Roma-Torino 0-2 - La moviola: manca l'espulsione di Izzo, Belotti segna 35 secondi oltre la fine del recupero assegnato. Netto il rigore per gli ospiti

06.01.2020 11:33 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Roma-Torino 0-2 - La moviola: manca l'espulsione di Izzo, Belotti segna 35 secondi oltre la fine del recupero assegnato. Netto il rigore per gli ospiti

Vocegiallorossa.it vi propone la lettura di alcuni episodi del match. L'arbitro si può avvalere del VAR (video assistant referee) e del suo assistente per quattro tipologie di casi: controllo della regolarità dei gol, possibili falli da calcio di rigore, possibili cartellini rossi diretti e scambi di identità di destinatari di provvedimenti disciplinari.

SECONDO TEMPO

88' - Non rispettata la distanza regolamentare su un calcio di punizione per la Roma: Di Bello vede e fa finta di nulla.

85' - Il VAR pesca un netto fallo di mano di Smalling che spinge via il pallone con il braccio sinistro: rigore sacrosanto assegnato agli ospiti.

80' - Altro cartellino che manca, stavolta a Meite, che non cerca minimamente il pallone nel contrasto con Mkhitaryan.

75' - Di Bello, con molta fantasia, giudica che il fallo di mano di Izzo, poco prima del limite dell'area di rigore su un traversione, non interrompa una promettente azione offensiva della Roma e non estrae il secondo cartellino giallo ai suoi danni, ammonendo invece Florenzi per proteste. Decisione chiaramente errata da parte del direttore di gara.

64' - Mancini da dietro su Berenguer, è giusto il giallo ai suoi danni.

55' - Ammonito Kolarov che protesta dopo un fallo comemsso su De Silvestri.

50' - Niente palla per Djidji su Pellegrini, ma il cartellino non arriva.

PRIMO TEMPO

45'+2' - Belotti segna il gol dell'1-0 35 secondi dopo lo scadere dell'unico minuto di recupero segnalato dal quarto ufficiale. Premesso che la segnalazione stessa non è vincolante, si inizia a giocare nel tempo aggiuntivo dopo 40 secondi, giacché il gioco era rimasto fermo per permettere la battuta di un calcio di punizione per il Torino. Facendo partire il minuto di recupero da quel momento, la rete arriva entro i 60 secondi concessi.

45' - Veretout tocca il braccio di Ola Aina, senza un'intensità sufficiente a configurare il fallo, che invece Di Bello fischia, esibendo anche il cartellino giallo al francese.

32' - Dzeko va giù in area spintonato da Izzo, ma l'azione è irrilevante: Dzeko era partito in fuorigioco sulla verticalzizazione di Kolarov, in quanto il suo ginocchio destro era oltre la linea di metà campo.

20' - Trattenuta da dietro di Verdi su Pellegrini: anche questa ammonizione è corretta.

15' - Izzo si fa saltare da Dzeko e lo stoppa di corpo al limite dell'area: corretta l'ammonizione a suo carico.

8' - Su suna verticalizzazione, Berenguer è in fuorigioco e Belotti no. Il trequartista rallenta la sua corsa per non prendere il pallone e favorire l'arrivo del compagno in posizione regolare, ma così facendo disturba la rimonta di Mancini, con Belotti che calcia sul palo. L'azione sarebbe dovuta essere fermata per fuorigioco.

5' - Lukic spinge da dietro Perotti dopo essere stato saltato: c'è la punizione, non un giallo che sarebbe stato sacrosanto.