La Roma in Nazionale - Grecia-Bosnia 1-1 - Tzavellas salva nel finale i padroni di casa. Espulso Dzeko per aver spogliato un avversario

13.11.2016 23:10 di Danilo Magnani Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Magnani
La Roma in Nazionale - Grecia-Bosnia 1-1 - Tzavellas salva nel finale i padroni di casa. Espulso Dzeko per aver spogliato un avversario

La Grecia di Michael Skibbe si salva nel finale mantenendo la seconda posizione del gruppo H con 10 punti. Beffata invece la Bosnia di Mehmed Baždarević che allo stadio Georgios Karaiskakis non va oltre l'1-1, restando quindi terza a 7 punti.

Già dai primi minuti si è capita l'importanza del match, con entrambe le squadre che si sono affrontate sul piano dei muscoli. Con il passare dei minuti la manovra bosniaca cresce, ispirata dai piedi Pjanic e Dzeko, e gli ospiti impensieriscono la Grecia prima con Hajrovic e poi proprio con il numero 9 della Roma. Alla mezz'ora è sempre il giallorosso ad essere pericoloso, trovando un calcio di punizione dai venti metri: alla battuta va Pjanic che con un perfetto tiro a giro colpisce il palo, poi la palla sbatte sulla schiena di Karnezis e finisce in rete. Si va al riposo con la Bosnia meritatamente in vantaggio. Nella ripresa squadre un po' bloccate con la gara che si innervosisce un minuto dopo l'altro. I padroni di casa ci provano con Mitroglou prima e Fortunis poi ma Begovic è attento a farsi trovare pronto, deviando la seconda conclusione sul palo. Al minuto 80 il caos: Papastathopoulos comincia a spintonare Dzeko nei pressi dell'area di rigore, l'attaccante cade e trattiene la palla con le mani; allora il difensore greco gliela strappa dalle stesse e di tutta risposta la punta giallorossa gli si attacca alle gambe sfilandogli i pantaloncini. Una folla di calciatori si raduna sulla scena, con l'arbitro svedese che alla fine espelle Dzeko per somma di ammonizioni e Papadopoulos per proteste, estraendo nello stesso momento altri due cartellini gialli. La gara si sveglia e Pjanic, servito dentro da Lulic, sfiora lo 0-2 ma in pieno recupero arriva la gioia greca: sugli sviluppi di un calcio d'angolo il pallone arriva fra i piedi di Tzavellas che da fuori area trafigge l'incolpevole Begovic. Gara terminata quindi sul 1-1 con un totale di ben 13 cartellini.

Edin Dzeko, sceso in campo con la fascia di capitano e alla caccia del 50° gol con la Bosnia, è stato protagonista di una gara dai due volti. Nel primo tempo ha giocato come nelle ultime gare con la maglia della Roma, facendo quindi salire la squadra e fraseggiando molto bene con i compagni, capace anche di azioni in solitaria terminate spesso con un calcio di punizione procurato. Nella ripresa, giocata a ritmi meno elevati, la pressione del match è stata accusata troppo dal glaciale numero 9, sciocco questa volta nel perdere la testa contro l'ex Genoa Papastathopoulos.

 

GRECIA-BOSNIA 1-1 (32' aut. Karnezis, 90'+5 Tzavellas)

GRECIA (4-4-1-1): Karnezis; Torosidis (C), Papadopoulos, Papastathopoulos, Tzavellas; Mantolas (87' Karelis), Maniatis (61' Gianniotas), Samaris, Stafylidis; Fortunis; Mitroglou.
A disp.: Glykos, Kiriakidis; Koutroumbis, Tziolis, Petsos, Vellios, Bakasetas, Diamantakos, Siopis, Oikonomou.
C.T.: Michael Skibbe

 

 

BOSNIA (4-3-1-2): Begović; Vranješ, Spahić (70' Šunjić), Zukanovic, Kolašinac; Hajrovic (87' Bičakčić), Jajalo, Lulić ; Pjanić; Ibišević (84' Djurić), Džeko (C).
A disp.: 
Išehić, Pirić; Cocalić, , Cimirot, Medunjanin, Milicevic, Sušić, Stevanović, Krunić.
C.T.: Mehmed Baždarević

 

Arbitro: Jonas Eriksson (SWE)
Assistenti: Mathias Klasenius (SWE), Daniel Wärnmark (SWE)
Quarto uomo: Andreas Ekberg (SWE)

Ammoniti: 10' Spahić (B), 12' Džeko (B), 43' Stafylidis (G), 49' Samaris (G), 65' Hajrovic (B), 66' Pjanić (B), 80' Lulić (B), 81' Papastathopoulos (G), 90'+3 Jajalo (B), 90'+4 Vranješ (B), 90'+5 Tzavellas (G).
Espulsi: 80' Džeko (B), 80' Papadopoulos (G)