La Roma in Nazionale - Italia-Svizzera Femminile 1-2 - Le Azzurre cedono il primo posto. Giugliano dall'inizio; Linari esce a dieci minuti dalla fine; Serturini, Soffia e Pirone entrano al 54', all'80' e all'87'

27.11.2021 16:00 di Marco Campanella   vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
La Roma in Nazionale - Italia-Svizzera Femminile 1-2 - Le Azzurre cedono il primo posto. Giugliano dall'inizio; Linari esce a dieci minuti dalla fine; Serturini, Soffia e Pirone entrano al 54', all'80' e all'87'
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Le Azzurre proseguono il loro cammino verso il Mondiale 2023. Questa volta sfideranno la Svizzera con la quale contendono il primo posto nel Gruppo G a pari punti. Chissà se la Nazionale Femminile riuscirà a battere le dirette avversario e volare in testa alla classifica, a differenza di quella maschile che dovrà giocarsi l'accesso al mondiale con i playoff.

Il primo tempo parte da incubo per le Azzurre: in 20 minuti la Svizzera sblocca la gara con Sow, prima, e raddoppia con le rete di Crnogorcevic. Da qui in poi l'Italia inizia a sentire il peso della pressione che porta questo risultato a livello di classifica creando poco sotto porta e gestendo male alcune situazioni di gioco. 

Il secondo tempo inizia con lo stesso sprint elvetico visto nei primi 45 minuti con un palo clamoroso colpito da Bachmann. Ancora la numero 10 è pericolosa poco dopo, ci vuole un miracolo di Giugliani a salvare ancora l'Italia. Al minuto '60 la Nazionale riapre la gara con un tiro da fuori area di Bonansea deviato da Buhler che inganna Thalmann. Le Elvetiche, però, non subiscono il contraccolpo psicologico e tengono bene il gol di vantaggio.
Nel finale, Bonansea prende una traversa che spegne il match.

Le Azzurre, colpite anche da un focolaio COVID-19 alla vigilia di una gara così importante, escono sconfitte dal Renzo Barbera di Palermo dopo 13 mesi dall'ultima volta. L'Italia deve cedere il primo posto alla Svizzera in attesa di rifarsi nella partita contro la Romania in programma per martedì.

LINARI - La calciatrice della Roma viene schierata dall'inizio dalla CT Milena Bertolini nell'insolita posizione di centrocampista centrale in coppia con l'altra romanista Manuela Giugliano. Dopo il gol dello 0-2, la numero 5 viene fatta indietreggiare nella sua posizione naturale, la difesa. Solitamente molto concentrata e sempre con i tempi giusti, oggi Linari è sembrata un po' sottotono per colpa della grande qualità offensiva della Svizzera. Al minuto 80' la romanista viene richiamata in panchina dopo una botta al ginocchio, al suo posto la debuttante Simonetti

GIUGLIANO - La numero 6 viene schierata tra i titolari per questa partita, Dopo un primo tempo un po' confusionario, come tutta la nazionale del resto, la romanista igliora la sua prestazione nella seconda frazione. Bei recuperi, belle aperture e qualche cross interessante nei calci piazzati per Giugliano che, purtroppo, ha ricevuto anche un cartellino giallo.

SERTURINI - L'esterno della Roma parte dalla panchina e viene mandata in campo da Bertolini al minuto 54'. Serturini è stata pericolosa anche in zona gol nel finale di gara con un colpo di testa terminato a lato della porta di Thalmann.

PIRONE - L'attaccante si alza dalla panchina al minuto 84 dando il cambio a una poco ispirata Giacinti. Nonostante il poco tempo a disposizione, la romanista si è fatta vedere in zona gol con sponde verso le sue compagne e facendo alzare la squadra. 

SOFFIA - La giallorossa entra in campo al posto di Lenzini al minuto 80' giocando come esterno basso di sinistra. 

GLIONNA - Non viene schierata dalla CT Milena Bertolini.

DI GUGLIELMO - Non viene schierata dalla CT Milena Bertolini.

ITALIA-SVIZZERA 1-2 (9' Sow, 19' Crnogorcevic, 60' Bonansea)

ITALIA (4-4-2): Giuliani; Gama, Linari (80' Simonetti), Salvai, Lenzini (80' Soffia); Bergamaschi (54' Serturini), Giugliano, Girelli, Boattin; Giacinti (87' Pirone), Bonansea.
A disp.: Schroffenegger, Durante, Cinotti, Glionna, Pandini, Di Guglielmo, Bonfantini.
CT:  Milena Bertolini


 

SVIZZERA (3-5-2): Thalmann; Buhler, Stierli, Aigbogun; Maritz, Xhemaili (64' Mauron), Walti, Sow, Bachmann; Crnogorcevic, Folmli (79' Lehmann).
A disp.: Peng, Friedli, Marti, Rinast, Calligaris, Pando, Kiwic, De Alem, Julini, Piubel.
CT: Nils Nielsen

Arbitro: Stéphanie Frappart (FRA)
Assistenti: Manuela Nicolosi (FRA) - Elodie Coppola (FRA)
Quarto ufficiale: Savina Elbour (FRA)

Ammonizioni: Giugliano, Bachmann.
Espulsioni: -