per poi giocare qualche metro più avanti. Cerca di lanciare Dzeko nel primo tempo, creando diversi pericoli con la sua battuta lunga e precisa. Trova il gol pareggio con un destro robusto dalla distanza.

Ibanez 4: impreciso per tutta la gara ed espulso nel finale per una doppia ammonizione rimediata negli ultimi minuti.

Karsdorp 5,5: si occupa più della fase difensiva che di quella offensiva. Poco brillante.

Villar 4,5: non è un buon momento per lo spagnolo, autore di una brutta prestazione. Lento e impreciso, soffre in fase di copertura e sembra sempre fuori dal gioco. Dal 76’ Perez 6,5: per poco non sfiora il colpaccio con un tiro dalla distanza, con Gollini costretto a una bella parata.

Veretout 5,5: anche lui, come Mkhitaryan, deve recuperare la condizione dopo le settimane ai box per infortunio.

Calafiori 6: prova un paio di sortite offensivi ed è diligente in fase di copertura. Non rientra in campo nel secondo a causa di un infortunio. Dal 46’ Bruno Peres 5,5: si perde Muriel, che sciupa un’occasione clamorosa. Opaco.

Pellegrini 6,5: inizia subito bene, con voglia, determinazione e qualità. Nella ripresa serve a Dzeko un buon pallone per segnare, ma il bosniaco non trova l'angolo giusto e si fa respingere il tiro.

Mkhitaryan 5,5: ancora lontano dallo stato di forma migliore, si accende a sprazzi provando a segnare con un tiro dal limite, di poco alto. Dal 85’ Borja Mayoral SV.

Dzeko 6,5: lotta per tutto il match anche se, inizialmente, viene spesso anticipato da Palomino. Meglio nella ripresa, quando crea qualche buona occasione ma ne spreca anche.

Fonseca 6: una Roma brutta fino all’espulsione di Gosens. Giusto avanzare di qualche metro Cristante ma conto poco quando la testa è all’Europa.