Stadio della Roma, Frongia: "Resto ottimista, l'ingresso di Vitek non interferisce sull'iter, è una questione tra privati"

10.12.2019 13:33 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Stadio della Roma, Frongia: "Resto ottimista, l'ingresso di Vitek non interferisce sull'iter, è una questione tra privati"

Daniele Frongia, Assessore allo Sport di Roma Capitale e Commissario Straordinario di Euro 2020 a margine dell’evento di presentazione di We Run Rome ha parlato anche dello stadio della Roma. Queste le sue parole:

Sullo Stadio della Roma: conferma il possibile annuncio della Raggi entro Natale?
"Confermo che da 3 anni non seguo più il dossier dello stadio, l’unica informazione che posso dare è che il gruppo di lavoro e gli incontri tra le parti vanno avanti. Mi auspico una conclusione positiva in tempi contenuti, poi ci sarà il passaggio in Assemblea Capitolina e in Regione Lazio, è importante chiedere anche ai consiglieri e al presidente della Regione cosa ne pensa".

I tifosi della Roma possono aspettarsi un regalo?
"Non sono in grado di rispondere, non so quando si potrà arrivare alla Convenzione".

Si respira un’aria diversa?
"Io so solo degli incontri e la volontà comune di chiudere la convenzione, resto ottimista sull’opera".

L’ingresso di Vitek può cambiare qualcosa in positivo?
"Non sono a conoscenza degli accordi tra privati e non credo possano interferire su un iter amministrativo già avviato, la Conferenza dei Servizi è stata chiusa un anno fa. È una questione tra privati che non riguarda in prima battuta il Comune".

Da tifoso, l’idea che la Roma sia appetibile sul mercato come la vede?
"Anche su questo non posso dare un contributo alla discussione, se non da tifoso da bar. Qualsiasi investimento serio deve essere visto bene anche dalla tifoseria".