La Roma in Nazionale - Germania-Italia 4-1, El Shaarawy a segno, Rüdiger sicuro, Florenzi in sofferenza

29.03.2016 22:35 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
La Roma in Nazionale - Germania-Italia 4-1, El Shaarawy a segno, Rüdiger sicuro, Florenzi in sofferenza
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

All’Allianz Arena, la Germania schianta l’Italia: 4-1 il punteggio finale, frutto delle reti di Kroos, Götze, Hector, Özil e del romanista El Shaarawy, gara che oltre al Faraone ha visto in campo altri due romanisti.

Partita serena quella di Antonio Rüdiger: schierato a destra nel fluido pacchetto difensivo tedesco, il numero 16 della serata, coadiuvato da Rudy posizionato qualche metro più avanti ha fatto valere il suo fisico contro la catena mancina azzurra formata da Giaccherini e Insigne, non disdegnando di unirsi alla manovra offensiva nel momento in cui la squadra di Low recuperava il pallone. Un testa contro testa con Thiago Motta ha destato qualche preoccupazione nel primo tempo, ma il romanista si è presto rialzato e ha proseguito nella sua gara con relativa sicurezza, al di là della sfortunata deviazione sulla rete italiana. Meno sicurezza invece per l’Italia in generale e per Alessandro Florenzi, costretto a compiti d’ordine come esterno destro del 3-4-3 di Conte: le poche sortite offensive azzurre si sono tutte sviluppate dal lato opposto con Lorenzo Insigne, e il numero 24 è stato spesso spinto indietro fino alla sua area di rigore, dove è stato beffato - in concorso di colpa con Darmian - dal colpo di testa di Götze, prima di essere sostituito dopo circa un’ora da Lorenzo De Silvestri. Venti minuti circa infine per Stephan El Shaarawy, subentrato al 68’ al posto di Emanuele Giaccherini: un ingresso vivace quello del Faraone, che si è mosso bene, pressando e guadagnando un paio di punizioni, fino ad arrivare al gol della bandiera con un tiro deviato proprio da Antonio Rüdiger, a cui è seguito anche un bell’assist per Okaka. Probabilmente il migliore dei tre giallorossi, pur con la tara di una gara praticamente già finita.

GERMANIA - ITALIA 4-1 (24' Kroos, 45' Götze, 59' Hector, 75' rig. Özil, 83' El Shaarawy)

GERMANIA (3-4-3): ter Stegen; Rüdiger, Mustafi, Hummels; Rudy, Özil, Kroos (90' Kramer), Hector (85' Ginter); Müller (69' Can), Draxler (85' Volland), Götze (60' Reus).
A disp.: Trapp, Leno, Tah, Podolski, Gomez, Bellarabi, Schürrle.
CT: Joachim Löw

 

 

ITALIA (3-4-3): Buffon; Darmian, Bonucci (61' Ranocchia), Acerbi; Florenzi (61' De Silvestri), Montolivo, Thiago Motta (68' Parolo), Giaccherini (68' El Shaarawy); Bernardeschi, Zaza (78' Antonelli), Insigne (68' Okaka).
A disp.: Sirigu, Perin, Astori, De Sciglio, Rugani, Jorginho, Soriano, Candreva, Pellè, Eder.
CT: Antonio Conte

 

 

 

Arbitro: Oliver Drachta (AUT)
Assistenti: Roland Brandner (AUT) - Stefan Kühr (AUT)
IV Ufficlale: Manuel Schüttengruber (AUT)

Ammoniti: Giaccherini, Hummels.