La Roma in Nazionale: Ungheria-Olanda 1-4, incolpevole Stekelenburg sul gol subìto

11.09.2012 22:30 di Yuri Dell'Aquila   vedi letture
La Roma in Nazionale: Ungheria-Olanda 1-4, incolpevole Stekelenburg sul gol subìto
© foto di Vocegiallorossa.it

Dopo il turno di stop "punitivo", inflittogli dal Ct Van Gaal in seguito alla prestazione non brillante offerta nell'occasione della sconfitta per 2-4 contro il Belgio, è tornato a difendere i pali dell'Olanda Maarten Stekelenburg, in occasione della seconda gara del Girone D, valevole per la qualificazioni ai Mondiali di Brasile 2014, che ha visto gli Oranje prevalere con il punteggio di 1-4 su un'Ungheria piuttosto combattiva nella prima frazione ma che ha ceduto di schianto nei secondi 45' di gioco. Pronti, via e allo stadio Ferenc Puskás di Budapest si assiste ad una partenza spettacolare: al fulmineo vantaggio di Lens risponde due minuti dopo Dszudszak su calcio di rigore, prima che Indi Martins sfrutti un assist di Sneijder per siglare il nuovo vantaggio olandese. Nella ripresa, gli uomini di Van Gaal impongono la propria qualità di gioco superiore e vanno nuovamente in rete con Lens, alla doppietta personale, e successivamente con Huntelaar per il definitivo 1-4.

Il portiere giallorosso non ha sfigurato in una serata per lui iniziata nel peggiore dei modi, avendo dovuto fronteggiare la prima rete dei padroni di casa dopo appena 5 minuti, a causa della realizzazione dagli 11 metri di Dszudszak, andato sul dischetto per un fallo in area di Clasie. L'estremo difensore olandese ha intuito la potente conclusione dell'esterno della Dinamo Mosca, ma non è riuscito ad arrivare sul destro ad incrociare, che si è insaccato alle sue spalle. Di lì in poi, il primo tempo è sfilato via in maniera tranquilla per Stekelenburg, impegnato solamente ad amministrare le sporadiche offensive ungheresi, arrivati in porta con un colpo di testa sfilato sul fondo di Korcsmár e con una punizione dalla lunghissima distanza del solito Dszudszak, ben disinnescata dal numero uno Oranje. Nel secondo tempo il copione è rimasto lo stesso: poche le conclusioni dirette verso lo specchio olandese effettuate dai calciatori magiari, tra cui il debole rasoterra mancino di Elek, bloccato senza particolari patemi. 


UNGHERIA - OLANDA 1-4

UNGHERIA (4-2-3-1): Bogdàn; Vanczak, Juhasz, Liptak, Elek (60' Gyurcso); Korcsmar, Varga; Koman (46' Hajnal), Gera (80' Nemeth), Dszudszàk; Priskin.
A disp.: Megyeri, Kiraly, Szalai, Halmosi, Szakaly, Laczko, Koltai.
All.: Egervari.

 


OLANDA (4-3-3): 
Stekelenburg; Van Rhijn, Vlaar, Martins Indi (64' Mathijsen), Willems; Clasie, Strootman (78' Maher), Sneijder; Narsingh, Van Persie (46' Huntelaar), Lens.
A disp.: Zoet, Vorm, Janmat, Heitinga, Viergever, De Jong, Robben, Emanuelson, Kuyt. 
All.: Van Gaal

 

Arbitro: Pedro Proença (POR)
Assistenti: Bertino Miranda (POR), Tiago Trigo (POR)
Quarto Ufficiale: João Capela (POR)

Marcatori: 3' Lens (O), 5' rig. Dszudszàk (U), 19' Indi Martins (O), 53' Lens (O), 74' Huntelaar (O).