La Roma in Nazionale - Portogallo-Ghana 3-2 - I lusitani superano le Black Stars. Rui Patricio in panchina, ma Diogo Costa stava per rovinare tutto

25.11.2022 08:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
La Roma in Nazionale - Portogallo-Ghana 3-2 - I lusitani superano le Black Stars. Rui Patricio in panchina, ma Diogo Costa stava per rovinare tutto
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Dopo lo 0-0 tra Uruguay e Corea del Sud, la 1ª giornata del Gruppo H dei Mondiali in Qatar si è chiuso con la sfida tra Portogallo e Ghana, vinta dai lusitani per 3-2.

La prima occasione capita sui piedi di Ronaldo, imbeccato in verticale da Bruno Fernandes, con l’ex stella del Manchester United che controlla male e non riesce a concludere in porta. Poco dopo, CR7 colpisce di testa da buona posizione ma indirizza male la sfera. Alla mezz’ora l’asso portoghese va in gol, ma l’arbitro Elfath fischia pochi istanti prima per un presunto fallo dell’attaccante. Al 36’ tentativo da fuori di Otavio, il quale strozza troppo la conclusione che termina debole tra le braccia di Ati-Zigi. Il Portogallo attacca incessantemente, ma le Black Stars si difendono senza troppi affanni e chiudono il primo tempo sullo 0-0.

Nella ripresa ecco il primo tentativo del Ghana con una conclusione da fuori di Kudus, che termina fuori alla sinistra di Diogo Costa. Al 65’, Ronaldo si procura un calcio di rigore e, dal dischetto, batte Ati-Zigi per l’1-0 in favore dei lusitani. Una rete storica per CR7, che diventa il primo calciatore ad andare a segno in cinque edizioni differenti di un Mondiale (Germania 2006, Sudafrica 2010, Brasile 2014, Russia 2018 e Qatar 2022). La reazione degli africani è affidata ancora a Kudus, con Diogo Costa attento. È il preludio al pareggio di Ayew che, sfruttando un assist di Kudus e un errato disimpegno di Danilo Pereira, insacca da due passi. Il Portogallo, però, non demorde e torna avanti al 78’ con Joao Felix, che in diagonale batte Ati-Zigi su servizio in profondità di Bruno Fernandes. Il Ghana accusa il colpo e, nell’azione seguente, altro assist di Bruno Fernandes questa volta per il neo-entrato Leao che apre il piatto destro e sigla il 3-1. Il match sembra finito, ma le Black Stars tornano improvvisamente in gara con il gol di Bukari, con tanto di esultanza alla Ronaldo all’89’. L’ultima emozione del match la regala Diogo Costa, che non si accorge dell’arrivo di Bukari alle sue spalle in fase di rinvio: il ghanese gli scippa regolarmente la sfera ma scivola al momento del tiro in porta, con la conclusione debole fermata da Danilo Pereira.

RUI PATRICIO – Come da previsione, il portiere della Roma non è stato utilizzato ed è rimasto in panchina in favore di Diogo Costa, ormai promosso a titolare della selezione lusitana, nonostante il clamoroso errore nel finale che stava per regalare la vittoria del Portogallo.



PORTOGALLO-GHANA 3-2 (65' rig. Ronaldo, 73' A. Ayew, 78' Joao Felix, 80' Leao, 89' Bukari)


PORTOGALLO (4-3-3): Diogo Costa; Cancelo, Ruben Dias, Danilo Pereira, Guerreiro; Bruno Fernandes, Ruben Neves (77' Leao), Otavio (56' William Carvalho); Bernardo Silva (88' Ramos), Cristiano Ronaldo (88' Joao Mario), Joao Felix (88' Palhinha). 
A disp.: Rui Patricio, Sa, Dalot, Pepe, André Silva, Vitinha, Horta, Nunes, Antonio Silva. 
CT. Fernando Santos



GHANA (5-4-1): Ati-Zigi; Seidu (66' Lamptey), Djiku, Amartey, Salisu (90'+2' Semenyo), Baba; Kudus (77' Bukari), Partey, Samed (90'+2' Kyereh), A. Ayew (77' J. Ayew); Williams.
A disp.: Ibrahim, Nurudeen, Odoi, Owusu, Issahaku, Afriyie, Mensah, Aidoo, Sulemana, Sowah.
CT. Otto Addo




Arbitro: Ismail Elfath (USA)
Assistenti: Kyle Atkins (USA) - Corey Parker (USA)
Quarto Ufficiale: Stéphanie Frappart (FRA)
VAR: Villarreal (USA)
AVAR: Drew Fischer (CAN)

Ammonizioni: Kudus (GHA), A. Ayew (GHA), Seidu (GHA), Inaki Williams (GHSA), Danilo Pereira (POR), Bruno Fernandes (POR)